GP. AUSTIN: Ferrari modifica il fondo della SF70H

0
Nonostante il Mondiale Piloti e Costruttori sia ormai compromesso, gli ingegneri di Maranello stanno continuando a sviluppare la già ottima SF70H. Nel Gp di Austin è stata portata l’ennesima novità al fondo che, dopo il Gp di Austria, è la zona dove David Sanchez ha lavorato maggiormente per recuperare parte del carico aerodinamico perso. Il coltello sfruttato nella prima parte della stagione aveva un’importante funzione aerodinamica e aiutava a “sigillare” esternamente il fondo grazie alla creazione di un apposito vortice che si staccava dalla punta dello stesso.
Dopo gli interventi portati in Belgio e a Singapore, la SF70H è stata modificata nuovamente per questo Gran Premio di Austin. Come potete osservare dal confronto in basso, il team italiano ha rivisto nuovamente la forma e il numero degli slot che sono passati da 6 a 5, confermando, invece, il piccolo “ricciolo” esterno.

Tutte modifiche utili a migliorare l’efficienza aerodinamica della SF70H, estraendo maggior carico dal diffusore (che si paga poco in termini di resistenza all’avanzamento) grazie ad un flusso più pulito e meno disturbato dalle turbolenze degli pneumatici posteriori.
Foto @AlbertFabrega

amm_zt = 0;
amm_ad_siteid = 258;
amm_ad_zone = 1930;
amm_ad_width = 320;
amm_ad_height = 50;

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui