GP AUSTRIA: “regoliamoci” – di Alessandro Rana

0
Sono cinque gli episodi portati all’attenzione dei commissari
dell’Austria
. Quattro sanzionati con delle penalità; uno no. Cerchiamo insieme
di capire il perché.
EPISODIO N°1: change of gearbox per Hamilton punito con 5
posizioni di penalità in griglia
Violazione dell’articolo 23.5 a

Ai fini
del presente articolo un evento si considera se comprende la pratica P3, la
sessione di qualificazione e la gara.

a) Ogni conducente non può utilizzare più di un cambio per sei eventi
consecutivi in cui la sua squadra

compete. Se un pilota utilizza un cambio di sostituzione  scenderà di cinque posizioni sulla griglia di partenza in tale evento e di
altri cinque posti ogni volta che viene usato un cambio ulteriore.

Qualsiasi sostituzione del cambio sarà richiesta solo per completare il resto
della manifestazione in questione.
A meno che il pilota non riesce a finire la gara (o è in
grado di iniziare la gara per motivi diversi da una sanzione inflitta dai
commissari) il cambio montato sulla macchina al termine della manifestazione
deve rimanere in esso per il resto delle sei gare in sequenza.
Qualsiasi pilota che non è riuscito a finire la gara al
primo, secondo, terzo, quarto o quinto dei sei eventi per motivi che il
delegato tecnico accetta come al di l
à del controllo della squadra o del driver, può iniziare il seguente
evento con un cambio diverso senza penalit
à.
Il cambio sarà considerato come utilizzato una volta i tempi del transponder
della vettura hanno dimostrato che ha lasciato la corsia dei box.”
Il regolamento vieta di utilizzare un nuovo cambio prima di aver
concluso sei gare consecutive 
a meno di eventi che non consentano al pilota di concludere la gara.
Hamilton, a Baku, è arrivato al traguardo in 5^ posizione, quindi la
sostituzione non è permessa. La penalità di 5 posizioni è espressamente
prevista dal regolamento.


EPISODIO N°2: impeding a car during qualifying per Palmer non
sanzionato dai commissari
L’articolo in questione è il 31.6

Ogni conducente che prende parte a qualsiasi
sessione di prove che, a giudizio dei Commissari Sportivi, si ferma inutilmente
sul circuito oppure ostacoli inutilmente un altro conducente è soggetto alle
sanzioni di cui all’articolo 31.5
(31.5 Nel caso di infrazione alla guida nel corso di
una sessione di pratica i Commissari Sportivi possono cancellare il tempo (o i
tempi) del giro/i o far retrocedere  il
conducente di un numero di posizioni in griglia che ritengono opportune. A meno
che non è del tutto chiaro che un pilota ha commesso un’infrazione di guida,
tale evento sar
à di
norma studiato dopo la sessione plenaria.
Se è il caso, sarà anche dato riguardo alle disposizioni di cui all’articolo 18.1)”.
Durante la prima parte delle qualifiche, Raikkonen si è lamentato via
radio di essere stato ostacolato da Palmer in curva 10 durante un suo giro
lanciato
. Analizzando le telemetrie dei piloti per quanto riguarda curva 9 e
curva 10 non è stato evidenziato alcun rallentamento dovuto al pilota inglese
che non ha quindi ostacolato la Ferrari. Corretto non assegnargli alcuna
sanzione.



EPISODIO N°3: change of one part of power unit per Wehrlein
punito con una partenza dalla pit lane.
L’episodio rientra nell’articolo 34.6

Un concorrente non potrà né modificare la vettura né apportare modifiche al set-up della sospensione quando la vettura
si trova in condizioni di parco chiuso. In caso di violazione del presente
articolo, il conducente in questione deve iniziare la gara dalla pit lane e
seguire le procedure di cui all’articolo 36.2.
Affinché i
commissari possano essere completamente certi che non sono state apportate
modifiche ai sistemi di sospensione o di una configurazione aerodinamica della
vettura (ad eccezione del parafango anteriore), mentre si è nella fase di parco
chiuso post-qualifica, deve essere chiaro ad un esame fisico che cambiamenti
non possono essere fatte senza l’uso di attrezzi.”
Il turbocompressore è stato sostituito, durante il parco chiuso, con uno
di una specifica diversa rispetto a quello con cui aveva iniziato lo weekend.

Procedura vietata, quindi come espressamente scritto dal regolamento, è
prevista la partenza dalla pit lane.



EPISODIO N°4: causing a collision per Kvyat punito con un
drive through + 2 punti patente
Incidente che rientra nei casi previsti dall’articolo 38.1

“Il direttore di gara può segnalare ogni incidente in pista o sospetto di violazione del presente Regolamento Sportivo o del Codice (un “incidente”) agli steward. Dopo la revisione, avverrà a discrezione dei Commissari Sportivi decidere se procedere o meno con un’indagine. I commissari possono anche indagare su un incidente notato da loro stessi.”
I commissari, analizzando i filmati della partenza, hanno notato come Kvyat abbia frenato decisamente troppo tardi per inserirsi in curva 1 al primo giro andando a colpire Alonso che a sua volta ha poi colpito Verstappen mettendo fuori gara entrambi. E’ evidente quindi che la colpa sia interamente da attribuire al pilota russo, pertanto la penalità di drive through è più che corretta.
EPISODIO N°5: ignoring blue flags per Vandoorne punito con un
drive through + 2 punti patente
Incidente che rientra nei casi previsti dall’articolo 38.1 
“Il direttore di gara può segnalare ogni incidente in pista o sospetto di violazione del presente Regolamento Sportivo o del Codice (un “incidente”) agli steward. Dopo la revisione, avverrà a discrezione dei Commissari Sportivi decidere se procedere o meno con un’indagine. I commissari possono anche indagare su un incidente notato da loro stessi.” 
Non è stato solo un singolo episodio: i commissari esaminando i video e il GPS della macchina di Vandoorne hanno notato che il pilota ha ignorato le bandiere blu per almeno 2 giri, quindi è stata giustamente imposta la penalità. Se la tua vettura è più lenta, devi dare strada il prima possibile a chi ti sta doppiando.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui