GRAN PREMIO DEL BAHRAIN PROVE LIBERE

0
Sakhir, 14 aprile 2017 – I pneumatici P Zero hanno affrontato oggi temperature tra le più alte mai registrate in Formula 1: l’asfalto ha raggiunto i 56° durante le prime prove libere, oltre 20 gradi in più rispetto al 2016. Questo fattore, combinato con il layout del circuito, ha portato a un aumento del degrado termico dei pneumatici. In FP2, in condizioni più rappresentative per qualifiche e gara e con 37° di asfalto, la supersoft è stata di circa 1,5 secondi più veloce rispetto alla soft: un gap più alto rispetto al previsto.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

MARIO ISOLA – RESPONSABILE CAR RACING

“Oggi si sono viste condizioni estreme e un tracciato più “sporco” rispetto al previsto. Con una differenza prestazionale di un secondo e mezzo tra le due mescole ed un degrado della supersoft maggiore rispetto a quanto visto nelle passate due gare, sarà particolarmente importante l’analisi dei dati di domani al fine di definire la migliore strategia di gara. Con i primi tre piloti in un decimo di secondo si prospetta una sfida interessante per il resto del weekend”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui