L’analisi “da casa” dei test pre stagione 2017 – di Alessandro Rana

0
Dopo aver letto le analisi del PJ (primi test – LINK) e di Cristiano (secondi test – LINK), basate soprattutto su uno sguardo visivo delle varie vetture durante la otto giorni di test pre stagione di Barcellona (e non solo dagli on board che la FOM ci ha “regalato”), oggi pubblichiamo su queste pagine l’analisi “da casa” di un nostro collaboratore, l’ottimo Alessandro Rana. Buona lettura.

 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Mai come quest’anno, dopo le due sessioni di test pre stagionali, sto aspettando il primo Gran Premio. In questi otto giorni i vari Team avranno spinto? Si saranno nascosti? Per rispondere dobbiamo aspettare ancora due settimane, ma nel
frattempo possiamo cercare di analizzare quanto abbiamo visto da casa.
Innanzitutto, parto con il dire che la FERRARI pare essere competitiva e, senza
dubbio, ha fatto un netto passo in avanti rispetto al 2016. Entrambi i piloti
sono sembrati in forma e, sia le simulazioni di qualifica sia quelle di passo
gara, lasciano ben sperare. L’affidabilità sembra essere al top, proprio al
contrario della scorsa stagione (ricordate i molteplici problemi alla trasmissione?).
C’è una differenza tra la SF70H e la W08: il
passo è corto. Quindi, in pratica, è più facile trovare un set up bilanciato. Ripagherà?
Vedremo…
MERCEDES: chiaramente sono, secondo me, ancora loro la squadra da battere; però, pur essendo convinto che
abbiano ancora vantaggio sugli avversari, credo che si sia comunque ridotto. Al
contrario di Lauda e Hamilton che danno per favorita Ferrari, Wolff ha ammesso
che credono di avere circa 4/5 decimi di vantaggio
. Bottas non è sembrato
niente male, per essere considerato seconda guida a tutti gli effetti, visto
anche il suo contratto di un solo anno.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

REDBULL: beh, il regolamento sembra essere adatto al 100% a
Newey
, con un aumento di importanza dell’aerodinamica, però finora non si è mai vista una
macchina stratosferica in grado di fare briciole degli altri. Certo, si trovano
ancora in palese difficoltà con la Power Unit Renault che spesso li appieda per
problemi alla parte ibrida. Facendo qualche calcolo, il ritardo da Ferrari nei
test risulta essere di 8 decimi
; loro dicono che 7 sono dovuti alla Power Unit. Può
darsi, ma se realmente si troveranno dietro a Ferrari non sarà per nulla buono.

MCLAREN: non ci sono parole per descrivere la pessima situazione
di Honda
. Passi il 2015 perché era l’anno del ritorno e hanno voluto fare tutto
in casa; scusiamoli per il 2016, quando hanno evoluto la Power Unit, senza ottenere
grandi risultati; ma quest’anno, rivoluzionare interamente la Power Unit e
perdere quel minimo di guadagnato gli anni passati è inaccettabile!
Così come
lo è non voler ammettere l’errore e quindi non cercare innesti dall’esterno. In queste condizioni farebbero bene a ritirarsi prima della
fine del campionato.
E non vedo grosse possibilità per loro: se c’è prestazione
e manca affidabilità o viceversa ci si può lavorare, ma se mancano entrambi….
E gli altri??
FORCE INDIA e HAAS: non sembrano essere messe male. L’anno
scorso, alcune volte, si sono giocate buone posizioni; quest’anno possono fare
altrettanto bene, a mio avviso. Le Power Unit che montano sembrano funzionare
molto bene anche per loro
WILLIAMS: il cambio regolamentare ha fatto decisamente bene al
team inglese che era sprofondato nella parte finale del 2016. Come sappiamo,
per loro, la ricerca di carico aerodinamico è sempre stata un problema, ma
credo che quest’anno avranno occasioni per dimostrare qualcosa di buono. Il
debutto di Stroll non è stato granché (due macchine rotte in una giornata di
test), ma nella seconda parte sembra aver fatto passare questa “fretta” e pare
essere già migliorato. Deve crescere….

TORO ROSSO, RENAULT e SAUBER: situazioni abbastanza complesse:
la prima non sembra essere male come macchina, ma i problemi di affidabilità
della Power Unit Renault si fanno sentire; la seconda, non dico che è a livello Honda,
ma non è accettabile per un team con un nome così importante quanto stiamo
vedendo. Sono al secondo anno, e i risultati sembrano essere ancora molto
distanti. Per quanto riguarda Sauber, invece, non credo si prospetti una
stagione facile: la PU Ferrari 2016 poi non li aiuta affatto…
di Alessandro Rana (@AleRana95)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui