GP BAKU: la Ferrari non ha bisogno di scaricare la SF16-H

0
La Ferrari ha iniziato le prove libere 1 con il pacchetto da basso carico percorrendo con entrambi i piloti alcuni giri a velocità costante con le superfici alari cosparse della ormai famosissima vernice verde / gialla per cercare di raccogliere dati preziosi in previsione delle gare più veloci della stagione. 
Dopo aver effettuato queste prove aerodinamiche, su entrambe le SF16-H sono state sostituite le ali le stesse specifiche utilizzate nel precedente Gran Premio del Canada, un circuito che risulta essere da medio – basso carico. Chi parlava di ali scariche portate da Ferrari a Baku per colmare il gap motoristico con Mercedes si sbagliava: al Team italiano non serve scaricare troppo aerodinamicamente la vettura perchè la Power Unit dopo l’aggiornamento del Canada è molto competitiva. Lo stesso dicasi per Mercedes che è scesa in pista con una W07 dotata di ali da carichi medi o comunque medio – bassi. 
Tornando alle ali utilizzate per gran parte della sessione su entrambe le SF16-H, come potete osservare in basso, l’ala anteriore è in versione Sochi con la piccola modifica apportata nel Gran Premio del Canada dove è stato riproposto il piccolo taglio a “V” sul deviatore di flusso ancorato al mainplane. 

L’ala anteriore utilizzata da entrambi i piloti della Ferrari durante le PL1 del GP d’Europa

Al posteriore è stata invece utilizzata la specifica 2 (l’avevamo chiamata cosi per una miglior identificazione) delle ali posteriori portate in Canada. Specifica 2 perché, durante la scorso fine settimana, erano state provate due specifiche diverse di ala posteriore che si differenziavano tra di loro per l’angolo di attacco e la corda del profilo principale oltre che per un diverso profilo dell’ala mobile.  

Ala posteriore utilizzata da entrambi i piloti Ferrari durante le FP1 del GP d’Europa

Veloce compare tra ali posteriori del Gran Premio del Canada



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui