GP AUSTRALIA: la Manor introduce una nuova ala anteriore

0
Il Team Manor, è per ora l’unico che ha portato in questo primo weekend stagionale una vera e propria nuova ala anteriore. 
Abbiamo visto nuove ali per RedBull e Mclaren nei secondi test di Barcellona, vedremo molto probabilmente nei prossimi appuntamenti nuove ali anteriore per Williams e Renault, mentre per quanto riguarda il GP d’Australia, le novità sulle ali anteriori hanno latitato.
Andiamo ad analizzare ora la nuova ala anteriore portata in pista da Pascal Wehrlein e Rio Haryanto nella passata notte italiana.
Principalmente le differenze tra l’ala anteriore Spec Barcellona Test e quella introdotta in Australia sono quattro:
  • Il mainplane è ora suddiviso in due sole sezioni, vista l’eliminazione di una delle due soffiature (la più grande) presenti nella vecchia ala.
  • Il bordo di attacco dell’ala, relativamente al mainplane, ha visto una modifica: l’ingresso all’ormai famoso tunnel esterno utilizzato da moltissime scuderie è più accentuato e più arcuato con il piccolo marciapiede interno all’endplate leggermente diminuito in larghezza. 
  • Gli upper flap sono stati modificati poiché è stata aggiunta una soffiatura; ciò fa si che i piani degli upper diventino tre e non più soltanto due.
  • E’ stato modificato il sistema che permette di cambiare velocemente tramite una vite, l’angolo di attacco dei flap aggiuntivi. Modificato in dimensioni e anche in assemblaggio. 
  • E’ stato eliminato il piccolo profilo posto dietro gli upper flap e utile a spostare il flusso al di sopra e all’esterno degli pneumatici. Si cerca in tutte le ali anteriori di evitare l’interazione tra gli pneumatici e il flusso diretto verso la parte centrale e posteriore della vettura. 
Non solo il mainplane, e gli upper flap sono stati modificati ma anche gli endplate:
  • E’ stata aggiunta una piccola soffiatura (in giallo) davanti a quella già presente nella vecchia specifica di ala anteriore, utile a scaricare lo strato limite presente sulla paratie e per aumentare leggermente il flusso al di sotto dell’ala. Ciò potrebbe significare una maggior efficienza nella generazione di carico aerodinamico tramite l’ala.
  • Modificata la parte esterna del tunnel (in verde e azzurro), facente parte degli endplate, ora meno spigolosa e più arrotondata per diminuire quell’effetto di bloccaggio del flusso che potrebbe comportare una maggior resistenza all’avanzamento.  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui