GP MALESIA: solo conferme sulla Ferrari SF15-T

0

Durante le verifiche tecniche, sulla SF15-T, non si sono viste particolari novità tecniche anche se, non è escluso, che già nelle giornata di domani venga collaudata una nuova versione di ala posteriore.
All’avantreno si sono viste le due specifiche di ala anteriore: quella con gli upper flap allungati (FOTO 1) e quella con il deviatore di flusso ancorato al profilo principale (FOTO 2).

foto AMuS – FOTO 1

foto AMuS – FOTO 2

Anche la Ferrari ha collocato, ai lati del cockpit, viste le alte temperature presenti in Malesia, delle aperture per riuscire a massimizzare l’evacuazione del calore che si viene a generare sotto il cofano della vettura.

foto AMuS

Turning vanes a due elementi sotto il muso della Ferrari SF15-T. Il primo di dimensioni ridotte mentre il secondo è molto più voluminoso.

foto AMuS

Bellissima l’immagine in basso che ci mostra la pinza dei freni anteriore che è posizionata quasi orizzontalmente per abbassare il baricentro della monoposto in una zona molto sensibile della vettura (masse non sospese). Questa soluzione è necessaria se si vuole una vettura molto reattiva nei cambi di direzione. 

foto AMuS

Nella zona esterna del diffusore è stato mantenuto un piccolo ricciolo. Questa è una  zona nevralgica del diffusore, in quanto, una delle problematiche che si riscontrano su vetture che usano un assetto rialzato al posteriore è che un distacco eccessivo del fondo dal suolo comporta una perdita di effetto suolo in quanto si va ad ampliare eccessivamente la sezione di passaggio dell’aria tra il suolo e il fondo. Di conseguenza si ha un flusso d’aria più lento, minor depressione e ci può essere l’entrata di flussi laterali dall’esterno, Detto ciò, questo “ricciolo” ha la funzionalità di energizzare il flusso in uscita dal diffusore impedendo/limitando l’entrata di flussi laterali dall’esterno in modo da garantire il giusto carico al posteriore. 

foto AMuS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui