GP ABU DHABI: LE PAGELLE

0
Lewis Hamilton, nell’ultimo appuntamento della stagione ad
Abu Dhabi, trionfa e si laurea Campione del Mondo. Sul podio, assieme al pilota
Mercedes, salgono Felipe Massa e Valtteri Bottas. Ecco di seguito le pagelle.
LEWIS HAMILTON  Voto 9 e mezzo
Il pilota britannico sbaglia troppo in qualifica ma si rifà
pienamente in gara, approfittando della brutta partenza di Rosberg e mantenendo
i nervi saldi riesce a vincere la gara più importante dell’intera stagione. Si
laurea così Campione del mondo per la seconda volta e forse raggiunge quella
piena maturità tanto aspettata da tutti. Campione.
FELIPE MASSA  Voto 9
Finale di stagione in crescendo per Felipe. Fa tutto bene,
si piazza al secondo posto e batte in gara il compagno di squadra. Stavolta
guida al meglio e non commette nessun errore. Va via da una Ferrari in crisi e
trova una Williams rigenerata. Ottimo direi. Ritrovato.
VALTTERI BOTTAS  Voto 8
Il venticinquenne pilota della Williams, nonostante una
prima parte di gara pessima, riesci a salire sul podio approfittando anche del
problema sulla monoposto di Rosberg. Chissà dove sarebbe arrivato senza la
brutta partenza! Costante.
DANIEL RICCIARDO  Voto 10
Il 10 in pagella lo merita Mister sorriso. Ma che gara ha
fatto?! Parte dalla pit-lane a causa della penalizzazione per l’ala che flette
troppo e a suon di sorpassi e giri veloce chiude l’ultima gara della stagione
al quarto posto. Non ci sono più parole per questo ragazzo. Perfetto.
NICO ROSBERG  Voto 5 e mezzo
Sicuramente Nico non è stato fortunato ma non si può
sbagliare la partenza della gara in cui ti giochi il Mondiale e un’intera
stagione, sapendo soprattutto che dietro hai il diretto rivale per il titolo.
Ci ha creduto fino alla fine e, anche con una macchina senza potenza, ha voluto
finire la gara per onorare al meglio un campionato che ha lo ha visto
protagonista. Da apprezzare il gesto del pilota tedesco, che a fine gara sale
sul podio per congratularsi con Hamilton. Impreciso e sfortunato.
FERNANDO ALONSO  Voto 5
Finisce nel peggiore dei modi l’avventura dello spagnolo in
Ferrari. Arriva nono e ha ben poco da fare con una vettura che consuma gomme
più di tutte e lo costringe ad anticipare le soste ai box. Lo rivedremo il
prossimo anno con una nuova tuta. Impotente.
JENSON BUTTON  Voto 7 e mezzo

Credo che non verrà semplice alla Mclaren appiedare un
pilota che a 34 anni riesce a portare la sua discreta MP4-29 al quinto posto e
dare 30 secondi al compagno di team. Merita un assolutamente un sedile per il
2015. Sempreverde.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui