Alcune considerazioni sul progetto Ferrari – Power Unit e telaio

0

Fabio Rossi, nuovo collaboratore di F1Analisitecnica, ha voluto esprimere le sue considerazioni sull progetto F14 T e sulla Power Unit della Ferrari.
Analizzando la Power Unit, la raccordatura degli scarichi denota una
cura particolare su riempimento della camera di combustione e interesse
dominante sull’endotermico, riducendo inoltre la lunghezza dei condotti
di sovralimentazione con lo scambiatore all’interno delle bancate.
La soluzione scarichi sopra la testa motore era ovvia nel ricercare un
migliore passaggio d’aria nei fianchi per migliorare fluidodinamica
interna e raffreddamento. La Ferrari ha considerato la parte elettrica a
supporto del V6 .Mercedes invece ha considerato l’ibrido come una unità
singola curando molto il layout dei componentigli e gli scarichi non
sono raccordati, questo porta a pensare un sacrificio di potenza (
riempimento delle camere di combustione) a meno che non ci siano
dimensioni diverse delle valvole o aperture differenti delle stesse .le
lunghezze degli scarichi e dei condotti di sovralimentazione sono
ridotti al minimo recuperando cosi peso prezioso e rendimento.
A vedere le altre F1 motorizzate Mercedes hanno step inferiori o come
penso la differenza la fa proprio la macchina e alcune tarature.
A
livello di telaio, il problema Ferrari è il carico aerodinamico, infatti
ha grossi problemi di trazione causati anche dalla ( è un mio chiodo
fisso) sospensione anteriore che non permette ampie gamme di soluzioni
vincolando le regolazioni.
Fonti interne Ferrari dicono che gli ingegneri stanno brancolando nel
buio senza concentrarsi in modo puntuale sulle problematiche. A dire il
vero, la parte aerodinamica sembra piu a posto del resto e infatti a
Maranello si stanno concentrando assiduamente sulla Power Unit e sui
sistemi ibridi, cosa che inizialmente è stata trattata in modo molto
conservativo. Il fatto che Allison più volte abbia preso le distanze
dalla macchina attuale la dice lunga sulla stato delle cose in
Ferrari.Visto lo sponsor, la macchina è stata costruita per Alonso e i
tecnici sono tutti quelli voluti da lui , prova ne è l’ordine di
scuderia di favorire l’Asturiano in Spagna.
Finche non ci sarà una mente o capo che penserà a fare vincere la
squadra e non dare carta bianca a piloti e sponsor ( visto che Santander
ha detto piu volte che o vincono o se ne vanno con Alonso) alcuni
problemi rimarranno e nel CDA non vogliono scucire soldi senza
risultati. Vedi la galleria del vento sventolata come scusa , ma con una
macchina di posizionamento chiamata LaserTracker ( lo stesso che
montano RBR e STR) hanno risolto i problemi.Ovvero ogni volta che
posizionavano la monoposto sul tappeto non era nella stessa posizione
precedente e da qui le discordanze dei dati tra wind tunnel e
pista. Quello che è rimasto però è interpretare i dati e trovare
soluzioni efficaci e innovative da introdurre sulle monoposto per
portarle al livello dei competitors.
di Fabio Rossi


Presentazione di Fabio Rossi,

cresciuto in mezzo alla meccanica , quando mi regalavano un modellino lo smontavo per sapere cosa c’era dentro e come era fatto,

perito
meccanico, appassionato di motori ,aerodinamica,auto,moto , tecnologie
avanzate, design.mi piace disegnare auto o modellarle manualmente da
blocchi di poliuretano
esperienze
lavorative nella meccanica come responsabile di produzione e
responsabile di qualità di stabilimento ( problem solving , automotive,
lean production), e responsabile fabbricazione prototipi. profondo
conoscitore del sistema di lavoro italia. Ho
elaborato parti di motore r5turbo e lancia delta integrale per gare di
ripresa progettato e costruito bielle , alleggerito alberi motore,
lucidato collettori scarico e aspirazione  teste..
La
collaborazione con Autosprint inizia con Roberto Boccafogli e in prima
pagina esce l’articolo ( perché l’ honda va di più) si parlava del V-tec
honda applicato alla F1.
Continuo
con Nugnes sulle caratteristiche interne del motore ferrari, Nugnes
passa a Sportautomoto , mi chiama ed usciamo con l’articolo ( accensione
al plasma bmw f1)
Saltuariamente
ci sentivamo per aggiornamenti e scoop diversi.tipo valvole a comando
piezoelettrico o magneti al neodimio ( attualmente sul twinair fiat).
Poi passato ad omnicorse e scrivo di solito intervenendo negli articoli.
Osservo le corse dalla parte tecnica più che umana. anche se fedele tifoso Ferrari ahimè….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui