La FIA vieta il DRS Mercedes, non quello Lotus

Add Comment


La FIA, durante la sua consueta revisione annuale dei regolamenti tecnici, ha inserito un nuovo paragrafo che bandisce il DRS utilizzato dalla Mercedes sulla sua W03.
Il nuovo articolo 3.18.1 afferma che il DRS “non può essere utilizzato per modificare la geometria di nessun condotto, sia in modo diretto che indiretto”. Di fatto la Mercedes riesce a far stallare l’ala anteriore nel momento in cui può azionare il DRS sull’ala posteriore. All’apertura del flap posteriore vengono infatti aperti gli accessi a  due condotti che conducono aria all’ala anteriore utilizzandola per mandarla in stallo. E’ evidente che questo avviene contravvenendo alla nuova normativa.

ANALISI TECNICA GP.SINGAPORE - RED BULL RB8

Add Comment
La Red Bull ha portato in terra asiatica un nuovo pacchetto aerodinamico con importanti novità,soprattutto, mella zona posteriore della RB8.
E' stata modificata la sospensione posteriore per riuscire a sfruttare nel migliore dei modi le gomme Pirelli, ridisegnato il diffusore e l'alettone posteriore (vedi foto).

ANALISI TECNICA GP.SINGAPORE - MERCEDES MGP W03

Add Comment
La Mercedes, ha introdotto gli scarichi provati durante i test di Magny Cours, che vanno a sfruttare l'effetto Coanda in modo da  portare l'aria calda in uscita dai terminali di scarico tra le ruote posteriori e la parte esterna del diffusore per creare una sorta di minigonna termica in quella zona aumentando in questo modo il carico aerodinamico.

ANALISI TECNICA GP.SINGAPORE - McLAREN MP4-27

Add Comment
La McLaren, dopo il grande steep evolutivo portato durante le gare estive, si è presentata a Singapore con delle modifiche di "dettaglio" per adattare nel migliore dei modi la competitiva Mp4-27 al tracciato asiatico che richiede tantissimo carico deportante. Nonostante i pochi aggiornamenti installati sulla vettura, la Mp4-27 ha dimostrato per tutti il fine settimana di essere, in questo momento, la migliore vettura di questa stagione.

Durante le prove libere, sia Hamilton che Button, hanno effettuato delle prove comparative tra due diversi alettoni posteriori da alto carico (differivano dal diverso numero di feritoie sulle paratie laterali). Alla fine i piloti e gli ingegneri hanno deciso di utilizzare quello nuovo (due feritoie in più rispetto al modello precedente). Il profilo principale, invece, era lo stesso usato dalla McLaren al Gp di Ungheria.


GLI AGGIORNAMENTI SULLA F2012 NON HANNO FUNZIONATO COME CI SI ASPETTAVA. SITUAZIONE PREOCCUPANTE?

Add Comment


La Ferrari si aspettava molto dagli aggiornamenti che i tecnici di Maranello avevano preparato per questa trasferta asiatica. Si parlava, già da diverso tempo, che lo sviluppo portato a Singapore sarebbe stato molto sostanziale e al livello di quello di Barcellona e del Canada.
 Gli sviluppi aerodinamici ci sono stati ma non sostanziali come ci si attendeva: nuova ala anteriore, nuova ala posteriore, nuovi piccoli deflettori e leggere modifiche al diffusore.
Tutti questi aggiornamenti sino stati testati e si è deciso di utilizzarli per le qualifiche e la gara anche se non hanno dato i benefici che i tecnici si aspettavano dai dati della galleria del vento e del CFD.
L'unico aggiornamento che è stato subito scartato è stata l'ala posteriore (vedi foto).


ANALISI LONG RUN GP SINGAPORE

Add Comment
CIRCUITO SINGAPORE

Lunghezza Circuito: 5.067 Km
Consumo carburante al giro: 2,49 kg
Fuel Load effect: 0,087 s/lap









RED BULL

Sebastian Vettel ha effettuato una simulazione di gara con gomme super soft realizzando tempi molto costanti riscontrando un basso degrado delle gomme anche se lo stint non è stato lunghissimo (6 giri lanciati).


Tempi stint 
1:55,813;1:55,352;1:55,321;1:55,725;1:55,618;1:55,822; Media Stint 01:55,609

Il compagno di squadra di Vettel, Mark Webber ha lavorato pochissimo sul passo gara durante questa sessione di prove libere. I tempi non sono sul livello di quelli di Vettel (media 1:56 basso contro 1:55,6) ed il degrado delle gomme non si può valutare in quanto lo sttint è stato troppo corto

Tempi stint

1:56,502 ;2:01,987;1:55,782;1:55,779 Media Stint 01:56,021

McLAREN

Jenson Button ha realizzato uno stint di 9 giri cronometrati su tempi in linea con Vettel. La cosa che si è potuta notare in questo stint, realizzato con gomme super soft, è che Button dopo ha dovuto far riposare le gomme ogni 2 passaggi veloci. Questo è sintomo che anche in McLaren temono molto il degrado delle gomme.

Tempi stint
1:55,386;1:55,005;2:09,622;1:55,548;1:55,951;2:03,531;1:56,946;1:59,345;1:56,370 Media Stint
01:55,868

Lewis Hamilton, ha dimostrato di essere il pilota da battere anche su questo tracciato. Ha realizzato un long run di 12 giri lanciati su gomme super soft, girando per ben 4 volte sotto il muro del 1:55. La media dello stint del pilota britannico è leggermente migliore rispetto a quella messa a segno da Vettel, ma in questo caso lo stint è molto più lungo e quindi i tempi sono più attendibili.
Da segnalare, intorno al 11°/12° giro un improvviso decadimento degli pneumatici super soffici della McLaren, infatti, i tempi si sono alzati ben 2,5 s rispetto ai primissimi giri dello stint.

Tempi stint
1:55,067;1:54,779;2:02,916;1:54,332;1:54,978;1:54,859;2:03,436;1:55,855;1:55,519;1:55,506;1:56,529;
1:57,673; Media Stint 01:55,510

FERRARI

Sulla Rossa i piloti hanno seguito programmi diversificati anche a livello di prove sulla durata. Alonso ha realizzato uno stint di 6 giri lanciati con le gomme super soft,  realizzando ottimi e costanti tempi. Lo stint è troppo breve per capire il degrado delle gomme. Anche lo stint di Vettel è stato di 6 giri ma la media di Alonso è leggermente migliore rispetto a quella del pilota tedesco della RedBull.

Tempi Stint
1:56,260,2:00,118;1:55,083;1:55,739;1:54,874;1:55,362; Media Stint 01:55,464

Felipe Massa ha lavorato, inizialmente, su gomme soft realizzando uno stint di 4 giri lanciati. La monoposto di Massa non era ben bilanciata e, soprattutto con le gomme soft, ha avuto tantissimi problemi di degrado gomme. Anche i tempi non sono stati esaltanti. Con le gomme super soft, lo stint è stato soltanto di 3 giri lanciati quidi è difficili trarre conclusioni sul passo e sul degrado degli pneumatici. Comunque, Massa, sembra molto più in difficoltà rispetto a compagno di squadra, sia sul giro lanciato che sul passo gara

Tempi stint gomme soft

1:56,927;1:56,144;1:56,915;1:57,620; Media Stint 01:56,902

Tempi stint gomme super soft

1:55,038;1:55,267;1:55,370 Media Stint 01:55,225

LOTUS

Kimi Raikkonen ha  realizzato uno stint con gomme super soft di 7 giri lanciati. Inizialmente i tempi sono stati eccezionali in quanto ha girato per ben 3 giri sotto il muro del 1:55. Poi ha accusato un degrado altissimo delle gomme ed ha iniziato ad alternare giri in 1:56 e giri 1:59. Insomma, per ora, la Lotus non sembra essere molto competitiva, ma le cose potrebbero migliorare domani in quanto la pista sarà molto più gommata rispetto alle prove di oggi.


1:54,905;1:54,644;1:54,882;1:56,373;1:59,885;1:56,998;1:59,581; Media Stint 1:56,753

IMPORTANTI MODIFICHE SULLA F2012 IN VISTA DEL GP DI SINGAPORE

Add Comment


La Ferrari, durante i test di Magny Cours, ha collaudato diversi componenti aerodinamici che saranno utilizzati fin dalle prove libere sulla F2012.
A Singapore, la monoposto di Maranello, si presenterà con l'ennesima evoluzione dell'ala anteriore. Nel periodo estivo gli aerodinamici della Ferrari avevano concentrato tantissime risorse di tempo per sviluppare l'ala ma i riscontri non erano stati buoni. Durante la pausa estiva a Maranello hanno scoperto i motivi, infatti, a partire dal Gp del Belgio l'ala anteriore ha iniziato a funzionare come si aspettavano gli aerodinamici.

FERRARI,NUOVE SOLUZIONI AL DIFFUSORE PER LA F2012

Add Comment

Roma, 17 settembre 2012 - E’ chiamato rookie test, servirebbe per testare dei giovani piloti e scoprire qualche talento da poter ingaggiare nella massima serie automobilistica. Ed invece, anzichè ricercare nuovi talenti, sono sempre più dedicati alla ricerca e allo sviluppo di nuove soluzioni tecniche. 

D’altronde con l’abolizione dei test privati è normale che avvenga questo.
Non ha fatto eccezione la Ferrari, che a Magny Cours ha dato la possibilità di provare al giovane francese Jules Bianchi e a Davide Rigon. Le novità più interessanti portate in Francia sembrerebbero concentrate nella parte posteriore della F2012, precisamente nella zona dello scarico. Da alcune immagini scattate durante la tre giorni di rookie test è stato notato un dettaglio molto interessante. 

Nella foto in basso abbiamo evidenziato la nuova soluzione con un doppio intaglio nella zona centrale del diffusore. Questa soluzione dovrebbe favorire il passaggio di un flusso d’aria maggiore generando conseguentemente maggior carico aerodinamico nella zona posteriore della vettura. 



ANALISI TECNICA TEST MAGNY COURS - FERRARI F2012

Add Comment

La Ferrari ha utilizzato i test di Magny Cours per collaudare alcune nuove soluzioni aerodinamiche che potremmo vedere sulla F2012 già dalla prossima gara di Singapore.
La Novità più visibile è stata introdotta sull'ala anteriore in quanto sono stati modificati i piloncini di sostegno che ora hanno un disegno diverso rispetto a prima (vedi foto). 

ANALISI TECNICA TEST MAGNY COURS - MERCEDES

Add Comment
La Mercedes, ha utilizzato questi test dedicati ai giovani piloti, per testare sulla propria monoposto alcune soluzioni tecniche molto importanti che potranno essere portare in gara da Rosberg e Schumacher già dai prossimi Gp di Singapore e Suzuka.

E' stato collaudato un nuovo sistema di scarico molto simile a quello usato da Ferrari e McLaren, che va sfruttare l'effetto Coanda per portare l'aria calda in uscita dai terminali di scarico tra le ruote posteriori e la parte esterna del diffusore in modo da creare una sorta di minigonna termica in quella zona cruciale della monoposto aumentando in questo modo il carico aerodinamico.


ANALISI TECNICA GP. MONZA

Add Comment
La McLaren si è preparata molto bene per il Gp di Monza ed ha adattato aerodinamicamente la Mp4-27 al velocissimo tracciato italiano.
I tecnici di Woking hanno preparato un'ala anteriore studiata appositamente per Monza. Come vedete dalla foto in basso sono stati rimossi gli upper flap ed è stato modificato il flap superiore con una minore incidenza.

Ala anteriore usata a Monza





Ala Anteriore usata a Spa

L'alettone posteriore portato a Monza dalla McLaren è lo stesso usato da Button e scartato da Hamilton dopo averlo provato durante le prove libere del sabato mattina. L'ala è stata adattata alle alte velocità della pista brianzola riducendo il più possibile il drag all'avanzamento. 


ALI POSTERIORI A CORDA RIDOTTA PER MERCEDES, LOTUS E TORO ROSSO

Add Comment
Grazie alle immagini del sito Omnicorse è possibile notare che anche Mercedes, Lotus e Toro Rosso hanno portato sul tracciato brianzolo delle ali posteriori da bassissimo carico aerodinamico.

Lotus

Come già annunciato a Spa, la Lotus non userà il suo sistema DDRS sul tracciato brianzolo, in quanto non si è ancora riusciti a tararlo nel migliore dei modi.
L'alettone posteriore studiato dai tecnici di Enstone per questo circuito ha una corda molto ridotta mentre il flap ha parecchia incidenza (se confrontato con quello della Mercedes) per garantire un buon carico deportante nelle curve e nelle chicane.




McLAREN MP4-27 - MODIFICHE ALLE ALI

Add Comment
La McLaren si è preparata molto bene per il Gp di Monza ed ha adattato aerodinamicamente la Mp4-27 al velocissimo tracciato italiano.
I tecnici di Woking hanno preparato un'ala anteriore studiata appositamente per Monza. Come vedete dalla foto in basso sono stati rimossi gli upper flap ed è stato modificato il flap superiore con una minore incidenza.

Ala anteriore usata a Monza


CONFRONTO MONZA/SPA ALA ANTERIORE FERRARI F2012

Add Comment
La Ferrari ha portato per il Gp di casa una nuova ala anteriore a basso carico, molto diversa rispetto a quella  montata sulla F2012 a Spa. Nell'immagine sotto potete mettere a confronto le due ali anteriori e vedrete chiaramente le notevoli differenze tra le due.


SUPER DRS SULLA McLAREN A SPA? GUARDATE LE FOTO ....

SUPER DRS SULLA McLAREN A SPA? GUARDATE LE FOTO ....

Add Comment
Per il Gp del Belgio era attesissimo il super DRS che doveva essere introdotto dalla McLaren. I responsabili del team di Woking avevano annunciato alla stampa che il sistema tanto atteso non veniva usato in Belgio perché avevano riscontrato alcune problematiche nella messa a punto.

Analizzando attentamente le foto dell'alettone posteriori a basso carico utilizzato da Jenson Button sul circuito di Spa si notano dei rigonfiamenti sul profilo principale dell'ala che non erano presenti sull'ala da medio carico utilizzata da Hamilton (vedi foto in basso).


Nelle foto in basso potete notare il confronto laterale tra le due ali utilizzate dai piloti McLaren durante la gara di Spa.

ANALISI TECNICA GP. BELGIO

Add Comment
Le squadre di Formula 1, dopo la pausa estiva, si sono presentate al Gp di Spa con parecchie nevità aerodinamiche per adattare nel migliore dei modi le vetture al circuito di Spa (basso carico).

La Mclaren è stata uno dei team più attivi ed ha portato in Belgio alcune novità particolarmente interessanti.
Gli sviluppi non si sono centrati soltanto sulle ali adatte al basso carico aerodinamico ma ha continuato ad evolvere l'intero pacchetto aerodinamico della Mp4-27.
Durante le prove libere, sulla vettura inglese, sono comparsi dei nuovi deviatori di flusso davanti alle fiancate, in stile Sauber, per meglio indirizzare il flusso d'aria verso il posteriore della monoposto.


La McLarn ha introdotto su questo tracciato una nuova ala anteriore e posteriore da basso carico aerodinamico. I due piloti, hanno scelto due strade aerodinamiche differenti.