SOSPETTO SOFFIAGGIO DEI GAS DI SCARICO SULLA RB8

0
La RB8 sta utilizzando un motore Renault con un particolare sistema
di soffiaggio dei gas di scarico!

Nel video di seguito si sentono le tonalità provenienti dagli
scarichi durante il gran premio di Valencia (siamo alla prima variante dopo il
rettilineo) ed è possibile percepire quanto segue:

  1. Il
    suono in fase di rilascio è più cupo. Questo perché sembra che abbiamo la
    possibilità di tagliare il funzionamento di alcuni cilindri (diverse fonti
    indicano 4)
In realtà sembra che già in
questa fase sia presente un soffiaggio che stabilizzerebbe il retrotreno
durante la frenata. Potrebbero riuscire a tenere aperte le farfalle per maggior
tempo (“aggirando il regolamento”)  e/o utilizzare
un accumulatore / compensatore che permetta di immagazzinare un surplus di gas
di scarico in fase di “non accelerazione”.
 

  1. Anche
    la fase successiva è molto interessante. Infatti, grazie alla limitazione
    dell’utilizzo dei cilindri che agisce come un controllo di trazione, la
    vettura è quindi meno potente e pertanto molto più facile da gestire in
    fase di accelerazione.
Vettel (si sente in particolare
al primo dei due passaggi a video)
può permettersi di dare un paio di colpi
molto ravvicinati di acceleratore in modo da caricare il retrotreno con i gas
di scarico, senza avere problemi di sovrasterzo di potenza.
La RB8 sembra quasi avere
annullato la fase di “non accelerazione”. 
  1. Diversa
    è la situazione per Fernando Alonso, il motore della F2012 ha una tonalità
    regolare in fase di rilascio e si può sentire una progressione /
    parzializzazione regolare in fase di accelerazione.
L’anno passato sono state variate le regole che avrebbero
dovuto garantire la riduzione del soffiaggio degli scarichi in rilascio tramite
lo spostamento dei terminali di scarico più lontani dai diffusori e la modifica
delle mappature delle centraline riguardo a questo particolare.
In realtà per migliorare di un paio decimi al giro, i team
sono costretti a  lavorare in galleria
del vento tantissime ore. Mentre trovare una soluzione che permetta di
sfruttare i flussi dei gas di scarico è molto più redditizia. 
Aggiungo inoltre che già dai test collettivi di Barcellona,
qualcuno aveva informato la FIA che il motore Renault aveva una tonalità
sospetta……
Nelle prime gare Red Bull e Renault hanno ottimizzato insieme
speciali mappature del motore, inoltre i tecnici della RB hanno modificato in
particolare il layout (siamo alla versione D) degli scarichi per direzionare il
flusso verso la zona esterna del diffusore.
Sono curioso di vedere l’efficacia di questo sistema su
circuiti come quello di Silverstone, caratterizzato da curve veloci e se sarà
oggetto di verifiche da parte della FIA.
Articolo scritto da Gabriele Peccetti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui