FUNOANALISITECNICA : Super GT F1ANALISITECNICA
F1Analisitecnica fa parte del network di
Visualizzazione post con etichetta Super GT. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Super GT. Mostra tutti i post

Super GT | Lexus e Nissan preparano il 2017 muovendo i primi passi a Suzuka

Foto: Shimpei Suzuki
La Nissan e la Lexus muovono già i primi passi con le rispettive vetture sul circuito di Suzuka, in una sessione di test incentrata in ottica 2017.

L'equipaggio NISMO è sceso in pista con il duo formato da Ronnie Quintarelli e Tsugio Matsuda con la GT-R spec-2017, basata sulla stradale che sarà in vendita dal prossimo anno, la quale ha ricevuto un facelift, migliorando nell'aerodinamica e nella potenza. Ovviamente il motore, così come per la Lexus, non sarà ricavato da quello di serie ma sarà il 2.0 turbo quattro cilindri da circa 600 CV.

Foto: Shimpei Suzuki
Ovviamente le zone soggette a modifiche restano in veste camuffata, in attesa dell'ultimo appuntamento stagionale di Motegi a novembre dove potrebbe essere svelata in maniera definitiva, assieme alla Honda, quest'ultima ancora nell'ombra con la NSX spec-2017. La GT-R ha iniziato il proprio cammino nel Super GT dalla stagione 2008, con le varie generazioni della stradale. La prossima stagione sarà la decima per il glorioso modello.


Foto: Shimpei Suzuki
Presentata il mese scorso proprio in occasione della 1000 km di Suzuka, la Lexus LC500 sostituirà l'attuale RC F, in pista dal 2014. A condurre il nuovo modello per i primi test, i piloti che hanno trionfato nell'ultima gara (1000 km di Suzuka) con il Team Zent: Hiroaki Ishiura e Yuji Tachikawa. L'auto riprende le linee estetiche della stradale presentata quest'anno al Salone di Detroit, incrementando il look aerodinamico oltre alle caratteristiche previste per le vetture della classe GT500, basandosi su un telaio in fibra di carbonio.

Foto: Shimpei Suzuki

Super GT | Shakedown a Okayama per la Toyota GT86 della divisione thailandese in preparazione della gara di Buriram

Foto: Ryuji Hirano
La divisione thailandese della Toyota effettua lo shakedown a Okayama con la GT86 con la quale debutterà il prossimo 9 ottobre sul Chang International Circuit, a Buriram, in occasione della sesta gara stagionale. La vettura dispone di novità in chiave futura, sviluppate in collaborazione con la Dome Motor Racing.

Alla guida Yuhki Nakayama. Il pilota giapponese corre già con la medesima vettura del Team Up Garage with Bandoh, percorrendo in totale 15 giri, quanto basta per verificare il funzionamento di tutte le componenti.


Foto: Ryuji Hirano
Da notare la presenza di un profilo estrattore rivisto, molto più esteso con due tiranti collegati con gli attacchi dell'ala posteriore (già presenti sull'attuale specifica) che tanto ricorda la Honda HSV-010 GT di classe GT500. Tali novità dovrebbero essere introdotte anche sugli altri modelli impegnati nel campionato oltre alla prossima stagione, ovvero: Team Mach, VivaC team Tsuchiya, oltre al già menzionato Team Up Garage with Bandoh.

DTM - Super GT | Class One: tutto rimandato a settembre 2017


Nell'incontro di mercoledì 11 maggio tenutosi a Tokyo, l'argomento di discussione è stato riguardante alla futura Class One ed alla relativa stesura del regolamento comune, che è stato oggetto a rinvii nei mesi scorsi.

Presenti i capi/ team principal di ciascun costruttore: Dieter Gass (Audi), Jens Marquardt (BMW), Ulrich Fritz (Mercedes), Takao Katagiri (Nissan), Masashi Yamamoto (Honda) e Keizo Takahashi (Lexus/Toyota).

Non potevano mancare i due responsabili di ciascuna organizzazione: Hans Werner Aufrecht di ITR (società che controlla il DTM) e Masaaki Bandoh di GTA (promotore del Super GT).


Inizialmente la Class One era prevista per il 2017 (oggetto di discussione nel novembre scorso) con le regole comuni in entrambi i campionati, compreso l'utilizzo del motore unico: 2.0 turbo quattro cilindri in linea, già introdotto l'anno scorso sulle GT500. Attualmente le vetture DTM montano dei 4.0 V8 aspirati ed i costruttori tedeschi hanno congelato la possibilità dell'utilizzo del motore sovralimentato per i prossimi due anni, in quanto più propensi nel continuare a sviluppare l'aspirato, in attesa che si trovi un accordo tra le parti.

Gli altri elementi che contraddistinguono i due campionati sono: format, pilotipneumatici.
  • Nel DTM sono due le gare nell'arco del weekend (reintrodotte a partire dalla stagione 2015) con la durata di 40 minuti (Gara 1) ed un'ora (Gara 2). E' previsto un solo pilota per vettura, mentre come pneumatici Hankook è fornitore unico.
  • Nel Super GT sono previste gare di 300, 500 e 1000 km con una durata rispettiva di 2, 3 e 6 ore; sono previsti due piloti per vettura; infine compaiono diversi fornitori di pneumatici: Michelin, Dunlop, Yokohama e Bridgestone. E' prevista anche la classe GT300 che, però, non è stata argomento di nessuna discussione.
Alla conclusione della riunione, è stato fissato il termine a settembre 2017 come ultimatum per la stesura e presentazione dei regolamenti.

Queste le parole di Hans Werner Aufrecht (DTM): "Durante l'incontro di oggi abbiamo fatto un altro passo avanti per quanto riguarda l'armonizzazione delle regole e abbiamo definito le prossime tappe" - ha detto Aufrecht - "inoltre siamo riusciti a descrivere i due obiettivi principali: riduzione dei costi ed espansione geografica per le campagne di marketing."

SUPER GT | 500 KM DEL FUJI: PNEUMATICI KO PER I TEAM IMPUL E KUNIMITSU

Foto: Twitter Michael Krumm
Con la conclusione della seconda gara della stagionale, la 500 km del Fuji (corsa eccezionalmente di mercoledì a causa della Golden Week in corso in terra giapponese), che ha visto la seconda vittoria consecutiva in GT500 per la Nissan GT-R #1 di NISMO con i campioni in carica Tsugio Matsuda e Ronnie Quintarelli, mentre in GT300 la prima vittoria è stata conquistata dal NDDP Racing with B-Max con la Nissan GT-R (GT3) #3 guidata da Jann Mardenborough e Kazuki Hoshino; la gara ha visto anche i due ritiri della Nissan GT-R #12 (Team Impul) e Honda NSX Concept-GT #100 (Team Kunimitsu) a causa delle rispettive esplosioni dello pneumatico posteriore sinistro durante la percorrenza della 100 R. Entrambe le vetture sono gommate Bridgestone.


Al giro 72 (dei 110 previsti), la Honda #100 del Team Kunimitsu, pilotata in quel momento da Takuya Izawa, causa un'esplosione dello pneumatico posteriore sinistro in un uscita dalla 100 R, molto dispendiosa per gli pneumatici (specialmente in quelli d'appoggio), andando a danneggiare palesemente tutta la fiancata sinistra oltre a far saltare il cupolino del cofano motore (ricordiamo che la Honda monta il motore in posizione centrale). Izawa esce indenne dall'incidente.

Il momento dell'esplosione



Situazione identica accaduta alla Nissan #12 del Team Impul. A quattro giri dal termine (giro 106/110), Joao Paulo de Oliveira sta conducendo la gara con Ronnie Quintarelli (Nissan #1) che si fa sempre più minaccioso alle sue spalle. Il pilota brasiliano si sta per immettere nella 100 R (passando all'esterno della curva per effettuare un doppiaggio su un'Audi) e,  al momento del rientro da tale manovra, s'incomincia a notare del fumo che esce dallo pneumatico posteriore sinistro, finendo per esplodere in pochissimi millesimi di secondi dopo, mandando in testacoda la vettura, con un retrotreno danneggiato in modo evidente. Nessun problema per de Oliveira, che esce dalla vettura deluso a causa della mancata vittoria, mancava davvero poco alla bandiera a scacchi.

Il momento dell'esplosione

Come già indicato prima, sono stati degli incidenti identici per entrambe le vetture. Alla Honda l'esplosione è capitata in uscita di curva, mentre alla Nissan durante la percorrenza della stessa e dopo il rientro a causa di un doppiaggio. Il problema potrebbe essere legato ad un difetto di fabbricazione, dato che entrambi i team montano tali pneumatici.

SUPER GT | ANTEPRIMA DELLA 500 KM DEL FUJI


Il secondo appuntamento stagionale sarà con la 500 km del Fuji, che si svolgerà eccezionalmente mercoledì 4 maggio a causa della Golden Week in corso in Giappone. Si riparte dalla vittoria conquistata a Okayama dalla Nissan #1 (NISMO) con i campioni in carica Tsugio Matsuda e Ronnie Quintarelli, mentre in GT300 dal trionfo Mercedes #65 (LEON Racing) con Haruki Kurosawa e Naoya Gamou.

Essendo un tracciato di proprietà Toyota, la Lexus (brand di lusso dell'omonimo marchio) proverà a riscattarsi dopo il podio conquistato a Okayama dalla #37 del KeePer TOM'S con James Rossiter e Ryo Hirakawa.

Lo scorso anno fu doppietta Nissan sia in GT500 sia in GT300 con le rispettive GT-R #1 (NISMO), #12 (Team Impul) e #10 (Gainer) e #3 (NDDP Racing with B-MAX).

Entry list GT500
Entry list GT300

La gara scatterà mercoledì 4 maggio alle ore 07:00.

SUPER GT | DEBUTTO VINCENTE PER LA MERCEDES AMG GT3 A OKAYAMA

Foto: supergt.net
Nella 300 km di Okayama - prima gara stagionale - disputata ieri e vinta dalla Nissan GT-R #1 - NISMO - in classe GT500 grazie ai campioni in carica Ronnie Quintarelli e Tsugio Matsuda, nella classe GT300, invece, a trionfare è stata la Mercedes AMG GT3 #65 - Leon Racing - ad opera di Haruki Kurosawa e Naoya Gamou, in quella che è stata, di fatto, la prima vittoria della debuttante vettura tedesca nel campionato giapponese.

Foto: supergt.net
Foto: Takashi Ogasawara
La nuova AMG GT3 rappresenta il nuovo modello della vettura più sportiva - in termini di serie - della Mercedes, che va a sostituire la veterana SLS AMG GT3, nonostante i team RQ's Motor Sport e Arnage Racing, continuino ad impiegare la vettura in pista ormai dal 2011 e prossima alla pensione, dopo diverse stagioni di corse in ogni angolo del mondo.

Ricordiamo che l'approdo della SLS AMG GT3 nel Super GT - classe GT300 - risale al 2012, proprio con il Leon Racing, unico team ad utilizzarla mentre la prima vittoria arrivò l'anno dopo, proprio a Okayama, con il team Gainer ed i piloti Bjorn Wirdheim e Katsuyuki Hiranaka - dove corrono tutt'ora - nell'anno in cui diversi team iniziarono la loro avventura con la vettura tedesca, in cui quest'ultima - negli altri campionati - riuscì a portarsi a casa gare come la 24 Ore di Dubai, Nurburgring e Spa.



Notevoli sono stati i cambiamenti, specialmente nell'aerodinamica, nonostante si è deciso di mantenere il motore 6.2 V8 aspirato, ma revisionato con cambio sequenziale al volante a sei rapporti e differenziale autobloccante.

Il passaggio a tale vettura, oltre al Leon Racing, è stato effettuato dal Goodsmile Racing - #4 - Gainer - #11 - e Rn-sports - #111 - che hanno concluso la gara rispettivamente al secondo, quarto e ventiquattresimo posto.

Se si volesse essere pignoli, grazie al secondo posto ottenuto dalla #4 del Goodsmile Racing è stata stabilita una doppietta e se non fosse stato per il terzo posto della BMW M6 GT3 #7 del Team Studie, sarebbe stata tripletta assieme alla #11 Gainer, che ha concluso al quarto posto.

Foto: supergt.net
Foto: Takashi Ogasawara
Foto: Takashi Ogasawara

SUPER GT | ANTEPRIMA DELLA 300 KM DI OKAYAMA


Ci siamo: nel weekend scatterà ufficialmente la stagione 2016. Una stagione che vedrà tante novità, soprattutto nella classe GT300, dove compariranno diverse nuove vetture GT3, oltre ad una nuova Toyota Prius GT tra le vetture silhouette, schierata da apr Racing. In GT500 i campioni Ronnie Quintarelli e Tsugio Matsuda - Nissan #1 NISMO - dovranno difendere il titolo per la seconda stagione consecutiva mentre in GT300 sarà Andre Couto - Nissan #0 Gainer - a difendere il medesimo titolo.

Durante i test hanno brillato tutte le vetture gommate Bridgestone ma attenzione alle vetture gommate Michelin, nei periodi più caldi avranno da dire la loro (come evidenziato da Andrea Caldarelli nell'intervista che ci ha concesso). Per questo primo appuntamento, sono state stipulate le prime specifiche tecniche per ogni singola auto con il Balance of Performance, in modo da livellare le prestazioni di ogni singola auto.

Saranno 45 le vetture al via (15 GT500 e 30 GT300).

La gara prenderà il via domenica 10 aprile alle ore 07:00, visibile in live streaming sul canale YouTube NISMO.

Lo scorso anno trionfarono Andrea Caldarelli e Ryo Hirakawa sulla Lexus RC F #37 del team Tom's mentre invece, in GT300, vinsero Yuichi Nakayama e Koki Saga sulla Toyota Prius GT #31 del apr Racing.

SUPER GT | INTERVISTA AD ANDREA CALDARELLI: "AL TITOLO AMBISCO SEMPRE"


Abbiamo avuto il piacere d'intervistare Andrea Caldarelli, pilota ufficiale della Lexus nel Super GT, che disputa dal 2012 - dopo diversi anni nelle formule - prima con la SC430 e dal 2014 con la RC F. E' proprio in quest'ultimo anno che sfiorò il titolo assieme al compagno d'equipaggio Daisuke Ito, a soli due punti dalla Nissan del team NISMO di Tsugio Matsuda e dall'altro pilota italiano, nonchè amico: Ronnie Quintarelli.



Sei alla tua quinta stagione con Lexus nel Super GT, raccontaci com'è stato il tuo adattamento alla GT500 dopo il periodo trascorso nelle monoposto
Dopo poco kart, a 15 anni ero già in monoposto, dalla Formula Azzurra fino alla Formula 1 con tre doppie giornate di test veri con la Toyota ed uno pseudotest in Ferrari passando ed assaggiando tutte le categorie di monoposto che contano. Non sono mai salito su vetture a ruote coperte fino alla fine del 2011, quando mi ritrovai col "culo" su una Lexus SC430 di classe GT500 con la guida a destra, in quella che è stata la giornata che ha segnato la mia carriera. In mezza giornata di test ho dovuto dimostrare ai sig.ri di Toyota il mio adattamento alle ruote coperte e... andai subito forte! Andai forte proprio perchè la differenza tra una monoposto ed una GT500 è pressochè zero. La GT500 è una monoposto, infatti - come la DTM - è costituita da un telaio in fibra di carbonio del tutto uguale alle monoposto, con un'estetica da vettura stradale. Cambia totalmente il discorso se parlassimo di GT3. In questo periodo ho avuto modo di guidarle e posso dire che, pur essendo divertenti, richiedono un diverso adattamento di guida e di gestione.


Nei test ufficiali, la Lexus si è rivelata più veloce rispetto a Nissan e Honda, quest'anno è possibile ambire al titolo?
Beh, dire che le Lexus siano state più veloci è un tantino azzardato. Azzarderei nel precisare che tutte le cinque Lexus gommate Bridgestone siano competitive. Nissan ha dimostrato le sue potenzialità solo con la #12 (Team Impul) gommata anch'essa Bridgestone. In sordina, invece, la #1 (NISMO) dell'amico Ronnie, ma solo perchè le sue Michelin aspettano il periodo caldo quando, il più delle volte, fanno la differenza. Honda è sicuramente un tantino in difficoltà ma a spot riesce ad essere velocissima. Al titolo ambisco sempre, non riesco ancora a digerire il 2014 con quel secondo posto a due punti dalle... Michelin dell'amico Ronnie :)

Quali sono i punti in cui la vettura può ancora migliorare?
La vettura non ha punti deboli se non il giusto set-up e le giuste gomme per ogni gara. Il regolamento mi ha penalizzato negli ultimi due anni avendo vinto le prime gare di Okayama e con addosso sin da subito zavorre e restrittori che condizionano, in maniera forse determinante, il risultato finale.


Fino all'anno scorso alternavi il Super GT con la Super Formula, quanto è complessa quest'alternanza?
Correre in Super GT e Super Formula è un'alternanza solo piacevole, senza stress o traumi particolari. Due campionati di altissimo livello che ti gratificano al 100% per cui nessun problema particolare. Quest'anno, per impegni anche imprenditoriali, ho dovuto scegliere tra le due categorie e, senza alcun dubbio, la mia scelta è ricaduta nel Super GT che è sicuramente il campionato di riferimento.


Che ne pensi della futura Class One?
Pura libidine!

Quest'anno disputerai anche l'inaugurale Michelin GT3 Le Mans Cup a bordo di una Lamborghini Huracan, non si tratta della prima volta su una vettura GT3, vero?
Si, sarò presente in quattro delle sei gare, le due concomitanti col Super GT, naturalmente, dovrò saltarle. Ho "assaggiato" la Lamborghini ad Imola: entusiasmante. Nel 2015 ho guidato la McLaren 650S in alcune gare del GT Asia Series ed alla 12 Ore di Sepang.


Speri ancora di approdare nel WEC con la Toyota?
Alla mia età sarebbe lecito sperare anche nella Formula 1, figuriamoci nel WEC e con la Toyota. Certe scelte della casa giapponese sono state le mie gioie ed i miei dolori, speriamo in un'altra gioia.


Ti piacerebbe essere al via della 24 Ore del Nurburgring al volante della Lexus RC F GT3?
Certo! Mi piacerebbe, ma quello del Nurburgring è un programma che, per il momento, non coinvolge i piloti stranieri con Lexus. Vedremo!


Ci sono possibilità di vedere la Lexus in un programma GTE?
Non è previsto nessun programma GTE in Toyota/Lexus per adesso, ma i giapponesi sono inclini alle grandi sorprese.

Un ringraziamento ad Andrea per l'enorme disponibilità nel concederci quest'intervista, augurandogli una stagione ricca di successi.

SUPER GT | RILASCIATE LE PRIME SPECIFICHE STAGIONALI

Foto: Ryuji Hirano
In occasione della prima gara stagionale - che scatterà domenica 10 aprile a Okayama - l'organizzazione ha rilasciato quelle che sono le specifiche del Balance of Performance per le vetture di classe GT500 e GT300.

In classe GT500, vengono apportati dei cambiamenti alle cinque Honda NSX Concept-GT dei rispettivi team. Cambiamenti rivolti al peso minimo della vettura che ora è di 1049 kg, rispetto ai 1077 della passata stagione. Nissan e Lexus, invece, correranno con un peso di 1020 kg.


Foto: Ryuji Hirano
Nella classe GT300, costituita da vetture GT3 e silhouette - quest'ultime di serie hanno solo il nome e la forma della vettura - è stato reso noto il BoP di ciascuna vettura, redatto da FIA e JAF - Japanese Automobile Federation - al fine di equilibrare le prestazioni e il divario tra le vetture.

I dati del BoP nel dettaglio:

JAF GT300



FIA GT3


Per le vetture GT3 sovralimentate - BMW, Ferrari e Nissan - sono stati resi noti gli rp/m con la pressione dei bar.

BMW

Ferrari

Nissan

SUPER GT | SINTESI DEI TEST UFFICIALI DEL FUJI

Foto: Ryuji Hirano
Ancora test per il Super GT. Nelle giornate di ieri e di oggi si sono svolti i test ufficiali sul circuito del Fuji, che precedono il weekend del 8-9-10 aprile della prima gara stagionale a Okayama. Spazio anche a delle riprese a scopo promozionale che si sono svolte nella giornata di ieri, subito dopo la fine della prima sessione, inclusa la sessione autografi, con un grande pubblico che vi ha partecipato.


Foto: Ryuji Hirano
La Lexus nella prima giornata di test di ieri, conferma i progressi fatti vedere anche nelle scorse giornate di prove. Stavolta è la #38 del Team Zent di Yuji Tachikawa e Hiroaki Ishiura a stabilirsi davanti alla Nissan GT-R #12 del Team Impul, con 1:27.936, a soli 0.002 da quest'ultima vettura, come se fosse una gara combattuta fino all'ultimo. Ricordiamo (così come si nota dalla fotografia in sovrimpressione) che la vettura sfoggia con dei nuovi inserti gialli sulla livrea (già visti nelle scorse settimane). Dietro alla Nissan, altre due Lexus: la #39 e #37.


Foto: Ryuji Hirano
In GT300 è la Nissan GT3 #3 del NDDP Racing with B-Max, che segna 1:36.151, stabilito da Jann Mardenborough nella sessione pomeridiana, battendo il tempo dell'anno scorso di 1:36.159. E' altrettanto da sottolineare l'enorme divario tra la vettura giapponese e la Lamborghini #88 del team JLOC che ha girato in 1:36.978, un tempo altissimo.


Foto: Ryuji Hirano
Ieri, dopo aver conquistato la prima piazza nella sessione mattutina e la seconda piazza complessiva al termine delle due sessioni, la Nissan GT-R #12 del Team Impul, al termine della giornata ordierna, si piazza davanti nei confronti della Lexus RC F #39 del Team Sard, con 1:28.228, un tempo inferiore a quello stabilito ieri dalla Lexus #38 del Team Zent (1.27.936). L'ambizione per la coppia della #12 formata da Joao Paulo de Oliveira e Hironobu Yasuda è la conquista del titolo, sfiorato nella passata stagione, soprattutto dopo le gare di Sugo e Autopolis.


Foto: Ryuji Hirano
Dopo l'ottimo tempo conquistato ieri dalla Nissan #3, stavolta è la BMW M6 GT3 #7 del team BMW Sports Trophy Team Studie a mettersi davanti in classe GT300. La vettura guidata da Jorg Muller e Seiji Ara segna 1:36.194, avvicinandosi di parecchi decimi dal tempo stabilito da Jann Mardenborough di 1:36.151.


Non resta che attendere ancora due settimane per la prima gara a Okayama.

SUPER GT | CONCLUSI I TEST UFFICIALI A OKAYAMA

Foto: Ryuji Hirano
Una breve anteprima sul circuito di Okayama di quella che sarà la stagione che inizierà tra tre settimane sul medesimo circuito. Nei test ufficiali svolti nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 marzo, hanno visto la partecipazione di tutti i competitors delle classi GT500 e GT300.

  • Prima giornata (sabato 19 marzo)
In GT500, nella giornata di sabato, la Lexus RC F #6 del Team LeMans si è imposta con un tempo di 1:18.877, con la coppia Andrea Caldarelli e Kazuya Oshima. Quattro Lexus sono arrivate nelle prime quattro posizione, segno che la RC F può davvero fare bene in questa stagione.

Foto: Ryuji Hirano

In GT300, hanno presenziato anche gli ultimi team che sono stati costretti a saltare parte dei test invernali per problemi legate alle nuove vetture, tra cui il team Lm corsa, che ha partecipato con la nuova Ferrari 488 GT3. Nella prima giornata la Toyota Prius GT #31 di Koki Saga e Juichi Nakayama, davanti a tutti con 1:27.521, ricordando che il team apr Racing schiererà due vetture in stagione.

Foto: Yuichi Nakayama

  • Seconda giornata (domenica 20 marzo)
Il secondo ed ultimo giorno di test ha visto in GT500 il miglior tempo della Nissan GT-R #12 del Team Impul di Hironobu Yasuda e Joao Paulo de Oliveira con un tempo di 1:19.397, nonostante la vettura dei due piloti che si sono classificati secondi nella passata stagione, ha dovuto fermarsi a metà sessione.

Foto: Ryuji Hirano

In GT300, diverse vetture hanno dovuto arrendersi, tra cui la BMW M6 GT3 #55 del team di Aguri Suzuki (ARTA), la Toyota GT86 #25 del team Viva e la Toyota GT86 #5 del Team Mach. Miglior tempo per la Mercedes AMG GT3 #11 del team Gainer, con Bjorn Wirdheim e Katsuyuki Hiranaka, 1:27.288 il miglior tempo fatto segnare.

Foto: Ryuji Hirano

La prima gara si svolgerà domenica 10 aprile con la 300 km di Okayama.
FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.