Mercedes W10: modificato il raffreddamento della Power Unit

0

Nel post GP d’Austria si è parlato molto del raffreddamento della Power Unit Mercedes, principale causa delle deludenti prestazioni di entrambe le W10. Problematiche di cui vi avevo già parlato su queste pagine durante il weekend del Bahrain.

Power Unit Mercedes - GP AUSTRIA

In Austria anche Mercedes è uscita finalmente allo scoperto. Wolff: “Sapevamo che era il nostro tallone d’Achille poiché è un problema che ci tiriamo dietro dall’inizio della stagione. Abbiamo cercato di limitare il calo delle prestazioni, ma alla fine è stato davvero doloroso vedere le nostre macchine costrette a difendersi senza poter attaccare. Fondamentalmente, la vettura non ha radiatori abbastanza grandi e questo è qualcosa su cui siamo stati un po’ ottimisti, circa quanto potevamo estrarre dal sistema di raffreddamento. È sotto performante rispetto a quello che speravamo di ottenere e ciò significa che stiamo portando avanti questo problema. Nelle gare molto calde dovremo lottare per mantenere tutto abbastanza fresco. Puoi aumentare la quantità di raffreddamento che si ottiene dall’auto aprendo le feritoie sulla carrozzeria, ma in Austria c’erano 35 gradi e questo ci ha portato al punto estremo di quello che possiamo ottenere semplicemente aprendo la carrozzeria. Eravamo quindi al limite e quando arrivi a quel punto sei davvero limitato nelle tue opzioni”.

Power Unit Mercedes - GP INGHILTERRA

Anche Andrew Shovlin, nell’ultima puntata di Pure Pit Wall, ha parlato dei problemi di temperatura delle W10: “I problemi accusati in Austria provengono dalla progettazione della vettura. Abbiamo dei radiatori molto stretti e questo pregiudica il raffreddamento della power unit quando le temperature sono troppo alte. Fondamentalmente abbiamo dei radiatori non abbastanza grandi. Stiamo lavorando sui sistemi, ci stiamo lavorando da prima dell’Austria, per cercare di migliorare questo problema e dovremmo essere in una posizione migliore. Ma tutto si riduce al design fondamentale della vettura nella quale, nella spinta per un corpo molto stretto, abbiamo finito per raffreddare meno del dovuto nel complesso“.

Aspettando l’importante pacchetto di aggiornamenti della Germania (prossimo evento), in Inghilterra entrambe le W10 sono arrivate in pista con un cofano motore rivisto che nasconde delle novità al sistema di raffreddamento dell’unità motrice tedesco. Grazie all’immagine FUnoAnalisiTecnica (Alessandro Arcari) si può notare la novità al condotto che porta l’aria al radiatore dedicato al raffreddamento dell’olio. Il particolare accessorio ha ora una forma più “schiacciata” che sembrerebbe avere più ripercussioni sull’aerodinamica rispetto che al raffreddamento stesso dell’unità motrice.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui