AUSTRIAN-GP / BINOTTO: a Spielberg faremo vari test items…

0
 
Il team principal della Ferrari Mattia Binotto
sta affrontando l’attuale stagione con tanto impegno e dedizione, malgrado i
risultati attesi proprio non riescono ad arrivare. Siamo giunti oramai al nono round
del mondiale 2019 e lo strapotere della Mercedes sembra non lasciare
spazio alle speranze. Nonostante tutto la storica scuderia Ferrari sta
cercando con tutte le forze di rimediare a questa situazione difficile.
 
Durante il Gran Premio di Francia sono
arrivate delle novità per la SF90, alcune delle quali hanno convinto
mentre altre sono state accantonate dopo averle testate il venerdì. Quello che
preoccupa di più in casa Ferrari continua ad essere la difficile
gestione degli pneumatici, che costringe la rossa a prestazioni non all’altezza
della situazione. Mattia Binotto, pensando al difficile fine settimana
disputato al Paul Ricard si dice fiducioso, impaziente di scoprire i
problemi accusati in Francia.
 
Siamo felici di poter tornare immediatamente in pista,
visto che è il modo migliore per avere nuovamente un confronto. Tutto ciò ci
aiuterà a capire che cosa non è andato secondo i piani la settimana scorsa.
Faremo vari test items facendo delle prove importanti che ci aiuteranno ad
avere un quadro più preciso sulla situazione, visto che alcuni nuovi elementi
portati a Le Castellet non si siano rivelati validi
”.
 
 
Entrando in dettagli tecnici sulle caratteristiche del Red
Bull Ring
il boss Ferrari fa il punto della situazione, ricordando
come le condizioni climatiche potrebbero inficiare particolarmente durante il
week-end. settimana.
 
“Quello austriaco è un tracciato completamente differente
con rispetto al Paul Ricard. La prima parte della pista presenta diversi
lunghi rettilinei con staccate molto dure, mentre la seconda parte è più
guidata con un misto di curve a velocità bassa e medio alta. Per i prossimi
giorni si prevedono temperature molto alte che renderanno il fine settimana
sicuramente più impegnativo. Pertanto si dovrà tenere d’occhio il
raffreddamento di motore e freni, tenendo in conto anche la difficile gestione
dei compuond”
.
 
Autore e foto: Alessandro Arcari@BerrageizF1

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui