Gp Canada: i voti della settima gara

E sono 50 per Sebastian Vettel! Il ferrarista vince in Canada dove la vittoria mancava da 14 anni davanti a Bottas e Verstappen. Seguono quindi Ricciardo e gli spenti Hamilton e Raikkonen.
Al via tutto scorre liscio davanti, ma entra subito in posta la safety car per un brutto incidente tra Hartley e Stroll. Alcuni giri e si riparte, con Vettel che inizia a creare gap alle sue spalle, mentre Bottas deve difendersi da Verstappen che monta gomme più morbide. Il degrado per lui, però, è maggiore e infatti è il primo a fermarsi, seguito a sorpresa da Hamilton che aveva lamentato alcuni problemi di potenza. Ricciardo ne approfitta per superarlo con un ottimo overcut
I due davanti allungano molto lo stint in totale gestione della gomma, così come Raikkonen, ma al rientro è comunque alle spalle dell'inglese. 
Nulla da segnalare poi, solo nel finale si vede Bottas in difficoltà e che deve difendersi dagli attacchi di Verstappen così come Ricciardo che deve guardarsi le spalle da Hamilton, ma tutto rimane invariato. 



Ed ora i voti:

Ferrari: 9 al team; 10 a Vettel; 5 a Raikkonen
Lato Vettel tutto impeccabile, dalla qualifica alla gara. Al venerdì la macchina non andava, ma il lavoro fatto dopo le libere è stato eccellente come sempre.
Raikkonen boh. Al venerdì più in palla del compagno, poi in qualifica commette un errore nel giro decisivo e parte 5°; in gara non riesce a tenere il ritmo di Vettel con la stessa macchina... Rimandato...


Mercedes: 7 al team, 9 a Bottas; 5 a Hamilton
Dovevano arrivare qui anche loro con la power unit evoluta e invece è rimasta ai banchi...
Male Hamilton: sembra un parente di quello visto in Spagna. Sulla sua pista si qualifica 4° e chiude 5° dopo che nelle libere aveva bastonato il compagno di squadra.  
Molto bene Bottas invece, 2°, che raccoglie il massimo con un Vettel inavvicinabile.


Red Bull: 8 al team; 8,5 a Verstappen; 8 a Ricciardo
Sembrava che su questa pista dovessero tornare ad avere distacco dai primi e invece si ritrovano nella lotta
Molto bene Verstappen, sia in qualifica che in gara anche a mettere pressione su Bottas. 
Niente male Ricciardo, (con un po' di potenza in meno?) fermato dalla squadra ai box quando stava per superare il compagno. Ottimo nella gestione di Hamilton che lo attaccava nel finale. 


Renault: 8 al team; 7 a Hulkenberg; 7 a Sainz
L'evoluzione portata al motore qui li ha aiutati sicuramente; dopo una buona qualifica riescono a chiudere in 7^ e 8^ posizione, davanti a Ocon. 
Certo, il sorpasso avviene ai box anche grazie ad un problema in casa Force India, però riescono comunque a tenerselo dietro.



Force India: 6 al team; 7 a Ocon; 5 a Perez
Bene Ocon: in qualifica riesce a superare una Renault; in gara poi parte bene e sorpassa anche l'altra; peccato per il problema ai box che gli ha fatto perdere due posizioni. 
Lato Perez, non male in qualifica, anche lui in Q3, ma in gara poi sbaglia la ripartenza dopo safety car e finisce per toccarsi con Sainz, quindi si perde nelle retrovie...


Alfa Romeo Sauber: 8 al team; 9 a Leclerc; 4 a Ericsson
I passi avanti che stanno facendo si vedono, ma solo grazie a Leclerc: si qualifica ancora una volta in Q2 e porta a casa un punto (10 in 7 gare). Ottima la difesa su Alonso, che riesce a superarlo soltanto con il pit stop. 
Ericsson bastonato anche stavolta: escluso in Q1 e in gara totalmente disperso nelle retrovie, chiude a quasi 50 secondi dal suo compagno...


Toro Rosso: 7 al team; 8 a Gasly; 6 a Hartley
In qualifica meglio Hartley di Galsy, costretto poi a partire ultimo per la sostituzione della Power Unit; in gara, il francese fa un'ottimo lavoro e riesce a risalire fino alla 12^ posizione; Hartley è fuori per un incidente in cui non ha colpa. C'è tanto da lavorare, ma la macchina non è così male...


Haas: 5 al team; 7 a Grosjean; 5 a Magnussen
Il team è sembrato essere un po' in confusione qui. Grosjean non riesce a fare la qualifica e parte ultimo; riesce a risalire bene con uno stinto lunghissimo, ma poi ai box a poco più di 20 giri dalla fine gli montano la gomma rossa invece che la Hypersoft; Magnussen è 11° al via, ma chiude alle spalle del compagno una gara del tutto anonima


McLaren: 4 al team; 5 ad Alonso; 4 a Vandoorne
Ma i loro problemi non erano colpa di Honda? In qualifica sono l'ultimo team dei motorizzati Renault; in gara Alonso lotta in gara per risalire, ma si ritira per problemi tecnici; Vandoorne chiude 16°, ma non si capisce bene se abbia partecipato o meno alla gara...
Non ci siamo proprio...


Williams: 2 al team; 2 a Stroll; NC a Sirotkin
Una sola parola: imbarazzante. 
La situazione all'interno del team è da notte fonda; Stroll complica le cose con l'incidente ad inizio gara perdendo la macchina in un modo stranissimo (dice per foratura, ma non si vede alcunché). 
Sirotkin chiude ultimo e staccato, ma come fai a valutarlo con il mezzo che ha?
Disastro, disastro, disastro...





@AleRana95







































Share this

Related Posts

Previous
Next Post »

2 commenti

Write commenti
14 giugno 2018 11:40 delete

stessa macchina per Kimi le balle, Vettel aveva la nuova power unit altro che

Reply
avatar
14 giugno 2018 12:46 delete

Vero, ma il ritmo di Raikkonen era troppo diverso rispetto a quello di Vettel. Non era differenza solo della pu nuova

Reply
avatar