GP CANADA - FERRARI SF71H: ecco i nuovi bargeboard della SF71H

La Ferrari si presenta in Canada con molte aspettative nonostante la vittoria manchi da diversi mesi visto che l'ultimo successo targato Maranello è stato colto in Bahrain ai primi di aprile. Aspettative ancora più elevate tra i tifosi della rossa dopo che la Mercedes ha comunicato di aver posticipato al GP di Francia l'introduzione della prima evoluzione della sua unità motrice per dei fastidiosi problemi di affidabilità che dovranno essere risolti nel giro di pochi giorni. 

Al contrario, il Team con sede a Maranello farà esordire a Montreal la sua prima evoluzione di Power Unit, le cui novità si concentreranno maggiormente sul motore endotermico dove gli ingegneri di Maranello, oltre ad un leggero aumento della potenza massima, stimato in circa 5 CV, hanno lavorato molto sull'affidabilità e sull'efficienza. Affidabilità e soprattutto efficienza che rappresentavano le problematiche principali della Power Unit utilizzata da Ferrari, Sauber ed Haas in questo inizio di stagione. L'affidabilità per gli uomini di Maranello è stata un fattore molto importante dopo il problema strutturale avuto dal propulsore di Raikkonen in Spagna che ha costretto, in via cautelativa, alla sostituzione di tutte le componenti anche sulle vetture di Haas e Sauber nello scorso fine settimana monegasco.


Ma la Power Unit Spec B non sarà l'unica novità montata sulla SF71H del Canada GP poiché come possiamo mostrarvi nella fotografia in alto, la Ferrari porterà in pista nella giornata di domani una nuova specifica di bargeboard. Questi profili aerodinamici, posizionati a valle delle ruote anteriori e appena a monte delle pance, hanno la funzione di condizionatori di flusso reindirizzando i vortici d’aria turbolenta provenienti dall'ala anteriore oltre che a fungere, soprattutto nella parte bassa, da veri e propri generatori di vortici per cercare di sigillare il più possibile il fondo piatto.


Se la parte bassa dei particolari componenti sembra essere stata modificata marginalmente (freccia gialla), la parte alta (freccia azzurra) è stata aggiornata in modo veramente importante. Il grande deviatore di flusso, diviso in tre macro parti, risulta essere ora più alto e raccordato diversamente alla parte diretta verso l'esterno vettura grazie all'introduzione di tre piccoli denti (freccia blu). Novità anche nella parte bassa che funge anche da supporto del grosso deviatore laterale alle pance; ora è evidente come il profilo sia molto più curvato (freccia verde). Serviranno invece ulteriori immagini per valutare possibili modifiche nella parte posteriore dei bargeboard dove nella vecchia specifica era stato posizionato un piano che presentava delle interessanti soffiature.

Autore: @smilextech

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »

4 commenti

Write commenti
8 giugno 2018 08:21 delete

..quindi, prima dite che la ferrari pensa più all'affidabilità con la sua evo mentre mercedes alla potenza (eh, teteski uber alles) ora SEMBRA che sono i tedeschi ad avere grane da non sapere se avranno una evo... Poi la ferrari che doveva aver trovato 10-15cv ora è misteriosamente scesa a +5...nel dubbio, facciamo che è scesa sotto di 10 così andiamo sul sicuro e magari aspettiamo anche una versione ci già che ci siamo?

Reply
avatar
8 giugno 2018 08:43 delete

Un po confusionario il commento. Ma provo lo stesso a rispondere: SI abbiamo detto che Ferrari ha pensato più all'affidabilità. NO, non abbiamo detto che Ferrari ha trovato 10-15 CV (lo hanno detto altri). SI, abbiamo sempre parlato di un piccolo guadagno in termini di performance (sia nella preview, che nell'articolo in questione....5 CV). Buona giornata.

Reply
avatar
8 giugno 2018 15:07 delete

Al pj dall'ALTO della sua conoscenza e delle Petronas Tower, il contraddittorio proprio non va giù.
E la Ferrari non vince da diversi mesi, uno, ma sono diversi per pj.
Tranquillo tutti i magazine parlano di 15 cv.
Chissà che ne pensa Petronas 😊😊😊

Reply
avatar
9 giugno 2018 09:57 delete

@Claudio

Amus riporta 10 invece. Ognuno dice il suo, come sempre ;). A ogni modo, quanti cavalli sono davvero (e con le ovvie tolleranze del caso) non lo saprà MAI nessuno, eccetto gli interessati.

Reply
avatar