GP SPAGNA - PIRELLI: analisi della gara e infografiche

LEWIS HAMILTON SU MERCEDES TRIONFA AL GRAN PREMIO DI SPAGNA CON UN SOLO PIT STOP DA SOFT A MEDIUM E CONDIZIONI METEO VARIABILI 

STRATEGIA ALTERNATIVA A DUE SOSTE PER SEBASTIAN VETTEL. UNO O DUE PIT STOP SCELTI DURANTE IL GRAN PREMIO 

MARTEDÌ E MERCOLEDÌ I PRIMI TEST IN-SEASON DELLA STAGIONE CON MCLAREN E FORCE INDIA IMPEGNATE ANCHE NEI TEST DI SVILUPPO 2019



Barcellona, 13 maggio 2018 – La maggior parte dei piloti, compresi i primi tre, ha effettuato un solo pit stop da soft a medium nel Gran Premio di Spagna più veloce di sempre, mentre alcuni hanno invece optato per una strategia su due o tre soste. Il meteo variabile, con sole, vento e alcune gocce di pioggia durante la gara, ha reso ancora più difficile valutare le condizioni della pista, che presentava livelli di aderenza variabili. Le temperature a fine gara erano di 17° ambiente e 26° asfalto. Il nuovo asfalto ha reso la pista notevolmente più veloce: tutti i piloti di testa hanno registrato tempi sul giro inferiori fino a quattro secondi rispetto al 2017, compreso il nuovo record in gara in 1m18.441s. Quasi tutti i piloti hanno usato pneumatici soft in partenza: l’ingresso della safety car al giro 1 ha aiutato a ridurre i livelli di usura e degrado delle gomme.

MARIO ISOLA – RESPONSABILE CAR RACING 
“Abbiamo visto diversi ragionamenti da parte dei Team principali sulla strategia a una o due soste, con le condizioni del tracciato che sono state estremamente difficili da interpretare sin da inizio weekend e dopo la pioggia di stanotte. Il periodo di safety car a inizio gara ha influenzato la strategia, riducendo i livelli di usura e degrado in una fase cruciale. Dal punto di vista dei pneumatici non ci sono stati problemi e non si è verificato il blistering. Diversi piloti hanno registrato giri veloci con pneumatici medium usati, compreso il nuovo record della pista in gara. Nel complesso, il ritmo è stato molto ravvicinato. Martedì e mercoledì ci sarà la prima sessione di test in-season, con McLaren e Force India impegnate con una seconda monoposto nei nostri test di sviluppo in ottica 2019”
GRAN PREMIO DI SPAGNA GARA INFOGRAFICHE



Share this

Related Posts

Previous
Next Post »

2 commenti

Write commenti
14 maggio 2018 06:44 delete

Buongiorno redazione, spero vivamente possiate fare un articolo tecnico dove spiegate la differenza in termini di prestazione, temperatura e peso dovute alla riduzione di 0,4 millimetri di battistrada. Credo siate gli unici.a poterci aiutare, io non credo assolutamente al complotto! Vi ringrazio anticipatamente!!

Reply
avatar
14 maggio 2018 19:21 delete

Nessuno si è accorto del solito furbetto di luigino (Lewis Hamilton).
In occasione della VSC al giro 41 Vettel aveva un ritardo di 12.9secondi..... dopo qualche secondo, sempre al giro 41 Vettel accumula un ritardo superiore ai 20sec.... di li a poco si ferma ai box e tutto è passato in sordina.

Comunque, il giovane luigino ad ogni VSC guadagna di media 6-7sec sui diretti avversari

Nessuno dice niente.... migliaia di monitor e dati e nessuno se ne accorge.... sono 4-5 volte che accade.... da quando ci faccio caso.

Reply
avatar