GP SPAGNA - GARA: i voti per questo quinto weekend della stagione

Lewis Hamilton stravince il gran premio di Spagna! A completare il dominio segue l’altra Mercedes di Bottas, quindi Verstappen ben più staccato. Solo 4° Vettel, davanti a Ricciardo. Ritiro per Raikkonen.


Hamilton scatta dalla pole e al via mantiene la testa, mentre Bottas che parte al suo fianco, viene superato da Vettel. Ma protagonista è Grosjean che causa un brutto incidente coinvolgendo altre tre vetture. Safety car in pista e posizioni congelate. Al restart, tutto invariato e l’inglese inizia a fare il vuoto. Al 17° giro Vettel ai box per la sosta (molto anticipata) e due giri dopo Bottas lo segue per provare un undercut al contrario, ma un piccolo problema ai box gli nega questa possibilità. Passano alcuni giri ed ecco che assistiamo al ritiro di Raikkonen per problemi tecnici. Quindi, intorno al 25° giro è Hamilton a fermarsi, con Verstappen che prende momentaneamente la testa. In Red Bull allungano lo stint con entrambi i piloti, anche in attesa di una possibile pioggia che potrebbe arrivare, tuttavia intorno al giro 35 effettuano le soste e rientrano in pista in 4^ e 5^ posizione. Sembra non accadere più nulla e invece poco dopo il ritiro di Ocon causa l’ingresso della Virtual Safety Car. Vettel si ferma di nuovo, ma un piccolo problema alla posteriore lo fa rientrare in pista dietro Verstappen. Alla ripartenza, non riesce mai ad impensierire l’olandese e il podio è così sfumato.

Cerchiamo di valutare insieme quanto abbiamo visto ieri. 

Mercedes: 9 al team, 9 a Bottas, 10 a Hamilton


Nulla da dire: un weekend da paura per il team tedesco. Hamilton domina il gran premio, dalle libere, alla qualifica per concludere con la gara; Bottas al top in qualifica; poi in gara si fa passare da Vettel al via, ma grazie alla strategia torna secondo. Unica pecca per il team il piccolo problema avuto ai box nel pit del finlandese che gli era costato “l’undercut" al contrario sulla Ferrari di Vettel. 

Ferrari: 5 al team; 7.5 a Vettel; 7 a Raikkonen 


Niente a che vedere con la Ferrari delle scorse settimane quella vista in gara qui. Queste nuove gomme portate da Pirelli non si sono ben adattate e in tutto il week end è mancato qualcosa. Non credo che il problema sia dovuto solo alle gomme… 

Strategia con Vettel da boh: hanno parlato di usura, ma non ne abbiamo vista chiaramente, quindi non si capisce perché fermarsi così presto e perché alla seconda sosta montare ancora la bianca, pur avendo una gialla (usata) a disposizione. Raikkonen costretto al ritiro per problemi tecnici e non è un bel segno, dato che già venerdì ne aveva accusati altri. La gara dei piloti è sufficiente; quella del team no. 

Red Bull: 7.5 al team; 6.5 a Ricciardo; 5.5 a Verstappen 


Una buona gara per il team austriaco. Partono in 3^ fila, ma in qualifica, per ora, non ne hanno di più. La gara fila liscia, con Verstappen sempre davanti a Ricciardo che non sempre si trova a suo agio con la macchina. Da notare che Verstappen ha mantenuto la terza posizione nonostante il contatto con Sirotkin durante la Virtual Safety Car che gli ha causato un danno all’ala anteriore. Non potevano competere con i Mercedes, ma hanno fatto il loro. 

Haas: 7.5 al team; 8 a Magnussen; 0 a Grosjean


Gara a due facce per il team americano in Spagna: Magnussen porta a casa un’ottima qualifica prima e un grande risultato in gara poi chiudendo al sesto posto. Peccato per la manovra da cervello “off” durante le libere, a macchiare questo suo weekend. La macchina è buona e il lavoro fatto qui qui si vede. Per quanto riguarda Grosjean, invece, parte decimo, e al via compie il disastro. Commette un errore in curva 3 mentre è alle spalle del suo compagno, ma invece di lasciare uscire di pista la macchina, che ormai era girata, continua ad accelerare, attraversando la pista e mettendo fuori gioco anche Gasly e Hulkenberg! Una manovra a dir poco pericolosissima! Una gara di squalifica ci stava 

Renault: 6 al team; 7.5 a Sainz; 6 a Hulkenberg


Hanno corso con una sola macchina: Hulkenberg fuori al primo giro non per colpa sua e la partenza delle retrovie è stata dovuta ad un problema tecnico in qualifica. Sainz mette in saccoccia ancora una buona gara, davanti al pubblico di casa, alle spalle di Magnussen e davanti ad Alonso. Certo, da un team come Renault ci si aspetta che almeno ad Haas stiano davanti, e non dietro circa 15 secondi come qui… Nel complesso, però, sufficienti. 

McLaren: 6 al team; 7,5 a Alonso; 5 a Vandoorne 


Davanti al pubblico di casa, Alonso raccoglie il massimo, dando spettacolo nella lotta con Leclerc. Prova a superarlo varie volte, ma non riesce; ha un’occasione nella ripartenza della VSC e la sfrutta nel migliroe dei modi. Bene anche in qualifica al sabato, ottavo. La partenza con le gomme supersoft, l’ha aiutato nei primi giri, ma alla lunga lo ha penalizzato… Nonostante tutto chiude a punti, alle spalle di Sainz. 

Vandoorne non sufficiente: in qualifica resta escluso nel Q2; in gara deve ritirarsi per problemi tecnici, ma non aveva mostrato nulla di che… Deve fare meglio in un team come McLaren. 

Force India: 5 al team; 6 a Perez; 6 a Ocon


Perez porta a casa due punti, ma la gara per il team non si può considerare positiva. In qualifica entrambi sono fuori dalla Q3; in gara non mostrano nulla di particolare e Ocon è costretto al ritiro per un guasto. Non bene questo weekend… 

Toro Rosso: 6 al team; 6 a Gasly; 5.5 a Hartley 


Diciamo un sei politico. Sia in qualifica che in gara corrono con una sola macchina: al sabato fuori Hartley per l’incidente delle libere 3; chiude poi in 12^ posizione una gara anonima; in gara, Gasly che partiva 12° rimane vittima incolpevole di Grosjean. 

Alfa Romeo Sauber: 6,5 al team; 8 a Leclerc; 5 a Ericsson


Confermato il trend di due settimane fa: in qualifica, Leclerc è ancora 14° e in gara raccoglie più di quanto può con la macchina che ha chiudendo ancora in zona punti e lottando sia con Alonso che con Perez; Ericsson rimane escluso in Q1 al sabato e conclude la gara 13° la domenica… 

Il talento del monegasco inizia a venir fuori… 

Williams: 2 al team; 3 Stroll; 2 a Sirotkin 


Una sola parola: imbarazzante. In qualifica disastro totale; in gara quasi. La macchina non va, ma nemmeno i due piloti e Kubica che gira più forte di entrambi nelle libere 1 ne è la dimostrazione.

Autore: @AleRana95

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »