GP CINA - FERRARI SF71H: in attesa di vedere il nuovo fondo sono state confermate le novità del Bahrain

La Ferrari si presenta in Cina con dopo le due vittorie consecutive ottenute in Australia ed in Bahrain. Le cose in questo inizio di stagione sono andate piuttosto bene anche se, in Bahrain, il ritiro di Raikkonen non ha permesso al team di Maranello punti preziosi per la classifica costruttori

Foto @AlbertFabrega
A Shanghai, almeno per ora, non si notano grosse novità tecniche rispetto alla precedente gare. Ai box si sono viste due versioni di ala anteriore compresa quella utilizzata sul tracciato di Sakhir che aveva dato ottime indicazioni ad ingegneri e piloti.  

Se osserviamo l'ala utilizzata in Bahrain (indicata con il numero 2) possiamo notare che, rispetto alla precedente specifica (indicata con il numero 1) la modifica non è così sostanziale ma ha dato ottimi riscontri perchè ha ridotto l'instabilità all'avantreno che aveva dato parecchio fastidio specialmente a Vettel in Australia. Anche la Ferrari, come tutti gli altri team, sta cercando di depotenziare il vortice Y250 per poi "allontanarlo" dal corpo vettura sfruttando i vortici generati dai piloni e dai turning vanes. E' fondamentale allontanarlo dal corpo vettura perchè è un vortice particolarmente nocivo.

A livello di raffreddamento possiamo notare che è stata aperta una piccola presa d'aria per cercare di incrementare il raffreddamento di alcune componenti elettroniche. 

Per ora non è possibile sapere se, sulla SF71H, è stato montato il nuovo fondo che era arrivato il venerdì in Bahrain e che non è stato utilizzato viste le buone sensazioni avute da entrambi i piloti durante la prima ora e mezza di libere. Vediamo se, questo atteso fondo, verrà utilizzato durante le prove libere o se, la sua introduzione, è stata rimandata alle prossime gare visto gli ottimi riscontri avuti sulla pista di Sakhir. 


Share this

Related Posts

Previous
Next Post »