GP BAKU - PIRELLI: Il circuito stradale più veloce dell'anno con il rettilineo più lungo

BAKU: IL CIRCUITO STRADALE PIU’ VELOCE  DELL’ANNO CON IL RETTILINEO PIU’ LUNGO


Milano, 23 aprile 2018 - In Azerbaijan Pirelli schiera le mescole soft, supersoft e ultrasoft. La gamma può quindi considerarsi di due step più morbida rispetto al 2017: per le mescole 2018, più tenere di uno step rispetto allo scorso anno; e per le tre selezionate, con il debutto della ultrasoft su questo circuito. Questa non è l’unica importante differenza rispetto alla passata stagione: la gara si svolge due mesi prima dello scorso anno, quindi le condizioni ambientali potrebbero essere differenti.


  •  Il gp inizia dopo le 16 e la temperatura asfalto si abbassa rapidamente con il tramonto.  Nessuna delle sessioni di prove libere si svolge alla stessa ora di partenza della gara.
  • Il circuito di Baku è cittadino, per buona parte in mezzo agli edifici e quindi con zone in ombra che rendono ancora più incostante il quadro legato alla temperatura asfalto.
  • Il rettilineo principale è lungo due chilometri e può raffreddare le gomme prima della frenata presente alla fine. E’ il secondo giro più lungo dell’anno, dopo Spa-Francorchamps.
  • Nel 2017, la strategia è stata influenzata dall’ingresso della safety car e dalla bandiera rossa, su una pista dove vi sono spesso contatti tra le monoposto.
  • Daniel Ricciardo ha vinto nel 2017 con una strategia a tre soste supersoft-soft-supersoft-supersoft. Il pilota Red Bull, partito 10°, ha effettuato il secondo pit stop in regime di safetycar e il terzo con bandiera rossa. 
  • Lo scorso anno una delle sfide principali per i piloti era quella di scaldare correttamente GLI pneumatici anteriori e posteriori. E’ probabile che questo fattore possa accentuarsi con temperature più basse.

MARIO ISOLA – RESPONSABILE CAR RACING
“Il Gran Premio dell’Azerbaijan dovrebbe disputarsi in condizioni diverse quest’anno, visto che si terrà due mesi prima e con temperature probabilmente più basse rispetto alla scorsa stagione, quando la temperatura asfalto aveva superato i 50°. Con i nuovi regolamenti, la nomination nel 2017 era stata forse un po’ troppo conservativa e non vennero praticamente usati i P Zero White medium. Per il 2018 abbiamo nominato   mescole più morbide: ciò dovrebbe portare a un’ampia varietà di strategie, come si è visto nelle ultime due gare in Bahrain e Cina”.

QUALI NOVITÀ?
  • Ferrari, Mercedes e Red Bull hanno scelto quantitativi diversi di set disponibili per mescola, con strategie che si preannunciano diverse all’interno di Ferrari e Mercedes. 
  • Successo per l’Audi R8 LMS guidata da Vanthoor/Riberas/Mies nell’appuntamento di Monza del Blancpain GT Series. 
  • A Baku torna la Formula 2, unica gara collaterale in programma questo fine settimana. 

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »