TEST F1 - GIORNO 3: la MERCEDES ha affinato le "zanne" sulla W09

La W09 vista nel filming day dello scorso giovedì a Silverstone e nelle prime due giornate di test invernale è sicuramente una macchina non cosi diversa a livello estetico dalla W08 2017. Nessuna rivoluzione insomma, con il Team campione del mondo che ha preferito continuare con un concetto aerodinamico ben conosciuto, puntando ancora passo lunghissimo e basso rake. Entrando più nel dettaglio di questi due importanti parametri, la W09 2018 ha lo stesso passo (lunghissimo) della vettura campione del mondo 2017 e un rake leggermente maggiore.

Dopo avervi parlato della Deck Wing e del monkey seat in versione 2018 portati in pista fin dalla primissima giornata di test da Valtteri Bottas (LINK), vogliamo ora mostrarvi una modifica di dettaglio ma che ci indica come gli ingegneri del Team anglo tedesco abbiano lavorato sui dettagli di alcune soluzioni utilizzate positivamente nella scorsa stagione: stiamo parlando degli importanti deviatori di flusso, chiamati più comunemente "zanne", posizionati lateralmente e sotto al muso della W09.  

MERCEDES W09: le "zanne" in versione 2018

Grazie ad una immagine FUnoAnalisiTecnica in arrivo dal Montmelo è ben visibile la specifica di zanne che Mercedes ha installato sulla W09 2018, componenti che vanno a sostituire i veri e propri turning vanes e che fungono da convogliatori utili ad incanalare il flusso diretto verso i bargeboard.

MERCEDES W08: le "zanne" in versione 2017

Come potete osservare dalle due immagini presenti nell'articolo, la prima mostra la specifica 2018 di "zanne", la seconda la versione dello scorso anno, è possibile notare come il Team anglo tedesco, pur mantenendo una sezione d'ingresso molto simile, abbia accentuato l'angolo di attacco oltre ad aver introdotto nella parte interna due importanti soffiature (nella prima immagine in verde) che vanno a scaricare il profilo (semi) verticale.

Per quanto riguarda soprattutto l'aerodinamica, Mercedes ha lavorato molto nei dettagli, cercando di sbloccare il potenziale inespresso nella scorsa stagione dalla W08. Modifiche invece ben più importanti invece sotto al cofano, quindi poco visibili: stiamo parlando, cosi come già indicato nell'analisi tecnica post presentazione della W09, delle sospensioni, della Power Unit (e degli scarichi) del telaio e, in modo importante, della trasmissione, molto miniaturizzata per permettere una maggior chiusura sul retrotreno, con la possibilità di sfruttare maggiormente il diffusore per la generazione di carico aerodinamico. 

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »