GP SUZUKA: Ferrari conferma le novità e monta l'ala a "cucchiaio" - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
FUNOAnalisitecnica fa parte del network di

giovedì 5 ottobre 2017

GP SUZUKA: Ferrari conferma le novità e monta l'ala a "cucchiaio"

Se in casa Mercedes c'è molta preoccupazione per un pacchetto aerodinamico che fatica a funzionare, in casa Ferrari non si sta meglio a causa dei risultati delle ultime gare. La vettura si è dimostrata ultra competitiva e, sia a Singapore che in Malesia, sono stati raccolti pochi punti rispetto al potenziale della SF70H. Potenziale che poteva garantire alla Rossa una doppietta sia a Singapore che in Malesia. 

Foto @AlbertFabrega

La Rossa si presenta in Giappone con tutte le ultime novità introdotte in Malesia che, per chi si fosse perso le precedenti analisi, sono concentrate nella zona dell'airscope + scambiatore ERS e sui bargeboards

Foto @AlbertFabrega

Cambiata rispetto alla Malesia l'ala posteriore che, come potete osservare dall'immagine in basso, è ritornata ad avere un profilo principale a "cucchiaio". Configurazione aerodinamica che può starci visto che il tracciato di Suzuka richiede un setup aerodinamico da più basso carico rispetto alla Malesia. Questa versione di ala, utilizzata anche in Canada e Spa, è studiata appositamente per concentrare il carico nella zona centrale scaricandone la zona esterna in modo da diminuire la resistenza all'avanzamento.

Da segnalare, inoltre, l'utilizzo del doppio monkey seat: uno collegato al doppio pilone di sostegno dell'ala posteriore e il secondo"ancorato" alla struttura deformabile posteriore. 

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

9 commenti

Write commenti
Ric
AUTHOR
5 ottobre 2017 16:54 delete

Da quanto vedo, fatta eccezione per la T-wing in versione mono-plano, mi sembrano montate tutte le specifiche aero da massimo carico (ala a cucchiaio, doppio monkey seat e ala anteriore). Se non sbaglio con una configurazione molto simile, a Silverstone la Ferrari soffrì tremendamente.

Essendo Suzuka non molto dissimile da Silverstone, mi chiedo quali siano stati i maggiori sviluppi che nel giro di 3 mesi abbiano permesso di ripristinare un livello di efficienza aerodinamica tale da far schierare la SF70-H con la configurazione vista sopra. Secondo voi tale incremento di performance, sempre se confermato, a cosa è principalmente dovuto? Nuovo Fondo? Nuovi Badgeboards? Modifiche dei cinematismi sospensivi che a quanto pare permettono alla vettura di 'digerire' un assetto più rigido nonchè migliore Tyre-management? O anche il lieve incremento di potenza può contrastare parzialmente la componente di resistenza, non proprio bassa della SF70H?

Reply
avatar
5 ottobre 2017 17:11 delete

A dir la verità l'ala a cucchiaio è a basso carico aerodinamico.
Comunque penso che le novità portate da Silverstone in poi sono state talmente tante e talmente ben riuscite che non penso assolutamente che si possano ripresentare quei problemi...poi c'è anche da dire che quello fu il miglior GP per la MB.
Tornando alla Ferrari, il nuovo fondo, i nuovi bargeboards, la nuova sospensione anteriore, i recenti aggiornamenti portati in Malesia (che per me sono stati quelli che hanno dato una mano maggiore a Ferrari) ed il nuovo motore specifica 4 possono secondo me permettere a Vettel di giocarsi ancora in mondiale seppur con basse probabilità

Reply
avatar
Ric
AUTHOR
5 ottobre 2017 17:43 delete Questo commento è stato eliminato dall'autore.
avatar
Ric
AUTHOR
5 ottobre 2017 17:45 delete

Sì è vero. l'ala a cucchiaio è pensata per ottimizzare l'efficienza aerodinamica a discapito di una quota di carico.

In ogni caso volevo evidenziare che siccome la configurazione montata oggi è del tutto simile a quella con cui fecero la gara di Silverstone, evidentemente sono fiduciosi di essere riusciti, seppure con modifiche non radicali ma di vario tipo a sopperire alla mancanza di efficienza (cosa che non si corregge senza rinunciare alle varie superfici di generazione del carico, se non con una organica revisione della gestione dei flussi attorno al corpo vettura).

Se così fosse onestamente sarebbe l'ennesima testimonianza di un ottimo lavoro di sviluppo in questa stagione, in cui ad eccezione della specifica di diffusore testata in Ungheria, tutti gli upgrade portati in circuito hanno funzionato.

Reply
avatar
5 ottobre 2017 18:02 delete

Appena ho letto l’articolo ho pensato esattamente la stessa cosa: sia in Canada che in Gran Bretagna non erano andati bene con quella configurazione ma spero proprio che molti di quei problemi siano stati ampiamente risolti

Reply
avatar
5 ottobre 2017 18:14 delete

Ma secondo voi nello scorso gp la ferrari ha utilizzato un assetto a maggior rake? Dalle foto e dai video in diverse angolazioni si vede come la ferrari sia picchiata in avanti leggermente meno della red bull, se fosse così sarebbe una gran cosa vuol dire che si è recuperato tutto quel carico ma soprattutto efficienza che ci avevano tolto da baku in avanti per colpa del fondo. Redazione voi sapete qualcosa in più?

Reply
avatar
5 ottobre 2017 18:21 delete

Già dall ungheria erano riusciti a portare un assetto con alti valori di rake grazie ad un nuovo fondo. L'ala a cucchiaio a spa è stata utilizzata e la rossa era molto veloce sul passo gara. Vedremo questo gp!

Reply
avatar
6 ottobre 2017 12:09 delete

Si possono portare tutti gli aggiornamenti che volete...ma se dopo 100 m ti autoelimini oppure distruggi la macchina nel giro di rientro...beh la vedo dura vincere questo mondiale.Secondo me Marchionne dovrebbe mandare i 2 alfieri Ferrari a Lourdes...perché per vincere ci vuole anche fortuna oltre che la bravura.Cmq a parte le battute la macchina mi sembra sia diventata la vettura più competitiva e spero riescano a darci la gioia della vittoria finale

Reply
avatar

Powered by Blogger.