GP BAKU: RENAULT R.S.17 con nuovi turning vanes, bargeboards e ala posteriore a cucchiaio - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
FUNOAnalisitecnica fa parte del network di

giovedì 22 giugno 2017

GP BAKU: RENAULT R.S.17 con nuovi turning vanes, bargeboards e ala posteriore a cucchiaio


La Renault ha portato per questo ottavo appuntamento stagionale una serie di sviluppi aerodinamici sulla R.S.17 per cercare di migliorare le prestazioni che, per ora, nonostante delle ottime prestazioni in qualifica ottenute da  Hulkenberg, è riuscita a raccogliere solo 18 punti in classifica costruttori

Il nuovo pacchetto evolutivo prevede dei turning vanes che continuano ad essere composti da due elementi ma il primo profilo, come potete osservare dal confronto in basso, è stato completamente cambiato formando una sorta di "convogliatore" . Questi elementi aerodinamici sono molto importanti per la corretta gestione del flusso d'aria in arrivo dalla sezione neutra dell'ala anteriore e dalla parte interna dei flap e diretto poi verso i bargeboard e quindi il fondo vettura.


Oltre ai tuning vanes sono state aggiunte 2 soffiature sul profilo orizzontale dei bargeboards che, nella versione di Baku ne presenta ben 6 contro le 4 presenti sul profilo utilizzato fino al Gp del Canada. Modifica finalizzata ad energizzare il flusso d'aria diretto verso la zona posteriore della vettura per cercare di incrementare il carico aerodinamico senza andare ad aumentare la resistenza all'avanzamento.  Questi particolari aerodinamici, in questa stagione, stanno subendo un'evoluzione continua su tutte le vetture, in quanto, vengono utilizzati come dei veri e propri generatori di vortice per garantire il miglioramento del flusso diretto verso il fondo vettura. Se di alimenta il diffusore con un flusso d'aria molto energico si ha la possibilità di aumentare il carico aerodinamico generato attraverso l'estrattore


Al posteriore, viste le caratteristiche del tracciato, gli ingegneri di Enstone hanno portato in pista un'ala a cucchiaio. Soluzione vista quest'oggi anche su Mercedes, Toro Rosso e Williams. Con questa tipologia di ala si va a caricare maggiormente la parte centrale dell'ala, andando a scaricare invece le parti esterne che sono generatrici di deleteri vortici di estremità e quindi dell'aumento della resistenza all'avanzamento che sulle vetture 2017 è fondamentale cercare di evitare. Che sia un'ala posteriore più "scarica" rispetto a quella utilizzata in Canda lo si capisce anche dalle soffiature presenti nella parte alta degli endplate che sono passate dalle 4 di Montreal alle 2 di Baku.

Una Renault che andrà alla ricerca della velocità di punta andando a ridurre la resistenza all'avanzamento visto che, la power Unit francese, paga qualche cavallo di troppo nei confronti dei motorizzati Ferrari 2017 e Mercedes.



Testo di Spontonc  - foto confronto di Alberto Rodríguez (@Albrodpul)



Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :
Powered by Blogger.