FERRARI SF70H: innovativo l'ingresso alle pance - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
FUNOAnalisitecnica fa parte del network di

FERRARI SF70H: innovativo l'ingresso alle pance

Dopo aver analizzato macroscopicamente la Ferrari SF70H nella giornata di ieri (LINK 1 & LINK 2), oggi vogliamo proporvi un approfondimento su quella che è secondo noi la parte più interessante della vettura italiana nella sua configurazione di presentazione: la parte d'ingresso alle pance. 

Immagine 1

Partiamo da un qualcosa che non vi abbiamo segnalato nell'analisi tecnica pubblicata ieri e che alcuni nostri lettori molto attenti (grazie PasquAle) hanno notato all'interno delle pance della SF70H. Il condotto diretto verso i radiatori non è uno solo ma è diviso in tre come potete ben vedere dall'immagine 1, o meglio, nella parte alta sono stati creati altri due piccoli condotti che portano aria in una zona diversa.

Ma la cosa interessante che vogliamo evidenziarvi in questo articolo è questa: le bocche d'ingresso alle pance della Ferrari SF70H non hanno la forma "ovale" che si intravede guardando dal davanti le vettura. Quella è una prospettiva che può ingannare anche i più esperti. Le prese d'aria dei radiatori hanno una forma tradizionale ma quello che le rende ovali è la forma del deviatore di flusso che la Scuderia italiana ha studiato per spostare più aria possibile vicino all'abitacolo verso il fondo vettura, andando quindi a massimizzare il flusso d'aria in arrivo al retrotreno. 

video

Grazie alla GIF creata dallo spagnolo BueuF1 si può notare più o meno come sono le bocche d'ingresso della SF70H dietro al grosso deviatore, più convenzionali rispetto alla forma che ci si ritrova se si guarda la SF70H dal davanti. Caratteristica che si può notare anche nell'immagine successiva:


Che se vogliamo confrontarle a quelle che Ferrari aveva pensato per la SF16-H, non sono nemmeno troppo diverse.


L'innovazione di cui parliamo anche nel titolo dell'articolo sta nel pensare di posizionare un grosso deviatore di flusso che riduce la sezione di ingresso soprattutto nella parte interna della vettura ma che riesce a garantire un maggior afflusso d'aria verso la parte terminale e superiore del fondo vettura (freccia gialla in basso). Con la Ferrari che si è tenuta comunque la possibilità di togliere questo grande deviatore (o evolverlo), segnalato con il numero 1 in giallo nell'immagine in basso, tornando ad una soluzione più convenzionale simil SF16-H. 


Questa secondo noi è l'unica importante innovazione pensata dal Team italiano, mentre il resto della vettura vista in pista a Fiorano ieri è ancora molto convenzionale. Ma molti pezzi della SF70H pensata per il precampionato ieri mancavano e verranno mostrati solo nella otto giorni di test a Barcellona. 

The PJ

About The PJ

Subscribe to this Blog via Email :

16 commenti

Write commenti
25 febbraio 2017 11:25 delete

Beh, la vera novità è come l'ingresso delle pance sia molto in Alto, praticamente a filo con la fine delle pance stesse in altezza. Vorrei sapere come hanno fatto a metterci dentro i supporti per passare il crash test.
La cosa bella è che le sospensioni davanti non disturbano minimamente il flusso di aria, a tutto vantaggio del raffreddamento a della pulizia dei flussi.
Finalmente la Ferrari mostra una novità. . Che funzioni o meno ma almeno è un qualcosa, rispetto agli anni di stasi totale

Reply
avatar
25 febbraio 2017 11:28 delete

Inoltre faccio notare come i deviatori laterali siano molto,molto simili alla f2008.

Reply
avatar
PasquAle
AUTHOR
25 febbraio 2017 11:34 delete

A primo impatto guardando la SF70-H ci ero rimasto un po' male perché, forse, volevo vedere una monoposto più "armoniosa" e pulita nelle forme, però continuando a guardarla e analizzarla nelle immagini e con il vostro aiuto ho già iniziato ad apprezzarla e spero davvero vivamente che le prestazioni siano superiori alle aspettative.
Aspettative che dai rumors pre stagione davano ingegneri Ferrari non soddisfatti dei dati di simulazione, ma se davvero nelle gare europee porteranno una versione B capace di garantire ancor più carico, allora dovremmo poter vedere un campionato abbastanza combattuto e quanto meno una base ottimamente sviluppata per il 2018!
(Si perché ancora sembra che la Ferrari debba sperimentare un po' di cose ancora e questa stagione sarà tutto un lungo test!)
P.S. Ringrazio io voi di F1-AT per lo splendido servizio che rendete a noi, pochi, appassionati di F1 e relativa tecnica!

Reply
avatar
25 febbraio 2017 11:54 delete

Non vorrei sbagliarmi ma Dai video postati sul sito scuderia.ferrari ho notato anche una pinna posta all'interno Delle nuove aperture incurvata verso i condotti di raffreddamento...

Reply
avatar
25 febbraio 2017 13:35 delete

Comunque ali e musi vari, si aggiornano gara per gara ma tra pance fiancate e lavori più sostanziali come quelli portati sulla nuova Ferrari sono più difficili da elaborare durante l'anno. Secondo me a come molti articoli riportavano, ci siamo. È stato un buon lavoro anche senza grandi nomi adesso vidamo che succede e quello che emerge dai test. Grandi forza F1analisitecnica

Reply
avatar
davide
AUTHOR
25 febbraio 2017 14:54 delete

Quando cambieranno quella sigla SF davanti che porta SFiga??

Reply
avatar
25 febbraio 2017 14:59 delete


Il proliferare di appendici varie è sinonimo del fatto che in Ferrari sono alla ricerca di carico, ma ricorrere a ciò ha un costo in termini di coefficiente di penetrazione aerodinamica e questo è un dato di fatto universalmente accettato, la cosa potrebbe essere anche sinonimo del fatto che in Ferrari intendono compensare il maggior “drag” con una spinta orizzontale più consistente mantenendo, nel contempo, i benefici che derivano dall’avere un passo più corto, quindi più manovrabilità in curva. Tuttavia, analizzando quello che viene riportato nell’articolo, mi viene automatico chiedermi dove conducono i tre condotti diretti alle masse radianti? Hanno solo lo scopo di raffreddare meglio la pu o sono stati realizzati a scopi aerodinamici? Inoltre, se ho capito bene, i deviatori di flusso dovrebbero alimentare maggiormente il fondo con un costo minimo in termini di drag. Infine ho l’impressione che la parte superiore dei deviatori provveda ad incanalare aria verso le pance ed anche questa soluzione non dovrebbe essere troppo dispendiosa in termini di penetrazione aerodinamica.

Chiaramente sull’argomento mi piacerebbe sentire chi ne capisce più di me.

Reply
avatar
Fabio
AUTHOR
25 febbraio 2017 15:30 delete

Penso anche che i deviatore davanti alle bocche creino un effetto venturi che aumenti la patata d'aria verso le prese d'aria dei radiatori. A mio parere soluzione molto interessante ed innovativa

Reply
avatar
Alex
AUTHOR
25 febbraio 2017 15:42 delete

Una domanda: ma la paratia laterale non è troppo esposta a possibili urti in gara?

Reply
avatar
25 febbraio 2017 15:55 delete

Poi dicono che non abbiamo aerodinamici.
A me sembra raffinatissima al centro.
Poi parlerà la pista...

Reply
avatar
25 febbraio 2017 16:13 delete

Sembra LA macchina dell anno scorso con qualche aggiornamento mirato nei punti giusti. Spero Che portino a risultati decenti per le prime quattro Gare, aspettando LA versione B con idee un po piu innovative; altrimenti Sara un altro anno Di transizione .

Reply
avatar
25 febbraio 2017 16:44 delete

Cos'è la patata d'aria? :D :D

Reply
avatar
Nero
AUTHOR
25 febbraio 2017 16:45 delete

Scusa ma la patata d'aria è troppo divertente:)))

Reply
avatar
Unknown
AUTHOR
25 febbraio 2017 20:32 delete

Da quanto ho capito anche leggendo da altre fonti, la struttura anti collisione alta dovrebbe essere non più nelle pance, ma abbassata e inserita nel convogliatore inferiore (giustificandone lo spessore). Questo sarebbe il motivo per cui l'entrata delle pance è arretrata e molto più sottile in alto e vorrebbe anche dire che se funziona gli altri team per copiare la soluzione dovrebbero rifare i telai. Se non funziona sarebbe la Ferrari a doverlo rifare.

Reply
avatar
ketoh
AUTHOR
25 febbraio 2017 21:21 delete

La patata "a tavola" è una portata...quindi in tal caso il sinonimo ci sta tutto :D

Reply
avatar
Unknown
AUTHOR
27 febbraio 2017 00:02 delete

https://youtu.be/HnP2sOL_ueU
Guardando questo video mi sono accorto che c'é in pezzo di fondo "tagliato" subito dopo i deviatori verticali che flette, forse in maniera "programmata".
Voi cosa ne pensate?

Reply
avatar

Powered by Blogger.