MERCATO TECNICI: con Allison in Mercedes che fine farà Paddy Lowe?

Come vi avevamo anticipato l'ormai lontano 7 ottobre James Allison lo si può considerare a tutti gli effetti un nuovo membro del Team Mercedes, scuderia che ha dominato gran parte di questa prima parte di era "ibrida" con ben 51 vittorie dei 59 Gran Premi corsi. Secondo gli ultimi rumors il tecnico inglese potrà iniziare a lavorare per il Team anglo tedesco tra aprile e maggio 2017 dopo aver terminato il lungo gardening (circa 6-8 mesi) a cui tutti gli importanti ingegneri dei vari Team sono solitamente costretti a rispettare. 


Tutti gli appassionati però si stanno chiedendo come il Team Mercedes possa aver bisogno di un tecnico pur bravo come James Allison, avendo a disposizione già delle eccellenze importanti nelle posizioni cardini del reparto tecnico come Paddy LoweAndy Cowell, Aldo Costa, Geoff Willis e Mark Ellis.

Come scrivevamo anche qualche settimana fa la risposta è sempre legata ai rinnovi di Aldo Costa e soprattutto di Paddy Lowe, entrambi in scadenza nel 2017 con Mercedes.

Secondo le ultime informazioni raccolte da FUnoAnalisiTecnica soprattutto il bravo tecnico britannico (per chi non lo sapesse è un ingegnere elettronico) sarebbe alla ricerca di una nuova "sfida" dopo le tante vittorie con il Team per cui ha ricoperto il ruolo di Direttore Esecutivo della parte tecnica dal 2013 e fino ad oggi. Nel caso Lowe scelga di non sposare più il progetto Mercedes (non sicuramente una certezza attualmente), James Allison sembra abbia già la promessa di essere il principale candidato per la sua sostituzione mettendo cosi sicuramente del malcontento in Aldo Costa, il quale ha sempre ambito a quella importante posizione (sicuramente non ricoperta nel migliore dei modi negli anni in Ferrari).

Un Paddy Lowe che sempre secondo le ultime informazioni che abbiamo raccolto non sembra sia vicino né a Ferrari e né a Williams; entrambi i Team si sarebbero interessati all'ottimo ingegnere britannico ma se da una parte è presente una forte resistenza di un Marchionne che non ha più una gran voglia di riaprire ulteriormente il portafoglio per portare un ottimo ingegnere nel Team dopo gli importanti investimenti della stagione 2016, dall'altra Lowe si è trovato di fronte ad una offerta di una scuderia che ormai da anni risulta essere ben lontana dall'essere un Top Team e con la quale non potrebbe sicuramente aspirare alle primissime posizioni sia nel breve che nel medio termine.



Ma c'è un altro Team che vorrebbe puntare nel breve alle primissime posizioni, e quel Team si chiama Mclaren, scuderia che l'ingegnere britannico conosce già piuttosto bene facendone parte per ben 20 anni dal 1993 al 2012. A quanto ci risulta i primi approcci conoscitivi sarebbero già in corso con il neo Direttore Esecutivo Mclaren Zak Brown che vorrebbe regalare nei prossimi mesi al duo Alonso - Vandoorne un tecnico di primo livello da affiancare a Peter Prodromou, l'ex delfino di Adrian Newey. Tanto che l'imprenditore americano a incarico intrapreso ha voluto subito contattare James Allison per portarlo in Mclaren ma la risposta è stata negativa in quanto già con un precontratto firmato con Mercedes. Sarà interessante quindi capire, non solo per i tifosi della Mecca, come evolverà la vicenda poiché l'arrivo di Paddy Lowe in un altro Team non muoverebbe solamente una persona fisica ma anche e soprattutto importanti segreti, conoscenze e informazioni da riversare dalla scuderia pazzescamente dominatrice negli ultimi tre anni di Formula 1 ad un'altra.   

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »