Gran Premio d’Italia 2016 – Prove libere - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Gran Premio d’Italia 2016 – Prove libere


LEWIS HAMILTON PIÙ VELOCE NELLE FP2 SULLE SUPERSOFT:
LA POLE DELLO SCORSO ANNO GIÀ BATTUTA NELLE FP1 SULLE SOFT
TEMPERATURE DELLA PISTA MOLTO ALTE, OLTRE I 45°C
COME A SPA, DURANTE LE SESSIONI DI PROVE LIBERE SONO STATI USATI
PNEUMATICI PROTOTIPO A MESCOLA SOFT
Monza, 2 settembre 2016 – Caldo estremo – con temperature più alte persino di quelle registrate in Belgio lo scorso weekend – velocità molto elevate e un gap di prestazioni relativamente contenuto tra supersoft e soft sono stati i punti-chiave delle prove libere di oggi a Monza.
Le temperature della pista hanno raggiunto i 46°C nel pomeriggio, oltre 30°C quelle ambientali, e questo ha chiaramente avuto un effetto su consumo e degrado dei pneumatici, specie con le supersoft.
La mescola più morbida ha segnato il miglior tempo della giornata con il pilota della Mercedes Lewis Hamilton, ma il vantaggio in termini di performance rispetto alla soft è ragionevolmente ridotto: finora circa 0,6 secondi. Più evidente il gap tra soft e medium, di circa 1 secondo, con tutte e tre le mescole utilizzate in questa prima giornata.
Questo suggerisce che la soft sarà il pneumatico forte in gara, anche se i team hanno provato anche la supersoft sui long run. Come sempre, nelle FP2 le squadre hanno suddiviso il lavoro tra simulazioni di qualifica e gara, per avere un quadro generale su consumo e degrado con carichi differenti.
A Monza si raggiungono le velocità più elevate dell’anno, con i piloti che sfiorano i 360 km/h in fondo al rettilineo principale. Con l’aumentare del grip nel corso del weekend, è probabile che queste velocità crescano.
Come avvenuto nel Gran Premio del Belgio lo scorso fine settimana, solo per le sessioni di prove libere del venerdì ciascun pilota ha avuto a disposizione due set di pneumatici prototipo a mescola soft, non contrassegnati da alcun colore. Dopo l’analisi dei dati raccolti, si deciderà se introdurre questo tipo di pneumatici in futuro.
Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli: “Le temperature della pista che abbiamo avuto oggi sono state persino più alte di quelle del Belgio, con un picco di 46°C. Questo avrà un effetto sui pneumatici, ma dobbiamo vedere le condizioni nel resto del weekend. Da tradizione, la strategia vincente è sempre stata di una sola sosta,  ma quest’anno per la prima volta portiamo a Monza le supersoft. Nelle prove libere di oggi ci si è concentrati proprio sul vedere come questo pneumatico – che finora è di circa mezzo secondo più veloce della soft – potrebbe comportarsi in gara”.
FP1 – TEMPI  FP2 – TEMPI  
1. Rosberg1m22.959sSoft New1. Hamilton1m22.801sSupersoft new
2. Hamilton1m23.162sSoft New2. Rosberg1m22.994sSupersoft new
3. Raikkonen1m24.047sSoft New3. Vettel1m23.254sSupersoft new
FP1 – MIGLIOR TEMPO PER MESCOLA
MediumRicciardo1m28.007s
SoftRosberg1m22.959s
SupersoftHamilton1m23.643s
PrototipoHamilton1m24.123s
FP2 – MIGLIOR TEMPO PER MESCOLA
MediumRosberg1m24.569s
SoftHamilton1m23.732s
SupersoftHamilton1m22.801s
PrototipoBottas1m25.007s
STINT PIÙ LUNGHI DELLA GIORNATA
SoftVettel27 giri
MediumRosberg23
SupersoftGutierrez22
SupersoftRaikkonen22
PrototipoMassa11
Statistiche pneumatici del giorno:
 MediumSoftSupersoftPrototipo (Soft)
km percorsi *1001289521481256
set usati in totale **17412939
maggior numero di giri **23272211
* I numeri indicano la quantità totale di chilometri percorsi oggi in FP1 e FP2, tutti i piloti insieme.
** Per mescola, tutti i piloti insieme
Pressioni minime prescritte per pneumatici slick:  23,5 psi (ant.) e 21,5 psi (post.)
Visto nel paddock: Bernie Ecclestone. Il Patron della Formula 1 è stato visto nel paddock e nella pitlane, prima della firma dell’ accordo per mantenere Monza nel Campionato del Mondo per i prossimi tre anni – proprio come Pirelli.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.