FERRARI: il nuovo DT Binotto non è un motorista puro - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

FERRARI: il nuovo DT Binotto non è un motorista puro

Pochi minuti fa la Ferrari ha annunciato la separazione con il proprio Direttore Tecnico James Allison. 


In un lungo articolo pubblicato questa mattina siamo andati ad analizzare i motivi dell'allontanamento del tecnico inglese, che ora potrà tornare serenamente in Inghilterra per poter star più vicino ai suoi figli. Con il comunicato stampa la Ferrari ha anche comunicato chi andrà a sostituire, si spera solo nel breve termine, Allison; sarà Mattia Binotto ora Direttore Motori della Scuderia Italiana.

BINOTTO non un motorista puro ma anche una persona che sa "gestire" il personale!
Binotto è un ingegnere meccanico, con Laurea in Ingegneria Meccanica conseguita in svizzera al Politecnico di Losanna nel 1994. Non ha smesso subito di studiare il tecnico italiano riuscendo a conseguire anche un master in Ingegneria dell'Autoveicolo questa volta in Italia, a Modena.


Nel lontano 1995, quando ancora la Formula 1 permetteva numerosi giorni di test in season, entrò a far parte della squadra test della Scuderia Ferrari come ingegnere motorista e nello stesso ruolo lavorò nella squadra corse dal 1997 al 2003. Nel 2004 divenne l'ingegnere motorista delle unità che Ferrari portava in pista in gara, diventando poi nel 2007 Responsabile di quell'area (Motori Montaggio e Pista). Nel 2009, con l'avvento del KERS, motore elettrico accoppiato al classico motore endotermico, il tecnico italiano divenne Responsabile delle Operazioni Motore e KERS. Negli ultimi anni di gestione Montezemolo divenne poi Vice-direttore Motore ed Elettronica mentre nel 2014, quindi due anni fa, Sergio Marchionne nella rifondazione della Scuderia italiana lo mise a fare il Direttore Motori.

Binotto è un personaggio che nella sua carriera ha dovuto per molto tempo "gestire" del personale quindi possiamo non considerarlo un "motorista puro", bravo non solo nella progettazione di componenti tecnici ma anche nella gestione di una parte del Team. E' molto probabilmente proprio per questo che la Scuderia Ferrari nella persona di Arrivabene ha pensato all'ingegnere italiano come il giusto "traghettatore" da qui al momento in cui verrà trovata una valida alternativa a James Allison.

BOB BELL non sembra essere interessato al progetto Ferrari!
Per quanto riguarda il futuro DT Ferrari, si era parlato (e anche noi ne avevamo parlato nell'altro articolo di questa mattina) di Bob Bell ma dalle ultime informazioni che abbiamo raccolto sembra che il tecnico irlandese attualmente non sia molto interessato al progetto Ferrari.


Senza considerare il fatto che con la casa francese Bell ha anche un contratto valido e di difficile risoluzione attualmente. Ma vi terremo aggiornati. 

The PJ

About The PJ

Subscribe to this Blog via Email :

3 commenti

Write commenti
27 luglio 2016 11:07 delete

Un motorista come DT nella prossima "Formula Areodinamica" non premette nulla di buono... In altri tempi invece avrei provato questo esperimento concentrando il potenziale della vettura nella meccanica e nel motore. Il vero problema è che non ci sono valie alternative in giro, ma anche qui perchè non si è sfruttata la HAAS per provare qualche tecnico invece di ricorrere alla Dallara?

Reply
avatar
Unknown
AUTHOR
5 agosto 2016 14:45 delete

Perche non ricorrere proprio alla dallara?

Reply
avatar
5 agosto 2016 14:45 delete

Perche non ricorrere proprio alla dallara?

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.