GP MONACO: la Ferrari SF16-H con il pacchetto da alto carico - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP MONACO: la Ferrari SF16-H con il pacchetto da alto carico

Nessuna novità di rilievo sulla Ferrari SF16 - H vista alle verifiche tecniche nel circuito del Principato di Monaco. 

Il pacchetto aerodinamico scelto dagli uomini di Maranello è lo stesso visto durante il recente Gran Premio di Barcellona. 

Ala anteriore da alto carico in versione Sochi con aggiunta della soffiatura sull'ultimo flap supplementare.

foto @AlbertFabrega

Le prese d'aria di raffreddamento dei radiatori, per ora sono nella versione "stretta" che era stata introdotta nello scorso Gran Premio di Spagna. Ai probabili vantaggi aerodinamici come la minor resistenza all'avanzamento e il miglior scorrimento dei flussi nella parte bassa delle fiancate si potranno contrapporre alcuni svantaggi relativi al raffreddamento del motore a combustione interna e degli accessori. Infatti diminuendo la superficie di ingresso dei condotti di raffreddamento si va a diminuire anche la portata d'aria diretta ai radiatori, parametro di progetto fondamentale per il corretto abbassamento di temperatura dei vari liquidi refrigeranti.


Al posteriore ala da alto carico con il profilo principale che presenta una curvatura maggiorata nella parte centrale per concentrare la generazione di carico aerodinamico sull'asse longitudinale della vettura, scaricando invece le due estremità dell'ala. Sugli endplate è stata aggiunta una piccola soffiatura che è molto importante per  massimizzare la generazione di carico aerodinamico poiché da tali feritoie fluisce aria al di sotto del mainplate andando quindi ad ampliare la differenza di pressione tra dorso e ventre dell'ala, con conseguente maggior generazione di carico aerodinamico.



Oltre all'ala posteriore da alto carico è stato riproposto il monkey seat a due elementi ancorato al pilone di sostegno dell'ala.

foto @AlbertFabrega

Molto interessante il lavoro fatto sulla sospensione anteriore dove, per incrementare l'angolo di sterzo, è stato leggermente "tagliato" l'attacco del braccio della sospensione al portamozzo. Si tratta di una modifica che la Ferrari fa ogni anno per evitare che, nelle curve lente con angolo di sterzo elevato, lo pneumatico possa strisciare sulla sospensione.

foto 

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.