GP CINA: ecco la Mercedes W07 in versione "cinese" - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
FUNOAnalisitecnica fa parte del network di

GP CINA: ecco la Mercedes W07 in versione "cinese"

Il fine settimana per la Mercedes non è cominciato nel migliore dei modi dato che Hamilton, avendo sostituito la scatola del cambio a causa di alcuni problemi al differenziale accusati durante il Gp del Bahrain, dovrà scontare una penalità di ben 5 posizione sulla griglia di partenza.

A livello tecnico non si sono visti, almeno per ora, grossi interventi aerodinamici sulla vettura dominatrice di questo inizio di mondiale. 

Nella zona anteriore della W07 Hybrid sono state confermate le prese di raffreddamento dei freni maggiorata e spostate leggermente verso l'avantreno accoppiate alla piccola aletta presente al di sopra della presa, tutti componenti modificati, introdotti per la prima volta durante il fine settimana del GP del Bahrain.

Foto AMuS

Interventi di micro-aerodinamica nella zona dei bardgeboard dove i piccoli "speroni" collocati nella parte bassa sono stati leggermente aumentati nelle dimensioni per cercare di migliorare ulteriormente il flusso diretto verso la zona posteriore della vettura. 

Foto Movistar
Ovviamente quella sopra mostrata non è assolutamente una novità in quanto tale soluzione era già stata utilizzata durante i test invernali ma vale la pena mostrarla in quanto è una soluzione molto particolare.

Confermata l'ala posteriore utilizzata sia in Australia che in Bahrain, con il bordo di uscita del mainplate "seghettato"I denti della seghettatura fungono da piccoli generatori di vortice che oltre ad avere la funzionalità di ritardare il distacco della vena fluida sul dorso sul mainplane e stabilizzare il flusso sull'ala mobile, hanno la funzione di spostare l'uscita della vena fluida nelle due parti centrali del mainplane (visto in due parti, divise dall'asse longitudinale della vettura). Come si può infatti notare dall'immagine in basso, la parte seghettata ha due direzioni diverse per mantenere la vena fluida al centro della porzione di metà alettone. 

Foto Movistar

In sintesi Mercedes ha cercato, sembra con ottimi risultati, di migliorare l'efficienza aerodinamica dell'ala stessa nonché quella dell'ala mobile che si prende il flusso in uscita dal mainplate.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :
Powered by Blogger.