GP CINA - Analisi della gara: la Ferrari in gara "soffre" - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP CINA - Analisi della gara: la Ferrari in gara "soffre"

TRE SU TRE, sono le vittorie stagionali di uno straordinario Nico Rosberg, che in questo inizio di stagione si è aggiudicato tutte le gare fino ad ora disputate (dal 2004 non succedeva ciò).

Quella di oggi è stata la vittoria più semplice per il pilota tedesco in questo inizio di 2016. Infatti Rosberg nella gara odierna non ha dovuto lottare con il proprio compagno di team Lewis Hamilton, che è stato costretto a sostituire il cambio, con relativa perdita di 5 posizioni in griglia e poi, durante le qualifiche di sabato, a causa di un'anomalia ad MGU-H, è stato costretto a cambiare l'intera Power Unit partendo dal fondo dello schieramento.

La Ferrari, nonostante la ottima impressione mostrata durante la sessione di qualifica (tralasciando i tempi, piuttosto alti per via di errori, da parte dei due piloti del Team italiano, soprattutto di Raikkonen), non è riuscita ad impensierire il pilota tedesco della Mercedes a causa del contatto avvenuto in partenza tra Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen.
Il pilota quattro volte campione del mondo ha accusato al termine della gara e in diretta mondiale, il pilota della RedBull Kvyat per essere entrato troppo fiducioso alla prima curva ma secondo noi, il pilota russo, non ha nessuna responsabilità nel contatto avvenuto nelle prime fasi di gara tra i due alfieri della rossa. L'incidente è un semplice contatto di gara ma se proprio dobbiamo trovare delle responsabilità crediamo che Raikkonen, dopo aver allungato molto la staccata alla prima curva, abbia chiuso troppo la traiettoria e così facendo Vettel non aveva più spazio per girare, avendo Kvyat alla propria destra, ed è per questo che è avvenuto il contatto.
Contatto che ha causato purtroppo grossi danni all'ala anteriore di Raikkonen che è stato costretto a fermarsi subito ai box per la sostituzione dell'ala. Anche la vettura di Vettel ha accusato dei danni, seppur più lievi rispetto a quelli del compagno di team. Sulla vettura del pilota tedesco si è staccata completamente la deriva verticale e il deviatore di flusso ancorato al profilo principale.

Tali danni si può affermare siano stati molto simili a quelli avuti da Ricciardo nello scorso Gran Premio in Bahrain da Daniel Ricciardo. Danni che la RedBull aveva stimato attorno al mezzo secondo al giro. 


Vettel con l'entrata della Safety Car ne ha approfittato per sostituire l'ala che è poi stata successivamente danneggiata dal pilota tedesco in fase di sorpasso di una Williams nel tentativo di rimontare il più velocemente possibile, grazie al treno di gomme SuperSoft risparmiato nella QP di ieri. In questo contatto, l'ala è stata danneggiata nella zona dell'endplate ma a differenza del primo incidente, il deviatore di flusso ancorato al profilo principale non si è staccato.


Anche Hamilton nelle prima fasi concitate di gara ha subito grossi danni alla vettura che gli hanno impedito di esprimere il proprio passo gara. Oltre all'ala, successivamente sostituita, la vettura del campione del mondo ha accusato dei danni allo splitter, ai turning vanes, ai deviatori di flusso e laterali e in parte anche alla sospensione anteriore.


Tutti danni che gli hanno compromesso la generazione di carico aerodinamico sulla W07 del pilota inglese e lato a ciò, anche un degrado anomalo degli pneumatici.


Per passare alla analisi della gara vera e propria, è bene iniziare con il dire che da questa gara, viste le tantissime variabili in gioco, è difficile trarre delle conclusioni sul vero ritmo gara dei piloti in pista.

Rosberg, ad esclusione dei primi giri, ha dato l'impressione di non aver mai spinto a fondo la propria W07 Hybrid. Va detto che il pilota tedesco, ha girato sempre in modo molto veloce e soprattutto molto consistentemente a dimostrazione che, i problemi di degrado visti durante le prove libere 2, sono stati risolti dagli ingegneri anglo-tedeschi utilizzando assetti più conservativi. Questi potrebbero aver penalizzato di qualche decimo le prestazioni in qualifica a discapito però di un miglioramento di rendimento in gara. La Mercedes ha dimostrato durante il weekend, di soffrire soprattutto le gomme supersoft ed è per questo motivo che hanno deciso di qualificarsi in Q2 utilizzando le soft. A quanto ci è stato riferito, con molta probabilità Mercedes non è riuscita a sfruttare correttamente il compound supersoft, a causa delle elevate pressioni imposte dalla Pirelli per questo terzo appuntamento stagionale. La W07 ha accusato, cosi come anche la Mclaren MP4-31 e la Haas VF16, un surriscaldamento anomalo delle coperture con conseguente perdita importante di grip. 

La Ferrari, in questo GP di Cina, ha dimostrato di essere più vicina in qualifica rispetto al passo gara ma per chi legge quotidianamente FUNOANALISITECNICA non dovrebbe essere una novità. In QUESTO articolo di qualche giorno fa, vi parlammo già delle "preoccupazioni" in casa Ferrari per quanto riguarda i ritmi gara rispetto alle qualifiche. Questo a dimostrazione del fatto che purtroppo esistono dei problemi sullo sfruttamento della Power Unit in gara. Sfruttamento che deriva dallo "spreco" di energia elettrica che viene utilizzata per limitare il fenomeno del turbo lag. Come infatti vi avevamo mostrato fin da venerdì, la Ferrari in configurazione gara, accusava e ha accusato anche oggi quel fastidioso fenomeno del "clipping" al termine del rettilineo più lungo del Mondiale.

Come potete osservare in basso, da immagini relative ad un onboard di Vettel, si nota che al termine del rettifilo la SF16-H accusa una perdita di velocità massima di  6 km/h. Il fenomeno su questo tracciato, rispetto a quanto visto in Bahrain, è stato molto più contenuto a causa delle caratteristiche della pista. Ma se non verranno fatti interventi in queste due settimane che ci separano dal Gran Premio di Sochi, tale fenomeno sarà molto più accentuato e importante. 


Un'altra dimostrazione di clipping la si è avuta durante la fase di sorpasso di Raikkonen nei confronti di Hamilton. Come potete osservare dal video in basso, si nota come il pilota finlandese al termine del rettilineo perda velocità rispetto ad Hamilton, pur essendo a gas spalancato e in fase di sorpasso grazie al DRS e alla scia fornita dalla W07 di Hamilton. Nonostante questo problema, il pilota finlandese, è riuscito comunque a sopravanzare il pilota inglese della Mercedes grazie ad una ottima staccata. 
Se in qualifica il gap della SF16-H si poteva quantificare in 2-3 decimi non si può di certo dir ciò per la gara, visto che seppur non avendo dei validi e affidabili termini di paragone, questo distacco per i motivi sopracitati, sembra essere maggiore ma attorno ai soliti medi 4-5 decimi.

Ottima la gara della Red Bull che con Kvyat è riuscita a salire sul podio mentre la sfortuna ha colpito l'altro pilota del Team di Milton Keynes, Daniel Ricciardo.


Il pilota australiano è stato molto sfortunato visto che quando era in una solida seconda posizione, ha compromesso la sua corsa a causa di una foratura della posteriore sinistra quando era in testa alla gara. La Power Unit Renault manca ancora di una cinquantina di CV nei confronti di Mercedes ma i progressi fatti dai francesi sono stati ottimi soprattutto a livello di affidabilità. Per il Canada è attesa un importante evoluzione che potrebbe avvicinare moltissimo la Red Bull RB12 a Mercedes e soprattutto Ferrari. Del telaio della vettura di Milton Keynes c'è ben poco da dire poiché come abbiamo già detto più volte, lo consideriamo sicuramente superiore sia a quello di Mercedes che a quello della Ferrari.

Qualche segnale di ripresa, a differenza delle precedenti gare, c'è stato anche da parte della Williams che, seppur molto staccata è riuscita a portare a casa un ottimo sesto posto con Massa mentre soltanto un decimo per Bottas.


Buona la gara anche della Toro Rosso con Verstappen ottavo e Sainz nono.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

25 commenti

Write commenti
17 aprile 2016 16:21 delete

Dopo il primo pit stop di Rosberg, i primi tre, Rosberg - Kyvat - Vettel, erano su gomma gialla (più o meno di un paio giri della stessa usura) e Rosberg girava, spt i primi 10 giri, in media 1.2"-1.5" più veloce! Qui veramente è stato imbarazzante per gli avversari.Forse Vettel poteva girare più veloce se fosse stato davanti a Kyvat ma non credo più di tanto. Un altro dato molto importante è che nei vari rilevamenti di velocità i motorizzati mercedes erano in media 10-15Km/h più veloce degli altri... gli altri erano più o meno tutti allineati come velocità. Certo se andiamo a vedere le migliori velocità, le ferrari ci cono, ma sono estrapolate in un paio di giri... conta la media. La ferrari sta girando con mappatura easy, sommati i problemi all'ala anteriore di Vettel e il traffico... sono questi i motivi del gap 1.5" nella fase cruciale di gara? Per me no, c'è altro. Mi sa che hanno (mercedes) ancora un mezzo secondo di vantaggio. Cmq è stato impressionante il sorpasso di Ricciardo su Hamilton, non tanto per il sorpasso in se ma per la traiettoria che è riuscito a fare Ricciardo! Staccare più tardi di Hamilton tenendosi molto all'interno in una curva a gomito e riuscire a girare più stretto ed accelerare prima dell'avversario! Ok Hamilton aveva dei problemi ma la red bull ha un telaio pazzesco, ferrari e mercedes non riuscirebbero a fare una traiettoria simile.

Reply
avatar
Salvo
AUTHOR
17 aprile 2016 18:23 delete

Bla bla bla...dv ha sofferto? Io ho visto 14 sorpassi..se soffriva non arrivavano secondo e quinto. E poi qst clipping..ma sicuri al 100% che sia clipping?? Avete una fonte..ma è sicura? Chi sarebbe Binotto? Ma x favore...io penso invece che la Ferrari ha così cavalli ancora da far correre che x adessi nn può, il tempo di risolvere piccole noi, e soprattutto in rettilineo non fa altro che usare pochi cavalli e a tot di metri la potenza cala in automatico x non stressare il motore ecco cosa..mappature!! E mettiamo caso che fosse vero al 1000 x 1000 qst cosa del clipping. .mi ricordo di una red bull lenta sui rettilinei e ha vinto 4 mondiali.

Reply
avatar
17 aprile 2016 21:20 delete

Grande salvo, sono d'accordo con te!

Reply
avatar
17 aprile 2016 21:55 delete

Scusate ma mi sembra che nessuna delle Force India sia andata a punti, contrariamente a quanto dice l'articolo

Reply
avatar
17 aprile 2016 22:28 delete

Se il commento fosse scritto in italiano forse si potrebbe anche confutare la tesi...
Detto questo, è clipping.

Reply
avatar
18 aprile 2016 00:52 delete

mah...continuo a notare una certa facilità di giudizi verso la casa di Maranello. Capisco che non vi piaccia Marchionne, anche a me sta sulle scatole ma non per questo bisogna mortificarne l'operato. La verità è che oggi FERRARI NON SI E' VISTA. Punto e stop. Questi 4 decimi di ritardo in gara a cui fate riferimento sono pure congetture. Non si è mai vista una Ferrari con pista libera oggi e anche se qualche singolo giro ci fosse stato, le interferenze aerodinamiche e il degrado degli pneumatici causato dal continuo "stare in scia" per il recupero, non permetterebbero di valutare concretamente il passo. Oltretutto giudicare a occhio "5 decimi" in più aò giro causati dal danno all'ala di Vettel, basandosi su un precedente episodio in Red Bull è quanto meno poco professionale e non probante. Ne riparleremo quando vedremo una gara pulita, dove il confronto Mercedes - Ferrari potrà essere chiaro e limpido. Per ora sappiamo solo che in qualifica siamo dietro e che in gara perdiamo 6km nella parte finale dei rettilinei. Non mi sembra una catastrofe visto che Red Bull vinceva i mondiali con velocità da maggiolino (e non venitemi a dire che il telaio Ferrari è inferiore a quello Mercedes quest'anno).

Reply
avatar
18 aprile 2016 01:27 delete

Considerato quello che s'è visto oggi in gara, onestamente credo sia difficile qualsiasi valutazione, tranne che su Rosberg... ma in relazione a chi visto che gli altri top han praticamente tutti avuto problemi tecnici e che le conseguenze sono difficilmente traducibili in rendimento su pista?

Reply
avatar
The PJ
AUTHOR
18 aprile 2016 09:27 delete

Mi dica pure dove nell'articolo "è mortificato l'operato di Marchionne (o della Ferrari)." Grazie

Reply
avatar
The PJ
AUTHOR
18 aprile 2016 09:29 delete

Articolo corretto. Grazie per la segnalazione.

Reply
avatar
The PJ
AUTHOR
18 aprile 2016 09:34 delete

Purtroppo faccio fatica a capire cosa vuol dire, altrimenti proverei a darle una spiegazione. PS: la "cosa del clipping" come la chiama lei è realtà e ci sono le immagini che mostrano ciò. Buona giornata.

Reply
avatar
18 aprile 2016 12:32 delete

Concordo con lei su tutto, ottime osservazioni... mi viene anche da pensare: "Meno male che la Ferrari ha deciso di non fornire la Power Unit alla Red Bull!"

Reply
avatar
18 aprile 2016 14:47 delete

secondo Toto Wolff (credo sulla base dei dati GPS che tutte le squadre hanno), la Ferrari è stata più conservativa sulla PU nel weekend cinese rispetto al Bahrain

Reply
avatar
18 aprile 2016 17:08 delete

Pienamente d'accordo con Davide P.
Non si può assolutamente fare un'analisi del distacco esistente tra Mercedes e Ferrari, basandosi sull'andamento del GP della Cina, viste le tante troppe variabili.
Inoltre si continua ad insistere su questo fenomeno del clipping, sostenendo che verrebbe a mancare la carica per i motori elettrici, ma allora perché a calare sono i giri del motore endotermico? Lo si vede dal camera car di Vettel mostrato sopra. I giri motore da 11.020 calano a 10.761.

Reply
avatar
Salvo
AUTHOR
18 aprile 2016 18:07 delete

Aaaaaah!! Immagini??? E cosa se ne fa uno delle immagini? E da qui si scrive che Ferrari accusa il clipping? Non lo sapevo! Le prove sono parole dette da loro in persona...io conosco qualcuno all'interno del reparto corse e lui stesso non ha sentiro nessuno parlare di "clipping"...ora proviamo a smentire lui..e non credo che direbbe il falso!

Reply
avatar
Myskin
AUTHOR
18 aprile 2016 20:46 delete

Salve
Volevo chiedervi se siete sicuri che il calo di prestazione di hamilton, soprattutto verso il finale di gara, sia dovuto ai danni della vettura e non ad un calo di potenza.
Se non sbaglio dopo l'ultimo pit dove ha montato gomme media ha segnato il miglior tempo del giro.

Reply
avatar
The PJ
AUTHOR
18 aprile 2016 20:52 delete

Perché a fine rettilineo si decide di tagliare il surplus di potenza data dal motore elettrico MGU-K (120 kW). Cosi facendo, la sola potenza del motore termico (ipotizzando 550 kW) dovrà vincere la resistenza aerodinamica della vettura che è direttamente proporzionale al quadrato della velocità. Prima la resistenza aerodinamica la si vinceva con 670 kW, togliendo MGU-K con soli 550. Si inizia a perdere velocità, quindi numero di giri dell'ICE per via di un "freno" che è la resistenza aerodinamica.

Reply
avatar
The PJ
AUTHOR
18 aprile 2016 20:55 delete

Il problema di Hamilton non si faceva tanto sentire sul giro secco ad inizio stint ma sullo sfruttamento e la gestione degli pneumatici. La mancanza di carico aerodinamico data dai danni subiti nell'incidente di inizio gara, faceva scivolare molto la W07 con la deleteria conseguenza di un decadimento delle prestazioni più repentino rispetto a Rosberg.

Reply
avatar
Mingo
AUTHOR
18 aprile 2016 22:42 delete

Il clipping c'è ed è evidente, ma non giustifica i 5 decimi a giro.
C'è dell'altro e coinvolge altri aspetti dell'auto, l'aerodinamica, il telaio e sicuramente la parte termica del motore.
Speriamo che in Mercedes abbiano raggiunto il loro top e che col tempo riusciremo ad agguantarli.
Credo

Reply
avatar
19 aprile 2016 10:24 delete

quello tecnicamente si chiama clipping, che poi la potenza elettrica venga tagliata perché nn ce n è più o per conservarla per le fasi di accelerazione successive (secondo me è la seconda), non ce ne frega nulla, perché sempre clipping è … e poi fammi un favore, dici al tuo amico nel reparto corse che si dessero una mossa a sviluppare il motore, perché in gara va una merda e perdere decimi così è semplicemente una vergogna e assolutamente non da Ferrari

Reply
avatar
19 aprile 2016 10:27 delete

i rettilinei in cina sono tre, uno il più lungo del mondiale, gli altri due al traguardo ed a fine primo settore... prova a perdere in media 150 millesimi a rettilineo e vedi che il mezzo secondo è più che giustificato dal clipping

Reply
avatar
19 aprile 2016 23:03 delete

Non mi riferivo a questo articolo in particolare, ma a una serie di precedenti riguardanti Ferrari. Più volte si son fatti espliciti riferimenti polemici all'operato e alle dichiarazioni di Marchionne nel pre campionato, salvo poi esprimere giudizi fin troppo severi sulle prestazioni delle rosse in questa stagione. Inoltre quest'ennesimo articolo al ribasso ne è la controprova.

Reply
avatar
Ferro
AUTHOR
20 aprile 2016 07:50 delete

Questo è stato il primo sito che ha soddisfatto pienamente la mia curiosità sugli aspetti tecnici della F1.
Lungi da me criticare o pretendere una sorta di cambio di linea editoriale, ma una volta su questo sito si faceva "analisi tecnica" e si spiegava ai profani come me l'altissima tecnologia delle F1 in un linguaggio comprensibile.
Ultimamente invece leggo più che altro di teorie basate su informazioni fornite da fonti non meglio precisate che, fra le righe, lanciano con un'inspiegabile insistenza il messaggio che la Scuderia Ferrari ha palesemente sbagliato il progetto della power unit.
Mi riferisco alla questione del clipping (ultima in ordine di tempo) e nonostante ciò che viene da voi teorizzato sia plausibile, mi fa specie per esempio, che non sia mai stato fatto un confronto con la Mercedes per evidenziare le differenze.
Ci tengo a precisare che sono tifoso Ferrari da sempre, ma ho superato da un bel po' l'età in cui chi critica i propri idoli non merita di essere ascoltato, e trovo paradossale che certi commenti agli articoli su questo sito siano più sensati e coerenti (pro e contro Ferrari) di quanto riportato nell'articolo stesso.
In generale ho la sensazione che, si preferisce considerare alcuni fatti o dati tecnici ed a ignorarne altri per dare una sorta di autorevolezza e veridicità a quanto viene teorizzato.
Come ho scritto all'inizio di questo post non avanzo alcuna pretesa o richiesta, e proprio come cambio canale quando una trasmissione in TV non mi piace, cancellerò questo sito dai preferiti non senza un pizzico di rammarico e considerandolo un gran peccato.
Tanti auguri.....

Reply
avatar
The PJ
AUTHOR
20 aprile 2016 13:01 delete

Mi piacerebbe approfondire quanto scritto. Ci dici: "Ultimamente invece leggo più che altro di teorie basate su informazioni fornite da fonti non meglio precisate che, fra le righe, lanciano con un'inspiegabile insistenza il messaggio che la Scuderia Ferrari ha palesemente sbagliato il progetto della power unit. Mi riferisco alla questione del clipping (ultima in ordine di tempo) e nonostante ciò che viene da voi teorizzato sia plausibile, mi fa specie per esempio, che non sia mai stato fatto un confronto con la Mercedes per evidenziare le differenze." Quali differenze? Sul clipping? Su queste pagine si sta cercando di spiegare quali sono i problemi che Ferrari attualmente ha sulla propria Power Unit, problemi che non gli permettono di lottare veramente con Mercedes. Cosa c'è di cosi sbagliato?

Poi scrivi: "In generale ho la sensazione che, si preferisce considerare alcuni fatti o dati tecnici ed a ignorarne altri per dare una sorta di autorevolezza e veridicità a quanto viene teorizzato.". Alcuni fatti o dati tecnici, quali? Ignorarne altri? Quali? Mi sembra che su questo Sito (al contrario di altri...anche più famosi) si scrivano sempre opinioni distaccate da interessi personali. Se Ferrari ha determinati problemi, li mettiamo in vista, li descriviamo senza paura perchè vogliamo "informarvi", anche con informazioni che in realtà potremmo tenerci per noi ma che tante volte risultano veramente interessanti per capirne di più.

Mi piacerebbe poi capire cosa vorresti sia analizzato come "analisi tecnica" delle moderne vetture di F1. Abbiamo introdotto a analizzato dal punto di vista tecnico l'HCCI ora sulla bocca di tutti. Faremo molto probabilmente ancora un articolo dove lo spiegheremo in modo ancora più dettagliato. Ma oltre a ciò vi informeremo anche sulla road-map degli sviluppi pensati da Ferrari sulla sua Power Unit, articolo meno di analisi tecnica e più informativo (ma nel caso puoi benissimo non leggerlo).

Sinceramente dispiace perdere un lettore per dei motivi che attualmente non ho ancora compreso appieno.
Buona giornata.

Reply
avatar
The PJ
AUTHOR
20 aprile 2016 13:26 delete

Eppure su queste pagine mi sembra si sia sempre parlato di una Ferrati non lontana da Mercedes. Riguardo al Gran Premio di Cina abbiamo affermato di una Ferrari che senza l'errore di Kimi sarebbe stata a 1-2 decimi dalla Mercedes in qualifica, con un passo gara leggermente più elevato. Se noi siamo severi, allora chi parla di una Ferrari distante 8-9 decimi da Mercedes sul passo gara cosa sta facendo? Mi dica lei. Buona giornata.

Reply
avatar
23 aprile 2016 14:27 delete Questo commento è stato eliminato dall'autore.
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.