QUALIFICHE 2016: confusionarie e poco "user-friendly" - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

QUALIFICHE 2016: confusionarie e poco "user-friendly"

Nel pomeriggio di ieri, il Consiglio Mondiale del Motorsport ha approvato il nuovo formato di qualifiche, i cui principi sono stati approvati all'unanimità dalla Commissione F1

Il nuovo sistema dovrebbe essere introdotto per il primo GP del Campionato Mondiale di Formula 1 2016, salvo ripensamenti dell'ultimo minuto del caro vecchio MisterE.

Il nuovo formato stile eliminazione: 

PRIMA PARTE QUALIFICHE - Q1 

Durata: 16 minuti 

Svolgimento: dopo 7 minuti verrà eliminato il pilota più lento. Da allora in poi, eliminato il pilota più lento, ogni 1'30'' (un minuto e trenta secondi, nemmeno un giro di pista in alcuni tracciati!) fino alla bandiera a scacchi 

Risultato: 7 piloti eliminati, 15 avanzano in Q2 



SECONDA PARTE QUALIFICHE - Q2

Durata: 15 minuti 

Svolgimento: dopo 6 minuti, eliminato il pilota più lento, da allora in poi ogni 1'30'' fino alla bandiera a scacchi verrà eliminato il pilota più lento.

Risultato: 7 piloti eliminati, 8 avanzano in Q3 


TERZA PARTE QUALIFICHE - Q3 

Durata: 14 minuti 

Svolgimento: dopo 5 minuti, eliminato il pilota più lento, da allora in poi ogni 1'30'' fino alla bandiera a scacchi verrà eliminato il pilota più lento.

Risultato: 2 piloti restano nell'ultimo 1'30'' L'eliminazione finale in ogni sessione avviene alla bandiera a scacchi - non quando il tempo è scaduto.


IL NUOVO FORMAT E' TROPPO CONFUSIONARIO
Il nuovo format di qualifiche scelto da Bernie Ecclestone ed accettato poi dallo Strategy Group e dalla F1 Commission, è alquanto confusionario e poco "user-friendly". Non vorremmo essere il Vanzini di turno, e doverlo spiegare ai vari appassionati che per la prima volta passeranno dal 201, al canale 207 di Sky il 19 marzo alle ore 7 per vedere le prime qualifiche della stagione 2016 di Formula 1.

Ma come la pensa Sebastian Vettel a riguardo?

«Non si possono cambiare le regole a due settimane dal Mondiale. Non sono un fan delle nuove qualifiche e nessuno di noi piloti ne ha capito la necessità. Noto che una certa ansia nel voler inserire elementi di casualità in F1. Non è bello: lo sport deve restare sport. La pole va conquistata dal più veloce. E’ un concetto che fa parte del DNA di questa disciplina sin dai kart. Intervenire in maniera così estrema crea caos e tensioni». 

IL FORMAT DI QUALIFICHE 2015 ERA APPREZZATO 
Quello che ci da più fastidio non è tanto da chi e come sia stato pensato, ma perchè si debba creare cotanta confusione in un'area dove non serviva crearne. Noi eravamo e siamo tuttora amanti dell'ormai vecchissimo format di qualifiche, quello dei 12 giri in un'ora di qualifiche, con 3 o 4 run per pilota in base ai giri veloci pensati per run dagli strateghi dei vari muretti. Ma sicuramente il format di qualifiche usato nella passata stagione di Formula 1 non era da noi valutato cosi scandaloso e pessimo, essendo forse, anche l'unico vero momento "eccitante" del weekend per l'appassionato medio di F1. Si poteva modificare qualcosa al venerdì per rendere più interessante la F1 anche ai meno tecnici per esempio, ma sicuramente non andare a modificare un qualcosa che già funzionava bene. 

CON IL NUOVO FORMAT PIÙ KM ANCHE PER I TOP TEAM?
Ora sarà interessante capire come i vari Team interpreteranno il nuovo format, poiché potrebbero esserci sorprese importanti sull'utilizzo dei vari set di gomme, con magari i top team già in pista nei primi 7 minuti del Q3 con il compound più prestazionale per evitarsi "gravi" problemi nei restanti 9 minuti. Mentre a strategia diversa, i top team saranno costretti a girare un po di più se non vorranno utilizzare fin da subito i compound più prestazionali? 

Ci sono ora parecchi interrogativi soprattutto nelle teste dei piloti, i quali in teoria dovrebbero scendere in pista e cercare di fare il massimo senza strani elementi di casualità studiati "ad hoc". Perché per tornare alle parole di Vettel, LO SPORT DEVE RESTARE SPORT E LA POLE DEVE ESSERE CONQUISTATA DAL PIÙ VELOCE. In generale poi sarà ancora così (per la pole, ma per le file dietro?), ma sta "porcata" i vertici della F1 potevano evitarsela.

NB: un grazie a @NatRox8588 (Natalina Rossi) per il contributo all'articolo   

Piergiuseppe Donadoni

About Piergiuseppe Donadoni

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.