GP AUSTRALIA: modifiche agli impianti frenanti di Red Bull, Toro Rosso e Sauber - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP AUSTRALIA: modifiche agli impianti frenanti di Red Bull, Toro Rosso e Sauber

Visto le pochissime novità tecniche che si sono viste in pista quest'oggi, andiamo a focalizzarci sul lavoro fatto dai team rispetto alla scorsa stagione, sul gruppo frenante anteriore. 

REDBULL
Il team di Milton Keynes, come si può ben vedere dal confronto in basso, anche per questa stagione ha mantenuto la pinza dei freni (masse non sospese) in posizione orizzontale. Questa soluzione garantisce un abbassamento del baricentro della monoposto in una zona molto sensibile della vettura ottenendo una macchina leggermente più reattiva nei cambi di direzione.

Il cestello, in azzurro nell'immagine, è stato modificato sia nella forma che nelle dimensioni ottimizzando cosi lo smaltimento termico durante le fasi di frenata.  Modificata anche la presa d'aria, messa in evidenza con la freccia verde, maggiorata nelle sue dimensioni e spostata più in alto rispetto alla versione installata a fine mondiale 2015. Oltre a ciò, è stato modificato anche il convogliatore di flusso (colore viola), per gestire nel migliore dei modi l'aria che lo investe.

Sono stati confermati i mozzi soffianti che permettono di espellere, direttamente dal mozzo, l'aria calda che si genera all'interno del cerchio. Notare che nella foto confronto, nella soluzione presente sulla RB11 2015 nel GP del Brasile, i mozzi soffianti non erano presenti e la presa d'aria non era cosi divisa in due. Comunque la presenza dei mozzi soffianti contribuisce a ridurre le turbolenze che si vengono a generare dal rotolamento dello pneumatico, le quali disturbano l'efficienza aerodinamica generale della monoposto, soprattutto tra parte centrale e posteriore della vettura.



TORO ROSSO
Sulla Toro Rosso STR11, rispetto alla vettura 2015, è stato aggiunto sul cestello, un piccolo foro (modifica evidenziata in azzurro) utile a sfogare un quantitativo maggiore di calore. Oltre a ciò, è stata rivista nelle dimensioni e nella forma la particolare presa di raffreddamento (in azzurro e marroncino). Anche il convogliatore di flusso (in viola) ha subito delle modifiche estetiche e funzionali, per una corretta gestione del flusso diretto nella parte centrale e posteriore della vettura.


SAUBER
Il team elvetico ha modificato parte dell'impianto frenante della C35, introducendo una presa d'aria più semplice e priva di tutte quelle canalizzazioni che erano presenti sulla vettura dello scorso anno. Leggermente modificato come forma, il convogliatore di flusso interno al gruppo frenante anteriore e se la presa d'aria collocata nella parte alta del gruppo frenante è stata mantenuta, non si può dire la stessa cosa per quanto riguarda la piccola pinna installata sulla C34 2015 appena dietro ad essa.



Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.