3 - FERRARI 2016: RAFFREDDAMENTO POWER UNIT - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
FUNOAnalisitecnica fa parte del network di

3 - FERRARI 2016: RAFFREDDAMENTO POWER UNIT

Ed eccoci giunti all'ultima puntata delle tre (PUNTATA 1, PUNTATA 2), relative alla Ferrari che verrà, nel 2016. Parliamo ora di raffreddamento della Power Unit.

Sul nuovo progetto 2016 la disposizione dei radiatori sarà modificata rispetto a quella adottata in questo 2015, ma questa per chi ci legge quotidianamente non è una novità visto che ne parlammo già a ottobre. I tecnici del team italiano volendo rastremare la parte posteriore della vettura hanno dovuto riprogettare anche l'intera parte centrale della vettura. E per fare ciò, secondo le nostre ultime informazioni sembra possa essere utilizzata una soluzione analoga a quella usata sulla F138 in cui erano stato utilizzati dei radiatori collocati verticalmente e disposti a "ventaglio" verso l'anteriore.

Facendo un passo indietro:


  • sulla SF15-T i radiatori erano posizionati quasi in posizione orizzontale
  • sulla F14T i radiatori era posizionati quasi verticalmente, per cercare di avere un retrotreno più rastremato, ma questa soluzione aveva creato qualche problema di "bloccaggio aerodinamico".



La posizione di alcuni scambiatori, per riuscire ad ottenere una sensibile rastremazione del posteriore, sarà cambiata e qualche radiatore (es. cambio) verrà collocato posteriormente all'ICE, soluzione già utilizzata da tutti i motorizzati Mercedes nonché quelli Renault.

Il lavoro effettuato sugli scambiatori permetterà agli aerodinamici della Ferrari di iniziare a stringere le fiancate nella parte bassa della vettura in anticipo rispetto alla SF15-T portando cosi un maggior quantitativo di aria nella parte centrale del diffusore


Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :
Powered by Blogger.