GP SINGAPORE: ALLA SCOPERTA DEI VOLANTI - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP SINGAPORE: ALLA SCOPERTA DEI VOLANTI

Gran premio di Singapore, gara in notturna, posto ideale per dare uno sguardo ai display dei volanti di Formula 1 che ormai sono diventati dei veri e proprio computer. In alcuni le informazioni sono indicate in maniera minuscola, quasi impercettibile all'occhio della telecamera, in altri si riesce a scrutare qualcosa quindi vi proponiamo una bella carrellata di immagini delle prove libere di oggi.

Iniziamo dalla Sauber, la scuderia elvetica dispone di un display molto grande nel quale le informazioni sono ben visibili.

Schermata principale




Agendo su delle manopole e manettini il pilota può cambiare l'impostazione di tantissimi parametri.

Variando la posizione di un cursore a sinistra si entra in una serie di funzione del volante le quali scorrono in rapida successione:




 Curiosità, dopo aver selezionato la funzione CH su display nella “schermata principale” rimane una scritta in alto a sinistra, molto difficile da vedere con le immagini di cui disponiamo


Dopo qualche minuto il pilota Sauber manovra un 'altro manettino a sinistra e sul display spuntano altre funzioni in una frazione di secondo:









Come è facile intuire, tutti i parametri hanno un valore che può subire delle variazioni, quindi per dirla facile, il numero vicino alla scritta può variare in base alle impostazioni del pilota.

Una curiosità prima del giro veloce, sul display spunta questa funzione, forse indica una mappatura da qualifica?


Non solo funzioni sul display, un volante di formula1 ha tante luci, che si attivano,in base alla loro funzione. Per esempio sul volante della Ferrari qualche volta si accende una luce in basso a sinistra, la quale forse indica che il pilota ha il team radio aperto. Altro led interessante che si accende lo
notiamo ancora una volta dalla Sauber, è il led che indica che è possibile attivare il DRS secondo me. Infatti si attiva sempre sui rettilinei, quando il pilota può ma non usa il DRS.


Led che si attivano anche in caso di bandiera gialla e rossa, il pilota ha immediatamente la comunicazione, nello stesso preciso instante nel quale arriva la comunicazione da parte dei commissari.

Come detto in precedenza ogni team ha il suo volante con le sue informazioni, un po' meno “chiare” per noi sono quelle della Lotus, in questo momento il pilota sta agendo su un manettino e sta regolando un parametro “torq” e il parametro “aero” per noi comuni mortali di impossibile decifrazione.


Altro volante che prendiamo in esame è quello della Williams, che ha differenza di tante altre squadre, non ha il display sul volante ma sulla scocca, un po' come quello della macchina nostra che guidiamo ogni giorno.
Ogni volta che il pilota passa sul traguardo spunta questo messaggio sul display “DASH 10”


Anche quello della Williams, si mette in bella mostra, infatti vi proponiamo una bella carrellata di funzioni che sono attivabili attraverso i vari controlli del volante:






Il nostro viaggio alla ricerca di informazioni sul display termina qui, poiché gli altri sono veramente complicati da vedere,comunque da questo report si può capire quante centinaia di funzioni può variare un volante di formula 1 e si capisce anche quanto sia difficile per un pilota, regolare i vari parametri mentre corre a 300 km/h, altro che formula videogioco.


Magaddino Francesco

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.