GP MONZA: Analisi qualifiche Mercedes con PU 3 depotenziata - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP MONZA: Analisi qualifiche Mercedes con PU 3 depotenziata


Qualifiche entusiasmanti quelle che si sono disputate oggi pomeriggio sul tracciato di Monza. La Ferrari è riuscita ad ottenere le migliori qualifiche della stagione portando Raikkonen in prima fila con il secondo tempo e Vettel in seconda fila con il terzo miglior crono. Anche il distacco rimediato dal solito poleman, Lewis Hamilton è di soli 248 millesimi. 
Questa giornata di sabato era cominciata nel peggiore dei modi per la Mercedes che è stata costretta, al termine delle Prove Libre 3, a sostituire la Power Unit 3 introdotta proprio a partire da questo appuntamento. Tale PU ha dato grossissimi problemi al pilota tedesco che è stato costretto per le qualifiche a rimontare la specifica numero 2 che era stata utilizzata nell'ultimo appuntamento di Spa.

In qualifica, per evitare problemi anche sulla PU di Hamilton, in casa Mercedes, hanno pensato bene di effettuare le qualifiche con una mappatura depotenziata per  evitare qualsiasi tipo di rischio. Nel momento in cui scriviamo, in Mercedes, non hanno ancora deciso quale specifica di Power Unit utilizzeranno sulla vettura di Lewis nella giornata di domani. Ricordiamo che, gli anglo tedeschi, potrebbero decidere di utilizzare anche sulla monoposto del campione del mondo la specifica 2 senza incorrere in nessuna penalizzazione. 

Oltre a questo importante fattore che ha fatto avvicinare di molto la Ferrari ai rivali della Mercedes, analizzando i best sector, ci si rende conto di come il giro che è valso la pole ad Hamilton non sia stato proprio perfetto e poteva essere migliorato di 127 millesimi. Hamilton è stato tra i pochi piloti che nella Q3 non è riuscito a migliorare, anche se per qualche centesimo di secondo,  il tempo realizzato nella Q2

La Ferrari ha sorpreso un po' tutti oggi. Nessuno si aspettava una Rossa così vicina alle Mercedes. Rispetto a ieri la Ferrari è molto migliorata a livello di performance ma, la Mercedes, per via dei problemi è leggermente calata ed è per questo che i distacchi sono così contenuti. 
Vettel in questa sessione di qualifica non è stato perfetto, infatti, analizzando i best sector poteva piazzarsi in prima fila e sopravanzare il compagno di squadra di 80 millesimi. Il pilota tedesco della Ferrari, come Hamilton, non ha migliorato in Q3 il tempo messo a segno durante la Q2 (più lento di circa 1 decimo). Quasi perfetto, invece, il giro di Raikkonen che gli è valso la prima fila. Il margine di guadagno del pilota finlandese è di soli 44 millesimi. 
Perfetto, invece, il giro di Rosberg che con una Power Unit "vecchia" con molti chilometri sul groppone non poteva fare molto di meglio.

Domani sarà fondamentale la partenza. Se la Ferrari riuscirà a scavalcare la Mercedes durante le prime fasi di gara per gli anglo-tedeschi sarà molto dura portarsi a casa la coppa del vincitore in questo GP di Monza. 

DRIVERS1S2S3IDEAL TIMETIMEDIFF
HAMILTON26,97328,46727,81683,25683,3830,127
RAIKKONEN27,01428,56428,00983,58783,6310,044
VETTEL27,06728,47427,96683,50783,6850,178
ROSBERG27,06328,67427,96683,70383,7030

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

10 commenti

Write commenti
6 settembre 2015 00:37 delete

In parco chiuso è possibile cambiare tutto il propulsore???

Reply
avatar
6 settembre 2015 00:44 delete

Stando a quello che ho letto altrove, invece, sembrerebbe che in Mercedes abbiano intenzione di rimappare al ribasso la PU solo per la gara di domani per timore di rotture.

Reply
avatar
Joe Dove
AUTHOR
6 settembre 2015 00:59 delete

Scusate ma qualcosa non torna nei vostri calcoli. Il miglior tempo di Hamilton nel settore 1 è stato 26.973 e non 26.673. Quindi il tempo avrebbe potuto essere 1.23.256 e non 1.22.956. Potremmo fare lo stesso discorso per Vettel, con un best time ipotetico di 1.23.508. http://www.fia.com/events/fia-formula-one-world-championship/season-2015/qualifying-classifications-8

Reply
avatar
6 settembre 2015 07:02 delete

grazie mille. ho provveduto,grazie alla tua segnalazione, a correggere la tabella

Reply
avatar
Sderenno
AUTHOR
6 settembre 2015 08:41 delete

speriamo solo che non concedano a mercedes altre modifiche per l'affidabilità, altrimenti torniamo al teatrino renault

Reply
avatar
6 settembre 2015 09:25 delete

è chiaro come mercedes stia soffrendo la pressione dei miglioramenti ferrari, altrimenti non avrebbero mai portato una PU aggiornata con seri rischi di affidabilità; e poi alcuni rosiconi del kaiser hanno ancora il coraggio di dire che rispetto al 2014 non è cambiato nulla...

Reply
avatar
6 settembre 2015 09:41 delete

la ferrari perde 4-5 km/h sul dritto....ma al secondo intermedio è "stranamente" avanti a tutti di qualke km/h.....e anke la sauber in quel punto ha velocità di punta molto elevate...



-o sfruttano il motore al massimo solo in quel settore...per non metterlo a rischio...



- o dovendo scegliere dove scaricare la potenza elettrica , perferiscono quel settore



- a me sembra che il ferrari abbia parecchia potenza....grazie anche all endotermico....ma sul recupero energia hanno la coperta piu corta rispetto al mercedes....e quindi devono scegliere le aree....



-certo se riescono ad allargare la coperta....potrebbero fare un bel salto....





in circuiti dove il motore sta aperto per meno tempo...il ferrari mostrava sempre velocità di punta elevate - esempio malesia...budapest, montecarlo...

Reply
avatar
6 settembre 2015 10:09 delete

molto sensazionalismo giornalistico su questa nuova PU "miracolo" della mercedes, quando invece lauda parla di 1 solo decimo di miglioramento; d'altronde il tempo ideale di hamilton è 1.23.250, la prima williams starebbe a 7 decimi, su una pista a loro congeniale... se il motore di hamilton fosse stato depotenziato di 4-5 decimi, la williams sarebbe stata a 1.2 secondi??? Ma dai.
Intanto, se uno ci vuol credere o no, questo è quello che ha detto Wolff

http://www.espn.co.uk/f1/story/_/id/13589334/mercedes-wary-rosberg-engine-problem-developing-hamilton-car

Reply
avatar
6 settembre 2015 10:11 delete

sono d'accordo, sui circuiti dove conta molto l'MGUH, ferrari è più distante dalla mercedes

Reply
avatar
Joe Dove
AUTHOR
6 settembre 2015 13:45 delete

Di nulla. In ogni caso penso anche io che hamilton potesse potenzialmente scendere sotto l' 1.23. A logica, se hanno depotenziato il motore in qualifica, non avranno limato 4 o 5cv, dato che non penso farebbero alcuna differenza in tema di affidabilità. Già sui 10- 15 cv, a naso, potrei crederci. Da tenere in considerazione poi il mezzo secondo rimediato da Rosberg con una PU con oltre 3000km sulle spalle. Sapete grossomodo quantificare quanta prestazione può perdere una PU osì usurata rispetto ad una nuova? avevo letto in qualche forum straniero un commento di un utente chesosteneva il motore Ferrari perdesse anche un 3-4% dei Cv dopo 3 gare. Può essere plausibile come dato?

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.