GP SPA Gara : Doppietta Mercedes davanti a Grosjean, sfortuna Vettel - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP SPA Gara : Doppietta Mercedes davanti a Grosjean, sfortuna Vettel

Lewis Hamilton vince il GP del Belgio per la seconda volta in carriera, sesta vittoria stagionale, davanti al compagno di squadra Nico Rosberg e al sorprendente Romain Grosjean che non andava a podio da circa due anni.

28 punti il vantaggio di Lewis Hamilton su Rosberg alla vigilia del GP d'Italia, situazione praticamente inversa rispetto allo scorso anno, quando dopo il contatto qui a Spa, l'inglese si trovava -29 da Rosberg. La domanda è: Può Rosberg recuperare il distacco come fece Lewis lo scorso anno? La risposta più scontata è no, arrivano gare in cui lo scorso anno Hamilton ha dominato, Monza, Singapore, Sochi, Austin... tutte gare in cui lo scorso anno Rosberg ha perso punti e dove in generale nella carriera Hamilton si è sempre trovato a suo agio (Sochi una sola edizione ndr.)

La gara di oggi è stata caratterizzata dal duello finale Vettel-Grosjean per il podio, concluso con il Francese vittorioso grande all'esplosione della posteriore destra per Vettel.
Il Tedesco (giustamente) si è presentato molto arrabbiato nel dopo gara, dichiarando che se fosse successo 200 metri prima si sarebbe potuto trattare di una situazione molto grave. Dopo questa gara Vettel può definitivamente dire addio alla lotta del mondiale.
Grosjean invece torna a podio dopo 31 gare, un podio meritato per quello dimostrato nel weekend, e per quello che Romain ha dovuto sopportare negli ultimi due anni, in cui un settimo posto era un risultato di lusso per la squadra, non le posizioni che spettano ad un pilota del suo talento.
Giù dal podio Kvyat, ottima gara con un grande stint finale con gomme soft, sfortunato il compagno di squadra, un problema alla sua RB lo ha costretto al ritiro, anche lui sulla stessa strategia di Kvyat, possibilmente sarebbe potuto arrivare a podio.
Sergio Perez benissimo in quinta posizione, ha provato a centrare il podio, ma la sua Force India semplicemente non aveva il ritmo e degradava troppo in fretta le coperture pirelli.
Sesta posizione per Massa, bene ma non benissimo, davanti a Raikkonen che chiude settimo con Power Unit usata e con tanti cavalli di meno, grande gara del finlandese che semplicemente non aveva possibilità di attaccare chi aveva davanti. Per dimostrarlo basta vedere il duello con Massa; Drs e scia con il brasiliano impossibilitato ad usare l'ala mobile. Nonostante questo Kimi appena uscito dalla scia non guadagnava nessun metro al brasiliano.
Ottimo Verstappen ancora una volta a punti, davanti a Bottas e Ericsson che porta punti in casa Sauber.

Gianmarco Fiduci

About Gianmarco Fiduci

Subscribe to this Blog via Email :

2 commenti

Write commenti
23 agosto 2015 20:21 delete

bello il monomarca Mercedes-Pirelli. La f1 non è credibile al momento...

Reply
avatar
ivangms
AUTHOR
23 agosto 2015 23:13 delete

Di solito non commento mai perché non ho le competenze che molti hanno in questo forum però mi è parso, col senno di poi, che Hembery quando è stato intervistato da Mara Sangiorgio durante il GP riguardo la strategia di Vettel non fosse tanto perplesso sulla tenuta dei tempi quanto piuttosto preoccupato dalla consapevolezza, non dichiarata, di avere portato a SPA una gomma non adeguata. Credo che la Pirelli sia augurasse di tutto tranne che una scuderia che azzardasse la strategia di una sola sosta.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.