I PENSIERI DEL RENDINA: tra Massa e Verstappen volano “complimenti” in conferenza stampa… - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

I PENSIERI DEL RENDINA: tra Massa e Verstappen volano “complimenti” in conferenza stampa…

Durante la solita conferenza stampa della FIA pre GP, a Montreal è scoppiata la prima polemica del fine settimana tra uno dei veterani della giostra e il giovanissimo Verstappen.


Con un Hamilton ancora accigliato per i fattacci di Montecarlo, pronto a rispondere in modo automatico e distaccato a tutte le domande-provocazioni dei media sull’improvvida safety car del Principato e le solite dichiarazioni a mo’ di stampino degli altri, più di uno straccio “genuino e fetente” è volato – senza troppi complimenti – tra il pilota della Williams e il terribile ragazzino della Toro Rosso.

Max Verstappen ha dimostrato piglio e carattere nel rispondere a tono alle domande sull’incidente di Montecarlo: “Se corro per i punti non cambierò il mio stile di guida, dalla telemetria si evince come abbia frenato nello stesso punto degli altri giri. Non mi sono fatto male, queste vetture sono sicure, ora sono concentrato su Montreal.”

Sfrontato, cattivo, molto più smaliziato di quanto farebbe pensare la carta di identità. Una difesa, quella dell’olandese, che non è andata giù a Felipe Massa il quale, dall’alto delle sue tredici stagioni di massima formula, è intervenuto così: 

“Nel dopo gara di Monaco mi è stato chiesto cosa pensavo dell’incidente e rimango fermo sulla mia posizione: in F1 serve esperienza ed è stata una manovra pericolosa. Credo che la penalità a Max (-5 in griglia ndr) sia stata giusta, se a 17 anni fai una manovra così azzardata devi essere punito”.

Verstappen non se l’è fatto dire due volte, controbattendo sul punto: “Accetto la tua opinione ma la penso in modo totalmente diverso, tra l’altro dovresti rivederti la gara dell’anno scorso qui in Canada prima di parlare…."



Un vero e proprio siluro, avente ad oggetto l’incidente dello scorso anno all’ultimo giro tra Massa e Perez con il brasiliano che speronò il messicano in pieno rettilineo. “Ma lì fu Perez che si spostò in frenata, è diverso e infatti fu penalizzato lui, non io” ha risposto un seccato Felipe.

Fine della polemica, per ora, ma l’atmosfera in Canada è già abbastanza elettrica ed è piuttosto evidente lo scontro generazionale tra un pilota esperto e uno dei giovani alla ribalta.

Antonino Rendina

Piergiuseppe Donadoni

About Piergiuseppe Donadoni

Subscribe to this Blog via Email :

4 commenti

Write commenti
5 giugno 2015 09:19 delete

Niente da fare, questi piloti giovanissimi sono abituati a considerarsi superiori alla media e quindi guai accettare una critica da un pilota esperto. Massa ha pienamente ragione, ho visto e rivisto entrambi gli incidenti e posso dire che la manovra dell'olandese è stata davvero spregiudicata. Grosjean avrà frenato leggermente in anticipo, ma l'olandese si è visto proprio dal camera car ha continuato a spingere oltre quello che sarebbe stato un punto di frenata prudente.
Un errore di inesperienza. Purtroppo queste sono le piste che ci riserva la f1 "spettacolo" e capisco parzialmente Verstappen, o vai al limite oppure non si passa.

Reply
avatar
Frenk
AUTHOR
5 giugno 2015 09:19 delete

Beh,Felipe se l'é cercata ;)

Reply
avatar
5 giugno 2015 09:38 delete

Bhè, sappiamo tutti che è un po' nello stile di Massa fare lo sborone, ma l'olandese non è da meno. Facile dire a posteriori "le macchine sono sicure, non mi sono fatto niente", quando in una simile situazione chiunque si prenderebbe una strizza.

Cosa sarebbe successo se non fosse riuscito a scartare il francese?

Reply
avatar
5 giugno 2015 17:26 delete

Grande verstappen!
Questi piloti fighetti hanno ammazzato il F1 insieme al nano malefico.
Questo invece ha davvero i coglioni!

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.