GP CANADA: Analisi qualifiche e passo gara - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP CANADA: Analisi qualifiche e passo gara

Le Prove libere 2 si sono concluse anticipatamente per via della molta pioggia scesa su Montreal. C'è però da dire che la prima parte della sessione è stata molto interessante, con tutti i Team al lavoro che hanno accelerato i loro programmi per via delle previsioni che prevedevano molta acqua nella parte centrale/finale delle libere 2. 

La Ferrari è stata la prima a provare le gomme SS per paura della pioggia staccando ottimi riscontri cronometrici. I due alfieri della Rossa, hanno concluso molto vicini come tempi, con Vettel davanti a Raikkonen. Il tedesco, nel suo giro migliore è stato disturbato nel terzo settore da una Marussia, quindi, il tempo realizzato poteva essere migliore di qualche decimo. In ogni caso, in condizione di basso carburante la SF15-T è sembrata piuttosto competitiva con entrambi i piloti. 

Il più veloce, anche in questa seconda sessione di libere, è stato l'alfiere della Mercedes Lewis Hamilton che ha staccato Sebastian Vettel di 3 decimi. La Mercedes si è confermata in condizioni di qualifica la vettura più veloce in pista, anche se, ha dimostrato di avere qualche problema soprattutto in frenata. Vedremo se, durante la nottata, gli ingegneri anglo-tedeschi riusciranno a risolvere queste problematiche che hanno costretto, a svariati errori da parte dei piloti delle frecce d'argento. 

Sul passo gara, che è la cosa più interessante da analizzare nei venerdì di gara, la situazione è alquanto strana, in quanto, il passo tra la SF15-T e la W06 è notevolmente differente. Non pensiamo che la Rossa, seppur modificata, soprattutto alla Power Unit (20 CV, 1.5/2 DECIMI A GIRO!!), sia così veloce rispetto alla Mercedes e, quindi, è logico pensare che i carichi di carburante tra i due Team siano stati decisamente diversi. Ricordiamo che 10 Kg in più su questa pista valgono circa 2,5-3 decimi al giro. 
Ritornando alla questione potenza della Power Unit, è utile ricordare che, in questa sessione di prove, la SF15-T si è dimostrata velocissima sul dritto con 336,2 Km/h per Raikkonen e 335,8 Km/h per Vettel. È bene sottolineare che i due piloti della scuderia italiana sono stati aiutati da delle vetture che li prevedevano e che davano la propria scia ai ferraristi. Entrambe le Mercedes non compaiano nella top 10 delle velocità migliori rilevate allo speed trap. Abbiamo notato in questa seconda sessione, che i due Mercedes tendevano sempre a voler girar da soli, senza sfruttare scie o avere impedimenti/disturbi aerodinamici nelle immediate vicinanze. Questo per riuscire a capire nel migliore dei modi, come la macchina si stava comportando in quella determinata situazione.

Le elevate velocità comunque dimostrano che i 20 Cv di incremento di potenza per la Ferrari sono reali e che il pacchetto aerodinamico utilizzato sta dando i risultati sperati in termini di efficienza e pulizia aerodinamica. 


Arrivando al sodo possiamo certamente dire che il passo della Ferrari è stato ottimo, sia con il tedeschino Vettel su gomme SS, che con il finlandese Raikkonen che ha utilizzato nella sua simulazione di gara degli pneumatici con mescola soft. La Mercedes, a nostro modesto parere, pur avendo girato con più carburante, ha in parte "nascosto" il suo reale potenziale in simulazione gara. Non dimentichiamo però i problemi in frenata che hanno avuto sia nelle PL1 che nelle PL2. Questo è importante! Su questo tracciato, sembra che la Rossa sia molto vicina alla Mercedes.

Ecco in dettaglio l'analisi dei passi gara.

Vettel

Passo medio: calcolato su un run di 11 giri è stato di 1:18,928 con gomme SuperSoft
Tempo di attacco: 1:18,611
Best lap: effettuato al terzo passaggio con 1:18,4
Degrado: i tempi, con la mescola più soffice, sono stati molo costanti soprattutto nei primi 4 giri. A partire dal 7° giro, sono saliti, sopra l'1:19. Nell'ultimo giro, prima di fermarsi ai box, ha girato in 1:19,322. In soli 11 giri, i tempi si sono alzati di quasi 1s, con un degrado al giro calcolabile in 0,09s.
  

Raikkonen

Passo medio: calcolato su un run di 11 giri è stato di 1:18,445 con gomme Soft
Tempo di attacco: 1:18,297
Best Lap: 1:18,219 al secondo giro cronometrato
Degrado: i tempi con questo compound sono stati molto costanti per tutti il run, tanto che, nell'ultimo giro cronometro Kimi ha girato sotto l'1:19 (1:18,936). Degrado al giro di 0,077s. 

Rosberg

Passo medio: calcolato su un run di 10 giri è stato di 1:19,565 con gomme Super Soft
Tempo di attacco: 1:19,286
Best Lap: 1:19,286 al primo giro cronometrato
Degrado: Degrado al giro di 0,066s. 

Hamilton

Passo medio: calcolato su un run di 9 giri è stato di 1:19,576 con gomme Super Soft
Tempo di attacco: 1:19,614
Best Lap: 1:19,291 al giro 8
Degrado: all'ultimo giro cronometrato ha girato in 1:19,5, in linea con i passaggi effettuati all'inizio dello stint. Questo, mi lascia perplesso, e dimostra che la Mercedes non ha espresso il suo reale potenziale in condizione di gara. 

clicca qui per ingrandire - www.F1Lat.com


clicca qui per ingrandire - www.F1Lat.com

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

10 commenti

Write commenti
5 giugno 2015 23:01 delete

Grazie per il lavoro immenso che fate

Reply
avatar
6 giugno 2015 10:14 delete

solo una cosa, sul rapporto guadagno cv/guadagno in tempi sul giro, io mi sn sempre riferito alle simulazioni wintax della marelli pubblicate su un sito concorrente che cambiano a seconda del circuito e che in canada è circa -0.19 sec ogni 10cv al giro, che quindi su 20cv sarebbero quasi 4 decimi; voi a quanto pare avete altri valori, ci potete dire quanto è precisamente il guadagno in lap time per ogni incremento in cv?

Reply
avatar
6 giugno 2015 10:30 delete

la nostra stima dice 0,016s ogni Cv

Reply
avatar
6 giugno 2015 10:51 delete

grazie, da ora in poi farò riferimento alla vostra stima

Reply
avatar
6 giugno 2015 11:28 delete

Sinceramente, quello che mi è sembrato strano, sono i numerosi errori di Lewis e non mi riferisco al crash ed ai numerosi bloccaggi, ma era chiarissimo che quando spingeva un po di più, in curva qualche problemino di tenuta c'era e, viste le basse velocità di punta della Mercedes, la cosa è alquanto strana, del resto Rosberg, che, evidentemente non ha spinto tantissimo, non ha fatto praticamente errori, ma la sua posizione è quella che è. Per contro la Ferrari non sembra aver patito di alcun problema, a parte qualche bloccaggio dovuto a frenate "da traffico".

Mi chiedevo se le nuove norme sulla flessibilità delle ali abbia influito.

Reply
avatar
Gabri
AUTHOR
6 giugno 2015 12:28 delete

Complimenti per gli articoli davvero ben fatti. Ma voi lavorate anche con sky?

Reply
avatar
6 giugno 2015 12:30 delete

io sono un collaboratore sky dal 2013 ma spero che, dal prossimo anno, tutto lo staff di F1Analisitecnica, possa diventare collaboratore di Sky

Reply
avatar
Gabri
AUTHOR
6 giugno 2015 16:30 delete

Una domanda.... Su sky hanno detto che questi motori hanno già passato gli 800 cv.. È vero?

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.