GP SPAGNA: LE PAGELLE - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP SPAGNA: LE PAGELLE

Nico Rosberg trionfa sul circuito spagnolo. Prima vittoria stagionale per il tedesco, che mette dietro il compagno di squadra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Gara con luci e ombre per la Ferrari, si conferma la seconda forza del mondiale ma, a fine gara, il distacco di 45 secondi rifilati da Rosberg a Vettel sono troppi. Di seguito i giudizi ai protagonisti del GP.

NICO ROSBERG   Voto 10
Le scorse settimane volevo e mi aspettavo la reazione di Nico ed eccola qua, Nico mi ha accontentato! Il ventinovenne pilota Mercedes si distingue per un weekend da favola e finalmente mette dietro il suo compagno di team. Per tutto il weekend, fin dal venerdì, si è dimostrato superiore agli altri e ha dimostrato di esserci, di non mollare. Psicologicamente è una vittoria fondamentale per lui perché un’altra vittoria di Lewis nel primo GP europeo sarebbe stata una bella mazzata. Meglio così, noi tifosi vogliamo spettacolo!

LEWIS HAMILTON   Voto 8 e mezzo
Nel dopo gara non era contento, un campione come lui vuole sempre vincere. Ci sta qualificarsi secondo e non afferrare la pole, ci sta che non si trovi bene con la macchina ma non ci sta che sbagli la partenza e rischi di ritrovarti da secondo a quarto. La brutta partenza di Lewis ha influito non poco sul voto. Poi, in gara, si è comportato da campione e, dopo una prima parte di gara sotto tono, si scatena nella seconda parte e con una strategia diversa  da Vettel porta a casa un secondo posto prezioso. Non si può sempre vincere, certe volte si deve limitare i danni e lui oggi lo ha fatto. Incontentabile.

SEBASTIAN VETTEL   Voto 8
Il quattro volte campione del mondo ha fatto il suo dovere e ha condotto una gara senza sbavatura. Parte bene superando Hamilton e mettendosi alla spalle di Rosberg. A metà gara, quando Lewis ha pittato per la seconda volta, ha provato a diversificare la strategia rispetto al campione in carica  ma la Mercedes, specialmente con gomme dure, era inarrivabile (come noi di F1AnalisiTecnica avevamo anticipato). Alla Ferrari fa male il distacco in gara dalle Mercedes che, nonostante gli aggiornamenti tecnici montati sulla vettura di Seb, non è diminuito ma anzi, è aumentato. Costante.

VALTTERI BOTTAS   Voto 7 e mezzo
Il giovane finlandese con una Williams molto migliorata chiude quarto tenendosi dietro, cosi come era successo in Bahrain, un pilota Ferrari (in questo caso Kimi). Ancora una volta sfodera sia in qualifica che in gara una prestazione migliore del compagno di squadra Felipe Massa. Concreto.

KIMI RAIKKONEN   Voto 7
Raikkonen sfortunato? Sì, ormai è diventata una costante di questo inizio di stagione. Dopo il dado spanato, anche la gomma bruciata dalle termocoperte. Chi più ne ha più ne metta. Kimi, però, non si scoraggia ed è autore di una partenza super e di due sorpassi all’esterno sui piloti Toro Rosso da far vedere e rivedere un giorno ai nostri figli. Nel finale, anche a causa del poco grip delle sue gomme e della velocità massima della Williams, non riesce a superare Bottas e chiude la sua gara al quinto posto. Sfortunato.

CARLOS SAINZ   Voto 9
Una nota di merito a questo ventenne che, al suo primo anno in F1 e nella sua gara di casa ottiene uno splendido quinto posto in qualifica e in gara, con una Toro Rosso non in forma sul passo gara, porta a casa un nono posto. Promettente.

PASTOR MALDONADO  Voto 7
Chissà, forse quando sente l’odore di Barcellona si esalta! Spesso si parla di lui per gli incidenti che per le “gesta” in pista ma fino al 45esimo giro si era reso autore di un’ottima gara. Peccato per il ritiro.

FELIPE MASSA   Voto 6

NICO HULKENBERG   Voto 5


Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.