GP SPAGNA: Analisi passo gara Vettel Vs Raikkonen - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP SPAGNA: Analisi passo gara Vettel Vs Raikkonen

La gara dei piloti Ferrari, sia per la diversa conformazione della vettura, sia per scelte strategiche differenziate hanno effettuato una gara difficilmente confrontabile. Come ben sapete, sulla vettura di Vettel sono stati utilizzati tutti gli update che gli ingegneri di Maranello avevano introdotto sulla macchina mentre, Raikkonen, di nuovo ha utilizzato solo l'ala posteriore usando sul resto della propria auto la stessa configurazione utilizzata in Bahrain. Anche le strategia è stata differente tra i due piloti. Entrambi sono partiti con gomme medie utilizzate durante le qualifiche. Vettel ha effettuato la sua prima sosta al giro 14 montando un set di gomme medie nuove, Raikkonen al giro 17 montando un set nuovo di Hard. Nel terzo stint, Vettel con Hard nuove mentre Kimi con medie nuove. 

Cerchiamo di andare ad analizzare il passo di ogni stint:

1°stint

In questa fase di gara Vettel ha avuto un passo migliore rispetto al compagno di squadra, a parità di gomme, di 0,486s. Bisogna sottolineare che, in questa fase di gara, Vettel ha sempre girato con pista libera mentre Kimi era nel traffico a causa di una brutta qualifica che lo ha relegato al settimo posto. Il pilota finlandese ha mantenuto un gap, rispetto a chi lo precedeva intorno ai 2,5 s e 2,7 s, In questo tracciato l'aerodinamica delle vetture, se si segue da vicino un'altra vettura, viene molto disturbata ed è per questo motivo che si sono visti pochissimi sorpassi in pista nonostante uno dei rettifili più lunghi del mondiale. Quindi il passo di Raikkonen, in questa prima fase di gara, è stato falsato dal traffico di Bottas che, seppur più lento, non è stato mai impensierito dall'alfiere della Ferrari. Questo lo si capisce analizzando i giri 15-16. Bottas si ferma per il pit al giro 15 e proprio in quei giri, a pista libera, Raikkonen realizza degli ottimi tempi girando in 32,5 mentre in precedenza era costretto a girare su un passo che variava dal 32,7 a 32,9. Da questi ultimi due passaggi si può intuire che il passo gara con il pieno di benzina fosse molto simile tra i due piloti Ferrari.


VETTELGOMMEPASSORAIKKONENGOMMEPASSO
01:36,832MU01:39,950MU
01:32,821MU01:33,753MU
01:32,317MU01:32,958MU
01:32,515MU01:33,219MU
01:32,325MU01:33,084MU
01:32,718MU01:33,149MU
01:32,010MU01:32,929MU
01:32,331MU01:32,881MU
01:32,562MU01:32,754MU
01:32,498MU01:32,756MU
01:32,400MU01:32,750MU
01:32,512MU01:32,732MU
01:32,292MU01:32,978MU
01:35,928MU01:32,44201:32,921MU


01:32,504MU


01:32,554MU


01:36,178MU01:32,928


2°stint

Nel secondo stint, entrambi i piloti hanno potuto sfruttare al massimo il pieno potenziale della vettura e delle gomme in quanto hanno potuto girare a pista libere. In questa fase di gara il passo di Vettel è stato migliore rispetto a quello di Raikkonen di mezzo secondo. Questo vantaggio del tedesco nei confronti del finlandese è dovuto principalmente al compound di gomme utilizzato: medie contro hard. Il passo gara nel primo stint tra u due è stato pressoché simile e quindi analizzando lo stint numero 2 è possibile enunciare che la differenze tra la gomma hard e la media sul passo di gara è stata, sulla Ferrari, di mezzo secondo.

VETTEL                             RAIKKONEN

01:49,159MN

01:31,736MN
01:31,546MN


01:31,897MN01:51,144HN
01:31,764MN01:32,540HN
01:31,618MN01:32,859HN
01:31,646MN01:32,427HN
01:31,509MN01:32,383HN
01:31,646MN01:32,435HN
01:31,634MN01:32,244HN
01:31,654MN01:32,420HN
01:32,070MN01:32,511HN
01:31,934MN01:32,536HN
01:32,371MN01:32,400HN
01:32,129MN01:32,314HN
01:32,268MN01:32,076HN
01:32,528MN01:32,325HN
01:32,397MN01:32,606HN
01:32,413MN01:33,282HN
01:32,366MN01:33,319HN
01:33,160MN01:33,278HN
01:32,497MN01:32,555HN
01:32,733MN01:32,469HN
01:32,760MN01:32,723HN
01:32,921MN01:33,203HN
01:36,714MN01:32,13301:33,475HN



01:36,471HN01:32,654

3°stint

L'ultimo stint è abbastanza complicato da analizzare in quanto non è possibile stabilire se Vettel abbia spinto al massimo. Vedendo i tempi, personalmente, direi di no. In ogni caso se andiamo a confrontare il passo gara tra i piloti Ferrari è possibile vedere che il tedesco, con gomme hard, ha girato su un passo del 31,5 contro il 31,1 del pilota tedesco. Questi dati sarebbero in linea con quanto detto sopra e cioè che la gomma hard, sul passo, era più lenta di mezzo secondo rispetto alla soft.

Non è, però, esattamente così, in quanto in questo stint, Raikkonen, ad un certo punto dello stint si è ritrovato nel traffico e non ha potuto esprimere al massimo le vere potenzialità della SF15-T. Se escludiamo dall'analisi del passo i tempi realizzati dal pilota finlandese nel giro 45°, 46° (sorpasso Massa), 50°,51° (doppiati) e dal 56 fino a fine gara, il passo di Kimi era di quasi 1 s migliore (1:30,631)  rispetto a quello di Vettel. L'analisi di questi dati ci  fa capire come, la SF15-T dotata dei nuovi update, abbia messo in crisi Vettel soprattutto con le gomme hard. Questo potrebbe essere spiegato in quanto, tutti gli aggiornamenti portati, erano finalizzati ad incrementare il carico aerodinamico al posteriore e questa cosa potrebbe aver creato uno sbilanciamento aerodinamico causando un forte sottosterzo con il compound più duro dotato di minor grip laterale. Lo sbilanciamento aerodinamico, con le gomme medie, veniva limitato grazie al maggior grip di questa mescola.
Questo non sta a significare che gli aggiornamenti non siano funzionati ma che necessitano di un lavoro di setup molto delicato che, visto il numero ridotto di giri che è possibile effettuare durante le prove libere, non è stato possibile fare. Sicuramente, grazie ai test, di questa settimana gli ingegneri di Maranello,sfruttando la grossa mole di dati raccolti in questo fine settimana, riusciranno a comprendere maggiormente la vettura per trovare il giusto bilanciamento aerodinamico della SF15-T. 

  L  VETTEL                            RAIKKONEN

4101:49,623HN01:36,471HN01:32,654
4201:31,185HN01:48,305MN
4301:31,237HN01:30,910MN
4401:31,613HN01:30,342MN
4501:31,673HN01:30,361MN
4601:32,494HN01:31,998MN
4701:31,516HN01:29,931MN
4801:31,545HN01:30,239MN
4901:31,827HN01:30,807MN
5001:31,655HN01:31,040MN
5101:31,705HN01:31,374MN
5201:31,738HN01:30,304MN
5301:32,074HN01:30,533MN
5401:31,735HN01:30,402MN
5501:31,799HN01:30,841MN
5601:32,199HN01:30,906MN
5701:32,125HN01:31,230MN
5801:31,641HN01:31,759MN
5901:31,576HN01:31,966MN
6001:31,075HN01:32,116MN
6101:30,737HN01:31,747MN
6201:30,923HN01:31,807MN
6301:31,160HN01:32,133MN
6401:31,375HN01:32,095MN
6501:31,477HN01:31,639MN
6601:31,059HN01:31,56601:31,727MN01:31,175

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

2 commenti

Write commenti
11 maggio 2015 20:14 delete

Il problema non è il miglioramento assoluto, ma quello relativo. Migliorare di 3 decimi non basta purtroppo. E' difficile sapere con precisione quanti bhp manchino alla PU Ferrari, certo è prima arriva la cavalleria meglio è. Aggiungendo il fatto che si è corso su un tracciato "anomalo" rendendo di fatto difficile fare una piena valutazione del nuovo pacchetto, penso si debba rimanere fiduciosi. Quest'anno parlare di mondiale è fuori discussione, ma agganciare le Mercedes per la fine dell'anno non è irreale.

Reply
avatar
12 maggio 2015 13:06 delete

Non potendo fare grandi aggiornamenti alle sospensioni anteriori della monoposto, non credo che si riesca a colmare il gap, anche a fine stagione.
Aggiungi anche la crescita di tutte le scuderie che attualemente sono dietro.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.