GP MONACO: Harakiri della Mercedes - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP MONACO: Harakiri della Mercedes

Cerco di spiegare quello che è successo nella chiamata ai box di Hamilton durante la Safety car entrata per il botto di Verstappen, che ha compromesso la gara di Lewis Hamilton.

Siamo al giro 63, Verstappen tampona da dietro Grosjean alla prima curva, il botto è terribile e subito si capisce che sarebbe entrata la safety car o la virtual safety car.

In quel momento Hamilton è il testa alla gara con un vantaggio di 19,1 s da Rosberg al momento del botto, Hamilton si trova all'altezza del tornante old station, Rosberg è al Massenet. Passano pochi secondi per la precisione 19.4 ed esce il messaggio VSC in questo momento Hamilton si trova alla chicane nuova, Rosberg al Portiere, il distacco fra i due è di 23,2s, il giro viene completato sia da Rosberg, che da Hamilton, con un vantaggio di Hamilton di 25.7s. nel frattempo 50 secondi dopo il botto di Verstappen, la federazione decide di mandare in pista la Safety Car vera, nel momento in cui Hamilton passa sul traguardo per completare il suo 64 giro. Quindi i meccanici della Mercedes hanno il tempo di un giro per decidere il da farsi, ma proprio all’inizio del giro 65, un inquadratura dai box ci fa vedere i meccanici Mercedes pronti per il pit, il giro procede Hamilton nel primo settore guadagna 0.9s, portando il vantaggio su Rosberg a 26.6s, si arriva al secondo settore e succede qualcosa di strano Hamilton in quel settore perde tanto da Rosberg (HAM 53.2-ROS44.5) ben 8,7s secondi,(forse Hamiton è già dietro alla Safety Car, invece Rosberg no, forse si giustifica cosi il divario prestazionale fra i due in quel settore,non ho la certezza perché l'onboard di Rosberg ha problemi proprio in quel momento)... che lo portano ad avere un vantaggio su Rosberg di soli 17,9s tempo che non può consentire la sosta ai box a Hamilton senza perdere la posizione, visto che nel primo pit aveva impiegato ben 24,1s,sta lì l'errore degli strateghi della Mercedes di non capire che Hamilton non aveva il margine per stare davanti.

Hamilton rientra ai box fa la sosta che dura 4,1s, per un tempo complessivo di 25,4s, tempo non sufficiente per stare davanti a Rosberg ed Vettel, perché la SC spunta davanti ai due solo dopo l'uscita della pitlane,infatti dal live timing si nota che il parziale al T3 di Rosberg è di 28,5 stesso tempo in quel parziale del giro precedente di Hamilton senza essere in fila con la SC, ma in regime di SC. 

Quindi ricapitolando, il problema sta nel secondo settore di Hamilton, più lento di ben 8,7s rispetto a Rosberg, non ho la certezza ma forse, Hamilton rallenta tanto al t2 perché è già dietro alla SC, cosa che non è Rosberg visto il divario dal suo compagno di squadra e quel t3 “abbastanza veloce” del tedesco...la chiave di lettura del tonfo Mercedes secondo me sta proprio lì..

di Francesco Magaddino

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

14 commenti

Write commenti
25 maggio 2015 12:02 delete

Scusate la vera domanda alla Squadra Mercedes è:
PERCHE' HANNO AVUTO LA NECESSITA' DI FERMARE HAMILTON MENTRE PER ROSBERG L'IDEA DI FERMARLO NON E' STA SFIORATA?

Reply
avatar
25 maggio 2015 12:04 delete

sinceramente una risposta io non la so dare. Mi vengono da pensare solo cose poco sportive...

Reply
avatar
25 maggio 2015 12:14 delete

Hamilton si era già lamentato coi box delle gomme almeno a quanto detto da forghieri e vanzini in race anatomy e siccome erano convinti di uscire davanti hanno fatto il pit.

Reply
avatar
25 maggio 2015 12:19 delete

Dai dati era facilmente capire che non sarebbero usciti davanti. Se il pit fosse stato più veloce potevano uscire in seconda posizione ma non in prima

Reply
avatar
25 maggio 2015 12:21 delete

Sempre che si tratti di un errore...

Qui è stato un vero e proprio abbaglio, 17,9 secondi contro i 25 necessari per percorrere la pitlane nella sosta ai box, parliamo di ben 7 secondi, non uno o due.
Inoltre, dato da segnalare, la sosta di Ham è durata 4.1 s contro i 2,8 - 3 di media. Al rientro in pista infatti Hamilton non era molto distante da Rosberg, che percorreva il primo settore della pista, in regime di Virtual Safety car, quindi molto lentamente.

Ma la cosa che non mi fa dormire la notte è: Perchè rischiare di far rientrare Hamilton a soli 15 giri dalla fine su una pista in cui è IMPOSSIBILE superare?

Ne abbiamo avuto la prova nei giri finali, Hamilton con supersoft FRESCHE non riesce ad impensierire Vettel con medie usate e una vettura in crisi con quel tipo di mescole (basti guardare il divario tra Rosberg e il tedesco).

Mi chiamano complottista, ma io continuerò a pensare che abbiano favorito un pilota monegasco a Monaco con la speranza di tenere artificialmente in vita un campionato già chiuso e noioso.

Reply
avatar
25 maggio 2015 12:24 delete

Dalle immagini si vede chiaramente che hamilton prima di entrare in pit lane era dietro alla safety e li ha perso quei secondi decisivi, la mercedes la decisione di farlo rientrare l'aveva già presa probabilmente basandosi sui dati dell'intertempo prima o non considerando che hamilton era stato rallentato dalla safety.
Cmq lo ha detto anche toto alla fine loro erano convinti con i dati che avevano che sarebbe uscito davanti hamilton

Reply
avatar
25 maggio 2015 12:28 delete

Emanuele, non me ne volere, ma il tuo ragionamento avrebbe senso se Ham fosse stato rallentato al TERZO settore, non di certo al secondo. Al muretto hanno i dati di telemetria con il distacco praticamente aggiornato in tempo reale

Reply
avatar
25 maggio 2015 12:32 delete Questo commento è stato eliminato dall'autore.
avatar
25 maggio 2015 13:31 delete

Quindi oltre al tempo perso nel secondo settore bisogna aggiungere quello perso nel terzo settore, e non siamo più a 17,9 secondi di distacco ma a molti meno.

Reply
avatar
25 maggio 2015 16:46 delete

Scusa ma trovo assurdo il tuo ragionamento, se avessero favorire rosberg perchè rinnovare ad hamilton un contratto a tali cifre? Con la loro vettura rosberg vincerebbe il mondiale a mani basse.
Cmq i meccanici erano pronti al pit prima del secondo settore di hamilton dove si presume abbia perso 8 sec ( potrebbe anche esserci un errore nei dati mi pare troppo tempo) e cmq quegli 8 sec più altri 3/4 persi dietro alla safety gli hanno sballato i calcoli che ovviamente dopo aver preso la decisione di fare il pit non hanno più rifatto.
Comunque non credo assolutamente al complotto non ne vedo il motivo senza contare che alla mercedes è costato una doppietta

Reply
avatar
25 maggio 2015 19:18 delete

"perchè rinnovare ad hamilton un contratto a tali cifre?"
Prova a ragionare. Forse per non lasciarlo alla concorrenza?? Che la Mercedes sia la favorita anche per 2015 e 2016 è tutto da vedere.

"non credo assolutamente al complotto non ne vedo il motivo"
Ok, io invece lo vedo. E' una F1 pronta a cadere nel ridicolo pur di fare ascolti e non rimetterci, ergo ho tutti i buoni motivi per pensare ad una manovra per mantenere artificialmente in vita un campionato ormai chiuso

"senza contare che alla mercedes è costato una doppietta"
Capirai :D

Reply
avatar
25 maggio 2015 19:31 delete

Posso sapere le fonti dei distacchi e le altre info?

Reply
avatar
26 maggio 2015 13:46 delete

Questa versione non regge Cristiano. Ti chiedo le fonti.

Se Hamilton perde 8,7s al T2 ed al T3 continua a perdere (poiché dietro la SC come da immagini della regia), il suo vantaggio è ben al di sotto dei 17,9 secondi, cosa che lo farebbe restare parecchio indietro rispetto a Rosberg dopo il pitstop.

Peraltro c'è scritto che Rosberg fa un ottimo T3 nel giro 65, quindi questo esclude anche che sia stato un problema di doppiaggio per entrambi ma in settori diversi, come pensavo inizialmente.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.