GP CINA: la Mercedes accelera gli sviluppi, mentre la Ferrari sta a guardare, per ora! - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP CINA: la Mercedes accelera gli sviluppi, mentre la Ferrari sta a guardare, per ora!

La Mercedes dopo la battuta d'arresto malese con solo un secondo e un terzo posto raccolti da Hamilton e Rosberg si presenterà in Cina con una forte voglia di riscatto. Per questo gli ingegneri anglo-tedeschi guidati dal Direttore Tecnico Paddy Lowe porteranno a Shangai alcuni aggiornamenti tecnici che erano previsti invece inizialmente per il Bahrain / Barcellona. 


Sulla W06 Hybrid vedremo una nuova ala anteriore, un nuovo fondo e un nuovo diffusore che serviranno a far lavorare meglio la W06 con le nuove Pirelli 2015, soprattutto gli pneumatici posteriori che hanno compromesso le prestazioni della vettura durante il GP della Malesia. 

La pista di Shanghai come caratteristiche tecniche ricorda molto quella malese anche se, il tipo di asfalto è molto diverso e le temperature che avremo in questo fine settimana saranno relativamente basse (attorno ai 20°C). Gli pneumatici che soffriranno maggiormente saranno quelli anteriori e non i posteriori come sul tracciato malese di Kuala Lumpur. 

Per quanto riguarda la Ferrari SF15-T non sono previsti grossi sviluppi sulla vettura. Ci saranno solo dei piccoli interventi sulla carrozzeria e sulle prese d'aria per adattare nel migliore dei modi la vetture alle caratteristiche del circuito. Non è detto che le novità sulla Ferrari siano queste in quanto, potrebbero essere testate, nuove componenti "non visibili".
Il nuovo pacchetto evolutivo verrà portato in Spagna anche se, qualche nuova componente potrebbe venire testata già durante il fine settimana del GP del Bahrein. In Ferrari si sta cercando di testare al meglio tutti i nuovi componenti per cercare di non arrivare in pista e vedere che non funzionino a dovere.

La grossa delusione di queste prime due gara stagionali è senza ombra di dubbio la Red Bull RB11. Ancora non è dato sapersi se vedremo in pista durante questo fine settimana, il muso corto che sta creando grossi problemi durante la fase di crash test. Se riusciranno a portarlo in pista in Cina, con molta probabilità, vedremo interventi in altre zone della monoposto: turning vanes, fondo e diffusore. 

In casa Lotus è prevista una nuova ala anteriore (o comunque rivista rispetto alla precedente versione) mentre il pacchetto evolutivo della Force India, inizialmente previsto per la Cina, è stato rimandato al prossimo GP del Bahrein. 

Per quanto riguarda gli altri team, non abbiamo nessuna informazione di aggiornamenti tecnici. 

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

6 commenti

Write commenti
7 aprile 2015 12:42 delete

Per introdurre i nuovi aggiornamenti già in Cina, vuol dire che in Mercedes di problemi con le gomme ne hanno sul serio, non si è trattato solo di temperature troppo alte in Malesia.

Reply
avatar
7 aprile 2015 12:56 delete

Penso che dici bene perche dai primi test di Jerez Hamilton si e subito lamentato delle gomme

Reply
avatar
Ros
AUTHOR
7 aprile 2015 13:58 delete

Sembra proprio che in MB stiano apportando correzioni sostanziali ad un pacchetto non perfettamente bilanciato. In particolare mi sembra che MB abbia sofferto particolarmente il cambio regolamentare relativo al posizionamento e dimensione del musetto e, conseguentemente, dei flussi che dall'anteriore, attraverso la sospensione, passano sul fondo ed alimentano l'estrattore.
Come scrivevo in altro post: La gara in Cina si prospetta tecnicamente molto interessante.
Non è vero che il circuito sia meno impegnativo per gli pneumatici, ma si tratta di uno stress diverso, meno stress termico, meno sollecitate le gomme posteriori, maggior stress da carico laterale alle anteriori in particolare all’anteriore sinistra.
E’ quindi una bella prova per verificare il corretto funzionamento cinematico della Pull-rod anteriore Ferrari. Se, anche in questo caso, funzionasse correttamente e meglio della soluzione avversaria, veramente potrebbe cambiare la storia.
Inoltre, le gomme posteriori saranno sottoposte sì a minore stress, ma comunque il pattinamento in accelerazione potrebbe essere determinante.
Penso che la pista premierà le monoposto con maggior grip meccanico rispetto a quelle con maggior carico aereodinamico. Quindi sarà determinante il bilanciamento, la fluidità di erogazione della potenza e, last but not least, la stabilità in frenata e, quindi, il buon funzionamento del Brake by wire insieme ai vari sistemi di recupero d’energia.
Temo che si confronteranno due diverse filosofie progettuali che partono dall’anteriore profondamente diverso per interpretazione regolamentare del muso e del cinematismo/aereodinamica della sospensione e che termina al posteriore dove, mi sembra, in Ferrari si siano concentrati sul massimo trasferimento a terra della potenza del motore in termini di grip meccanico con un buon livello di carico aereodinamico generato soprattutto dall’estrattore ben alimentato dall’anteriore rispetto all’esasperata (forse eccessiva) ricerca del carico aereodinamico non solo generato dall’estrattore ma anche da un’elevata ala posteriore forse per correggere pecche di bilanciamento e/o di erogazione.
Anche lo sviluppo indirizzato agli sforzi di trazione sembrerebbe seguire strade leggermente diverse: In Mercedes, certi dello strapotere motoristico, sembrerebbero utilizzare rapporti forse eccessivamente corti penalizzando oltremodo la velocità massima pur di massimizzare gli sforzi di trazione e recuperare grip meccanico. In Ferrari sembra che si siano seguite strade meno estreme pur inseguendo l’ottimizzazione degli sforzi di trazione attraverso la riduzione dei rapporti ma, sembra, in modo più armonico con il resto del pacchetto.
Mancano ancora circa 20/30cv per fare un vero confronto, ma potrebbero arrivare presto e bisognerà vedere il reale impatto delle nuove regole circa il flussimetro (simpaticamente dette anti riflusso).
Aspetto impaziente la prime prove ……

Reply
avatar
7 aprile 2015 22:30 delete

Non so se sei la stessa persona, ma questo commento è riportato tale e quale in un altro sito.

Reply
avatar
7 aprile 2015 23:13 delete

di che si preoccupano in Mercedes?....basterà che alcuni loro motorizzati facciano esplodere le gomme in gara per ottenere, in nome della sicurezza, un nuovo tipo di gomme più adatte a loro magari, come due anni fa....RedBull vs Ferrari...gomme...sicurezza...mondiale alle lattine, e Ferrari visivamente danneggiata dal cambio costruzione....xD

Reply
avatar
9 aprile 2015 00:26 delete

Sarà una cattiveria, ma a volte a pensar male ci si azzecca, fatto sta che l'arrivo di queste novità in concomitanza del GP cinese quando sono previsti i nuovi controlli sul flusso carburante mi sembra una coincidenza un po forzata, finora la Mercedes è la scuderia che si è potuta permettere il più alto livello di carico aerodinamico e sappiamo per certo che finora l'equazione: maggior carico = maggiori consumi è sempre stata valida, non è che ora hanno la necessità di diminuire un po il carico aerodinamico per una questione di consumi? Chiaramente quale occasione migliore della vittoria Ferrari per giustificare i nuovi aggiornamenti con la scusa di dover tenere a bada il degrado gomme e contrastare l'ascesa Ferrari? Di certo aggiornamenti così importanti non si realizzano in 10 giorni, di sicuro erano già in cantiere, tutto lascia presupporre in effetti, che già dalla Malesia la Mercedes si sia adeguata ai nuovi controlli, in modo tale che l'avvicinamento della rossa possa sembrare meno sospetto.

Io non credo che i nuovi aggiornamenti che la Mercedes introdurrà porteranno poi chissà quali benefici in termini di degrado gomme, ma forse contribuiranno a rendere la Mercedes un po più veloce, anche se forse perderà qualche punto di carico aerodinamico.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.