GP CINA: i nuovi controlli sui consumi non spaventano la Ferrari - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP CINA: i nuovi controlli sui consumi non spaventano la Ferrari

La Fia a partire dalla scorsa stagione, per fare rispettare alla lettera il regolamento tecnico ha introdotto su ogni vettura un dispositivo chiamato flussometro o debimetro atto a misurare la portata di carburante su ogni singola vettura. Il regolamento stabilisce che il quantitativo massimo di carburante da utilizzare in gara è di 100 kg e che il consumo istantaneo non deve mai superare i 100 kg/h sopra la soglia di rotazione dei 10.500 giri/min.

Il flussometro, attualmente utilizzato sulle monoposto, è stato realizzato dall'azienda inglese Gill Sensor la quale ha implementato un sistema ad ultrasuoni chiamato "Utrasonic Fuel Flow Meter". Se si emette un'onda sonora dalla parete verso il centro di un tubo, questa verrà riflessa (in parte) dalla parete opposta. Se nel tubo vi è un fluido in movimento, questo sposterà l'onda sonora, che quindi compirà un percorso diverso per raggiungere la parete captante. Misurando il tempo intercorso tra l'emissione dell'onda e la sua captazione si può risalire alla velocità del fluido.

Il flussometro, GP di Australia 2014 a parte, non ha creato grossi problemi anche se, qualche sospetto ai più esperti lo ha sempre creato in quanto troppo sensibile alle variazioni di temperatura e alle vibrazioni interne. 

Qualche polemica a cui la stampa internazionale ha dato poco risalto è sorta nel post GP di Malesia 2015 vinto dalla Ferrari di Sebastian Vettel. Nel dopo gara, durante i controlli tecnici, si era diffusa la voce che la Ferrari avesse avuto dei problemi di Hight Fuel Flow Rate. In poche parole la Ferrari avrebbe, in alcune fasi di gara, oltrepassato (di poco) i 100 kg/h sopra i 10.500 giri/min. La cosa effettivamente è vera ma la FIA non ha voluto creare problemi, richiamando solo la Scuderia italiana.

Che questa regola sia poca chiara e di facile "aggiramento" lo ha capito anche la FIA in quanto già dopo la gara di Melbourne ha fatto sapere ai team che a partire dal GP della Cina qualcosa cambierà riguardo alla misurazione della portata di combustibile, applicando controlli molto più severi.

Proprio lo scorso anno, un nostro lettore, Michele Pedini scriveva un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook di F1Analisitecnica:

"Mi è appena venuta una idea su come aggirare il flussometro, ma allo stesso tempo rispettare il regolamento. Ovvero, sfruttare le fasi di frenata per "accumulare" benzina a valle del flussometro, ma a monte del motore. In questa fase infatti il motore ha comunque un certo numero di giri, e per regolamento può essere utilizzata benzina in rapporto appunto al numero di giri, fino ad un massimo di 100 kg/h dai 10500 giri in su."

Questa teoria non è per niente campata in aria in quanto, tra il flussometro e gli iniettori c'è una certa distanza e proprio qui potrebbe essere accumulato durante le fasi di bassa velocità (giri motore < 10.500), un certo quantitativo di carburante che potrebbe essere utilizzato nelle fasi successive in cui il motore necessità di maggiore potenza, cioè nelle fasi accelerazione e in velocità di punta.

In questa stagione, a differenza di quanto succedeva nel 2014, alcuni team, in primis Mercedes e Ferrari, hanno spinto la loro pressione di iniezione del carburante nella camera di combustione, fino al massimo concesso dal regolamento: 500 bar. Si pensa quindi che siano proprio questi due team che abbiano trovato la scappatoia per riuscire ad accumulare un certo quantitativo di benzina a valle del flussometro, ma a monte del propulsore endotermico. Proprio per questo motivo la Fia, a partire dal GP di Shanghai introdurrà su tutte le vetture un secondo flussometro a valle del primo, per controllare che i team non violino il regolamento tecnico. Ancora non è dato sapere se, anche questo secondo flussometro, sarà ad ultrasuoni. 

Detto ciò, il GP di Cina sarà molto interessante per riuscire a capire vedendo le prestazioni in pista, se davvero qualche motorista nelle gare precedenti avesse usato un sistema tale da "aggirare" le regole. Alcuni esperti hanno stimato che un sistema del genere può aumentare le prestazioni dai 3 ai 5 decimi al giro.  Per tranquillizzare i tifosi della Rossa, in Ferrari, dalle informazioni che abbiamo raccolto, sono molto tranquilli su questa cosa ma solo la pista ci dirà veramente come stanno veramente le cose.

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

21 commenti

Write commenti
2 aprile 2015 19:58 delete

Cioè? Cosa ha fatto la Ferrari in Malesia?? A qnt ho capito sta utilizzando un "trucco" per aggirareil flussometro? E dal gp di Cina come sarà la storia adesso? Vedremo la Ferrari in quarta fila? Nn ho capito nnt sinceramente parlando

Reply
avatar
hikomun
AUTHOR
2 aprile 2015 23:03 delete

Tranquillo, niente di grave ;D
Forse è solo la mercedes a fare la furba..!

Reply
avatar
2 aprile 2015 23:50 delete

Scusate , ma questa notizia da dove arriva ? fonte ?
anche Io avevo scritto a Benzing tempo fa di questa possibilità ,tuttavia , poi anche avendo benzina a monte avrei sempre e comunque il limite dei 100kg che sarebbero sicuramente superati....
inoltre la Fia non PUO' contestare alcunna lieve violazione che non sia costante e ripetuta ,vista la proverbiale imprecisione del flussometro stesso

Reply
avatar
Pedo
AUTHOR
3 aprile 2015 07:16 delete

Il vero vantaggio lo si ottiene in qualifica, dove oltre a ricaricare al massimo le batterie nel giro di lancio, è possibile incamerare quanta più benzina possibile a valle del flussometro. Che fosse questo il famoso bottoncino della Mercedes? In gara invece si è ovviamente limitati dai 100 Kg, ciò non toglie che in alcune limitate fasi di gara si possa ugualmente accumulare benzina

Reply
avatar
Pedo
AUTHOR
3 aprile 2015 07:18 delete

Grazie della citazione nell'articolo :)

Reply
avatar
3 aprile 2015 08:27 delete

Ma questa storia del flussometro sarà a vantaggio di qualcuno oppure un po tutti? Spero che nn sia a svantaggio Ferrari

Reply
avatar
3 aprile 2015 10:44 delete

Credo che sei in errore, avere la possibilità di introdurre più carburante dopo i 10500 giri non comporta automaticamente un aumento dei consumi, anzi, direi che è l'opposto, perchè avresti una maggiore efficienza e quindi minori consumi. Per dirla in modo spartano: il motore non andrebbe "sotto sforzo" e renderebbe di più, quindi non si supererebbe il limite dei 100 kg per gara.

Volendo fare un'altro esempio, si parla di aumentare la potenza delle attuali PU a 1000 cv complessivi lasciando invariato il limite dei 100 kg per gara, semplicemente togliendo il flussometro.

Reply
avatar
3 aprile 2015 10:46 delete

Certo in qualifica l'effetto è maggiore, ma anche in gara la cosa non è certo trascurabile.

Reply
avatar
3 aprile 2015 10:51 delete

In Malesia non vi era ancora il nuovo sistema che andrà in vigore solo dalla Cina, tuttavia in Ferrari in qualche occasione la FIA avrebbe accertato che è stato superato il limite dei 100 kg/ora, tuttavia a differenza di quanto è accaduto l'anno scorso a Melbourne con la RBR, la Ferrari, richiamata all'ordine si è adeguata. Niente a che vedere con i nuovi controlli che saranno effettuati dalla prossima gara.

Reply
avatar
3 aprile 2015 11:21 delete

Ok ma nn ho capito se a partire dal gp prossimo la Ferrari perderà vantaggio in termini di consumo? La Ferrari aveva trovato il modo di consumare meno? E ora dal gp della Cina cosa cambierà effettivamente con qst regolamento Fia? Io voglio capire

Reply
avatar
Sderenno
AUTHOR
3 aprile 2015 13:02 delete

Quella dell'accumulo di carburante a valle del flussometro era una mia osservazione su un altro blog, copiata qui evidentemente.

Un altro strataggemma che mi era venuto in mente dopo il GP del canada è quello di poter usare il brake by wire come una sorta di traction control, accumulando energia elettrica in accelerazione per limitare il pattinamento, certo è molto difficile anche perchè si sprecherebbe benzina per accumulare energia, ma magari in uscita di curva per un tempo abbastanza piccolo e sotto i 10500 gir/min si potrebbe fare. Il dubbio mi è venuto proprio in canada che è una pista di ripartenze e guarda caso la Mercedes si è trovata con entrambe le auto con problemi simili.

Reply
avatar
3 aprile 2015 14:03 delete

Può essere una sua idea questo non lo neghiamo, Noi, non leggendo altri blog, abbiamo pubblicato esclusivamente il nome della persona che ci ha suggerito questa cosa. Tutto qui, La prossima volta magari scrivi a noi così citeremo le sue idee, se ritenute interessanti, Con l'occasione Le auguro una Buona Pasqua

Reply
avatar
Sderenno
AUTHOR
3 aprile 2015 15:40 delete

Augurissimi anche a voi, sarà un piacere ogni volta che mi viene in mente qualcosa del genere pubblicarlo in questo blog dove non si fanno chiacchere da bar, ma si approfondisce il vero spirito della F1, la tecnica, un settore dove avvengono sfide e sorpassi come e forse più che in pista.
Grazie ancora.

Reply
avatar
Sderenno
AUTHOR
3 aprile 2015 15:46 delete

Tornando all'articolo, sarà interessante vedere in Cina chi effettivamente la stava facendo in barba al flussometro, naturalmente spero non sia la Ferrari.

Reply
avatar
3 aprile 2015 18:14 delete

E chi lo può dire?

Se la FIA impone nuovi controlli ufficialmente è per evitare che si violino le regole, mica sappiamo se Ferrari o altri finora le hanno violate?

Personalmente, sull'argomento ho scritto qualcosa altrove, ma non credo sia corretto publicare il link in questa sede.

Reply
avatar
3 aprile 2015 18:19 delete

E invece secondo me non si vedrà assolutamente nulla.

Reply
avatar
3 aprile 2015 18:47 delete

Potresti inviarmi del link dv leggere il tuo commento?

Reply
avatar
3 aprile 2015 19:57 delete

Non si tratta di un commento è un mio articolo pubblicato su un altro blog, per cui non mi sembra corretto riportare qui il link, salvo nulla osta da parte di Cristiano.

Reply
avatar
3 aprile 2015 20:09 delete

No no tranquillo..però vorrei tanto leggerlo. Come posso fare?

Reply
avatar
3 aprile 2015 22:46 delete

prova a fare una ricerca su google

"NUOVI CONTROLLI FIA SUL FLUSSO CARBURANTE"

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.