GP BAHRAIN: la RedBull con una novità ai freni anteriori

In casa RedBull non ci sono, almeno per ora, grosse novità tecniche. 

Alle verifiche tecniche è arrivata una RB11 con installata la vecchia versione di ala anteriore ma, con molta probabilità, fin dalle prove libere di domani verrà utilizzata la nuova specifica che era stata usata, da entrambi i piloti, durante le qualifiche e la gara del GP di Cina

Ala anteriore RedBull- verifiche tecniche GP Bahrain 
Ala anteriore RedBull- verifiche tecniche GP Bahrain  - foto AMuS
Al posteriore, come abbiamo visto in queste prime gare, è presente un'ala con un profilo principale molto piatto. Quattro gli slot nella parte alta della deriva verticale. 

Ala posteriore RedBull - verifiche tecniche GP Bahrain  - foto AMuS
Sembra essere stata accantonata, almeno per ora, l'ala posteriore "inedita" che era stata utilizzata durante i test di Barcellona. Quest'ala, come potete vedere dal disegno in basso, era dotata di tre slot nella parte alte della deriva verticale con una soffiatura verticale, collocata sul bordo d'entrata dell'endplate che andava a collegarsi con la prima soffiatura orizzontale.



Viste le caratteristiche del tracciato sono state introdotte alcune novità al sistema di raffreddamento dei freni anteriori. Per aumentare lo smaltimento termico è stata aumentata, rispetto alla gara della Malesia l'apertura nella presa d'aria interna del sistema frenante in modo da garantire una maggior evacuazione dell'aria calda ed avere un sistema frenante più efficiente e funzionale.  

Share this

Related Posts

Previous
Next Post »