ANALISI TEST BARCELLONA: passo gara Ferrari SF15-T - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

ANALISI TEST BARCELLONA: passo gara Ferrari SF15-T

Per la prima volta in questi test invernali, la Ferrari ha provato una vera e propria simulazione gara. Durante la mattinata, dopo alcune prove comparative, è stata promossa la nuova ala anteriore, già testata da Vettel nella giornata di ieri, che garantisce maggior carico all'anteriore. 


Dopo le prove comparative, Kimi si è dedicato a effettuare delle simulazioni di qualifica, prima con gomme soft, poi con pneumatici super soft  verso tarda mattinata. Ricordiamo che il divario indicato da Pirelli tra mescola soft e super soft è di circa 1 secondo al giro. 
Il pomeriggio per il pilota finlandese è iniziato con la simulazione gara ottenendo buoni riscontri cronometrici. 

1°stint con gomme Medie dalla durata di 21 giri con un passo medio di 1.31

2° stint con gomme Hard dalla durata di 17 giri con passo medio 1.30,4

3°stint con gomme medie sperimentali dalla durata di 28 giri con passo medio 1.28,7



RAIKKONEN

1° STINT
01:30,688

2°STINT
01:29,562

3°STINT
01:27,292
01:30,62401:29,71601:28,064
01:30,27201:29,92801:28,306
01:30,34601:29,33901:28,137
01:30,40601:30,04401:28,212
01:30,69901:30,48001:28,156
01:30,75401:29,49301:28,545
01:30,73101:30,28501:28,223
01:30,74201:30,94501:28,002
01:30,98001:30,72001:28,348
01:31,07001:30,82201:28,614
01:31,22101:30,83501:28,454
01:31,12601:31,10301:28,892
01:31,48201:31,07001:29,935
01:31,40901:28,631
01:32,00301:28,628
01:31,80901:28,570
01:31,81501:28,719
01:32,36101:28,642
01:29,108
01:29,754
01:29,110
01:29,255
01:29,100
01:29,740
01:29,594
Tot.58
19 lap14 lap25 lap

Tempo medio
01:31,081

Tempo medio
01:30,310

Tempo medio
01:28,694

MEDIE USATE

HARD USATE

MEDIE P NUOVE

Passo Medio
01:29,846

Durata Simulazione
1:35:50


Dopo il grande lavoro svolto sulla Power Unit durante la mattinata odierna, con vettura rimasta ferma ai box per oltre 2 ore, la SF15-T si è dimostrata una vettura prestazionale sia in termini di erogazione che di bilanciamento. 

Girando lungo il tracciato è stato possibile osservare, in modo particolare in curva 5 e nell'ultima chicane prima del rettifilo, che esistono ancora dei problemi di trazione.
I miglioramenti rispetto al 2014 sono comunque evidenti e la vettura si comporta tutto sommato bene nei tratti guidati. 

Dal comportamento della vettura in uscita dalle curve veloci si nota come,  nonostante il grandissimo lavoro svolto dagli ingegneri di Maranello, la sospensione risulti essere ancora rigida. Nonostante ciò l'inserimento in curva risulta essere notevolmente migliorato anche nelle curve lente a raggio stretto.

Sebbene le prestazioni di Mercedes siano ancora un miraggio, la Ferrari e le altre dirette inseguitrici stanno avvicinando le rispettive prestazioni rendendo interessante la lotta per la seconda piazza. Ad ora la seconda forza, per quanto visto in questi test invernali, sembra essere la Williams con Ferrari e Red Bull subito dietro in attesa che venga svelato il vero potenziale della McLaren Honda. 

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

1 commenti :

Write commenti
1 marzo 2015 02:01 delete

Queste le patole di Maurizio Arrivabene: “In questa fase i tempi contano davvero poco. Se volevamo cercare la performance svuotavamo il serbatoio e mettevamo le super soft: sono sicuro che il tempone sarebbe arrivato, ma a cosa sarebbe servito? A Niente. L’importante è aver creato un programma di lavoro con una certa disciplina: si è fatto un programma e lo abbiamo seguito fino in fondo, fregandocene dei tempi.”

E’ vero sono state montate le SS, ma le parole di Arrivabene credo che tolgano ogni dubbio sul fatto che Kimi fosse o meno in una prova di qualifica, daltronde durante i test lo avevo già notato, (a parte i commenti di qualcuno che li giudicava dei calcoli insensati) sarebbe stato un nonsenso, infatti l’anno scorso la Ferrari in qualifica aveva un tempo di 1:27 (sbagliando qualcosina, infatti è una delle poche volte che Kimi è stato davanti ad Alonso) mentre in gara sono partiti con un 1:33; in Mercedes invece in qualifica fecero un 1:25 ed in gara hanno comiciato con un 1:32 – se consideriamo il tempo di Kimi, questo è stato fatto con le ss che ad occhio e croce dovrebbero avere un vantaggio di circa 8 decimi sulle soft e queste ultime più di 1,2″ sulle medie, pertanto, “normalizzando” il tempo di Kimi alle coperture a mescola media dovrebbe essere sull’1:25 ed è assolutamente impensabile che a parità di tempo con Hamilton (2014) abbia iniziato la simulazione ad 1:30.

Se c’è una cosa che invece mi ha stupito è il fatto che guardando i tempi dello scorso anno, man mano che si svuotava il serbatoio, miglioravano le prestazioni in pista, ad evidenziare il fatto che l’aumento prestazionale dovuto all’abbassarsi del peso, era superiore al decremento dovuto al degrado pneumatici, mentre, quest’anno sembra che questa tendenza si sia invertita, infatti i tempi tendono ad aumentare al contrario di quello che accadeva lo scorso anno, tuttavia guardando anche l’orticello del vicino, sembrerebbe che questa tendenza sia uguale per tutti, anzi, forse in Ferrari il consumo gomme è addirittura inferiore, perchè, giova ricordarlo, Kimi ha fatto solo due pit stop nella sua simulazione di gara a testimonianza del fatto che anche con gomme tendenzialmente più inclini al consumo, la rossa si comporta piuttosto bene. In effetti l’anno scorso a barcellona Alonso fece 3 pit stop, mentre Kimi solo due e si rivelò una scelta sbagliata.

Riguardo al consumo carburante, bhe credo che ci siamo, la distanza di gara è stata coperta del tutto.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.