Analisi long run Ferrari - SF15-T a 7 decimi dalla W06? - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Analisi long run Ferrari - SF15-T a 7 decimi dalla W06?

Oggi, per la prima volta in questa stagione, abbiamo visto la Ferrari, cambiare il programma di lavoro in quanto ha iniziato a lavorare con più benzina a bordo. Per ora, durante i giorni di test di Jerez e i primi due di Barcellona si era concentrata esclusivamente su run con un quantitativo di benzina stimabile intorno ai 30 Kg. Oggi, Sebastian Vettel, durante il pomeriggio ha effettuato un run di 15 giri che, per ora, rappresenta il maggior quantitativo di giri fatti consecutivamente dalla Ferrari.
Ecco nel dettaglio il run di Sebastan Vettel realizzato con gomme di mescola Media Usata




VETTEL Lung. Run
01:29,9581
01:29,7252
01:28,9513
01:28,8324
01:28,9585
01:29,2786
01:29,2157
01:29,1968
01:29,2299
01:29,67010
01:29,58711
01:29,86312
01:30,20313
01:30,32914
01:30,47415
T.MEDIO01:29,565

La grossa incognita, per capire il livello di performance rispetto agli avversari è riuscire a capire il quantitativo di benzina che il pilota tedesco aveva in questo run. Attraverso opportuni calcoli, incrociando anche alcune notizie che ci sono giunte direttamente dal paddock di Barcellona possiamo stimare una SF15-T con un quantitativo di benzina intorno ai 60 Kg. Da opportuni calcoli, possiamo dire, con opportuna certezza, che 10 Kg di carburante in più o in meno equivalgono ad un guadagno o perdita prestazionale di circa 3 decimi al giro. Ricordiamo, per chi si fosse perso la notizia, che il distacco prestazionale, dato dalla Pirelli, tra gomme medie e hard è di 1 s al giro. 
Perchè questo? 
Questo ci serve per cercare di equiparare il run del pilota tedesco della Ferrari con quello realizzato, nella giornata di ieri, da Lewis Hamilton su Mercedes W06. 
Quindi, andiamo a correggere i tempi realizzati da Vettel, aggiungendo l'incremento prestazionale dato dai 40 Kg di benzina (60 kg + 40 Kg=100 Kg - benzina usata ad inizio gara) e aggiungendo, inoltre, il gap dovuto alle gomme Hard. 

Ecco la tabella dei tempi opportunamente corretti:




VETTEL
tempo 100 kg + hard
01:32,158
01:31,925
01:31,151
01:31,032
01:31,158
01:31,478
01:31,415
01:31,396
01:31,429
01:31,870
01:31,787
01:32,063
01:32,403
01:32,529
01:32,674
Tempo Medio01:31,765

Se andiamo ad equiparare questo long run di 15 giri effettuato da Sebastian Vettel con quelli che abbiamo visto fino ora durante questi test possiamo vedere che la Ferrari non è poi messa così male. Sicuramente il margine da recuperare è ancora molto ampio ma il recupero fatto, dalla scuderia di Maranello, è senza dubbio molto elevato. I  margini di errore, nell'analisi di questo long run, sono più elevati rispetto a tutti gli altri in cui abbiamo dati abbastanza certi. 


RIEPILOGO PASSO SU 56 GIRI
1°STINT2°STINT3°STINT4°STINTTOTALEDIFFERENZA
RICCIARDO01:31,36101:31,28701:30,04801:29,0991:24:240:00:43
Soft UsateMedie UsateMedie UsateSoft Usate
lungh. Stint718201156
HAMILTON01:31,10301:29,28301:28,1711:23:400
Hard UsateHard NuoveHard Nuove
lungh. Stint21191656
HAMILTON 201401:32,09501:31,42301:30,0741:25:060:01:26
lungh. Stint16232261
KVYAT01:31,70101:31,01201:29,99001:28,61501:24:2400:00:43
Soft nuoveMedie NuoveMedie UsateSoft Nuove
lungh. Stint821198
MALDONADO01:32,81101:31,543
Soft UsateMedie Nuove



920



Il tempo medio di Vettel, opportunamente corretto e portato alle medesime condizioni di Hamilton è risultato essere di 1:31,75 contro l' 1:31,1. Quindi in condizioni di gara il divario sembra essere intorno ai 6-7 decimi al giro rispetto alla Mercedes.

Per ora, con i dati che abbiamo in mano, la Ferrari, sulla distanza, sembra a livello teorico superiore alla Red Bull. Non vi deve ingannare il tempo medio uguale tra Vettel, Ricciardo e Kvyat in quanto i due piloti della Red Bull hanno girato con gomme soft. Vi ricordo che, invece, il tempo preso in esame di Vettel è stato opportunamente corretto a 100 Kg di carburante e gomme Hard. 

Per finire osservate i long run dei due piloti Red Bull. Quello di Ricciardo è stato realizzato nel day 2, mentre, quello di Kvyat nel day 3. Entrambi hanno portato a termine una sorta di simulazione gara non completa) con 56 giri cronometrati (62 se includiamo il giro di rientro e il giro di lancio dopo i pit stop di cui non disponiamo dei rilevamenti cronometrici) con il medesimo tempo "spaccato" al secondo  1h:24m:24s. Tra i due, nonostante il tempo totale uguale, è stato sicuramente più competitivo il polta australiano in quanto ha usato in tutti gli stint gomme usate, mentre, il giovane pilota russo ha utilizzato gomme nuove in tre stint su quattro. 

Per tutti i tifosi Ferrari, prima di gioire vedendo questa analisi, vi consigliamo di aspettare che a Maranello decidano di realizzare una vera e propria simulazione gara, In questo modo il margine di errore nell'analizzare i dati sarà sicuramente migliore e potremmo aiutarvi a farvi un'idea più precisa sulle reali prestazioni della SF15-T. In ogni caso è inutile nascondere i progressi fatti dalla scuderia di Maranello in questa stagione. 

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

3 commenti

Write commenti
Nico14
AUTHOR
22 febbraio 2015 17:58 delete

Premetto che per un’analisi più completa avrei bisogno della lista completa dei tempi del run di Hamilton o delle RB, o ancora meglio di una vera simulazione gara da parte di Vettel/Ferrari.
Innanzitutto, dal mio punto di vista, la differenza tra la gomme Hard e Medium è inferiore al secondo in configurazione gara (in qualifica no), anche dato il degrado leggermente inferiore delle Hard, essendo le gomme 2015 molto simili alle specifiche 2014. Basti pensare ai duelli tra Hamilton e Rosberg della stagione scorsa quando, spesso invertendo i compound nel secondo e terzo stint, avevano performance molto simili (esagerando 3/4 decimi di gap a gomme nuove, ma spesso meno).
Detto questo, passiamo ai dati sul carburante. Considerando che hanno percorso 62 giri (la gara è di 66 e, come si sa, Mercedes consumava circa 90kg sui 305km in media, ma immagino che la PU 2015 sia stata ottimizzata per consumi anche migliori, o sbaglio?) possiamo (grossolanamente) dire che all’inizio del secondo stint avessero a bordo quei famosi 60kg, forse anche meno. Quindi sarebbe più corretto confrontare solo il secondo stint di Hamilton con quello di Vettel (benché più lungo di 3 giri). Ripeto ancora una volta che bisognerebbe avere il dato completo dei giri Hamilton perché ci possono essere passaggi più lenti a causa di traffico, errori o non “spinti” al massimo (ad esempio i primi due di Vettel sono troppo più lenti per essere paragonati ai successivi e negli ultimi 3 giri si ha un crollo verticale della gomma che, avendo ormai oltre 20 giri (presumo che fosse stata usata in una sim. qualifica o run di 5/6 giri prima) rischia di raggiungere il cliff. Quindi tornando ai tempi, possiamo stimare che ai 2.5/3 decimi di media di differenza vada aggiunto poco più di gomma per arrivare a 4/5 decimi.
Questo è quello che vedo dai dati, ma credo (temo) anche io che il divario sia maggiore e più verso il secondo. Staremo a vedere a Barcellona 2 e Melbourne.

Reply
avatar
22 febbraio 2015 18:08 delete

Ottimo articolo, posso usare i dati per fare un'analisi sul mio sito? Ovviamente citerò la fonte ;)

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.