Gp Spa: Mercedes e Red Bull alla ricerca della massima velocità - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Gp Spa: Mercedes e Red Bull alla ricerca della massima velocità

Mercedes dopo aver provato per tutte le sessione di libere di ieri la nuova ala posteriore a basso carico, durante le libere di questa mattina, per recuperare ulteriormente in velocità di punta ha rimosso il nolder collocato sul bordo d'uscita del flap mobile. Confermato, invece, il monkey seat a basso carico deportante collaudato durante i test di Silverstone.

In casa Red Bull, su entrambe le vetture,  per ovviare alla mancanza di potenza della Power Unit Renault hanno utilizzato un'ala posteriore molto scarica riuscendo ad ottenere, nonostante la posta bagnata, delle ottime prestazioni a dimostrazione di quanto carico verticale riesce a sviluppare la RB10. Se osservate la foto a lato potete notare che il profilo principale è piatto e non ci sono soffiature sulla parte alta della deriva verticale. Le feritoie sono state tolte in quanto l'angolo di ingresso del mainplate è molto piccolo. Più l'angolo di ingresso è piccolo e più i vortici di estremità hanno intensità minore tanto da escludere l'utilizzo delle feritoie che cercano di "rompere" questi vortici. Vortici che disturbano il funzionamento dell'ala e la generazione di carico deportante.

di Sponton Cristiano e Piergiuseppe Donadoni

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

1 commenti :

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
25 agosto 2014 00:42 delete

mi chiedo quanto cavolo di carico ha questa Redbull?
la Mercedes sarà una macchina che fà della sua forza l'integrazione della power unit, ma la Rebull secondo me è la miglior macchina del lotto, con la peggior power unit riesce ad avere doti di trazione e velocità in curva assurde!

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.