GP Belgio Analisi Prove Libere: Le Mercedes dettano il passo - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

GP Belgio Analisi Prove Libere: Le Mercedes dettano il passo


Finalmente dopo tre, lunghe, insopportabili settimane il circus della F1 è tornato a far rombare i motori per le prove libere dello storico GP Belga.
La storica pista di Spa ha sempre presentato una sfida per i piloti, nella fatidica curva dell'Eau Rouge dove quest'anno era presente un grande interrogativo: Riusciranno a farla in pieno con meno carico aerodinamico? Beh la risposta è positiva. Nonostante l'inferiore carico aerodinamico rispetto agli anni precedenti i piloti riescono a compiere l'Eau Rouge senza alzare il piede, uscendo anche con velocità superiori rispetto agli ultimi anni.

Nico Rosberg ha chiuso al comando la prima sessione di prove libere valida per il Gran Premio del Belgio. Il tedesco della Mercedes, sfruttando la grande potenza della sua W05 Hybrid, è riuscito a staccare il miglior tempo della sessione in 1.51.577, precedendo Lewis Hamilton e Fernando Alonso. Inizio molto positivo per il pilota spagnolo della Ferrari, inizio più problematico per Kimi Raikkonen (5°) che ha avuto dei problemi all'impianto frenante. Da sottolineare, inoltre, l’esordio positivo per Andre Lotterer a bordo della Caterham, che ha concluso la sessione davanti ad Ericsson di un decimo. 

La seconda sessione ha visto primeggiare Lewis Hamilton davanti a Nico Rosberg e Fernando Alonso ancora una volta primo inseguitore delle Mercedes. Hamilton ha fatto segnare un tempo di 1.49.189 ben 6 decimi più rapido del compagno di squadra. I primi tre sono stati anche gli unici piloti a scendere sotto l'1.50. Infatti Massa, 4°, ha fatto segnare un tempo di 1.50.3 molto staccato da Hamilton. 
Williams che ha leggermente deluso le aspettative che la davano come grande favorita del weekend insieme alla Mercedes. Certo, siamo solo alle prime due sessioni del weekend, domani magari andrà molto più forte. 
Ancora problemi per Kimi Raikkonen, che non ha praticamente girato nella FP2 per problemi alla power unit, sfortuna anche nella sua pista preferita per il Finlandese. Red Bull in difficoltà con Ricciardo solo 8° dietro anche a Kvyat, e Vettel fermo ai box tutta la sessione a causa di problemi alla power unit Renault. 

Come di consueto la FP2 è stata la sessione per verificare i tempi sul giro dei vari piloti con un carico di benzina elevato. Le Mercedes rimangono le vetture da battere anche sul passo gara, con un ritmo di 1.54 inarrivabile per la concorrenza. Williams e Ferrari si dividono il ruolo da inseguitori con tempi di 1.55 e mezzo/ 1.56 rendendo così la lotta per il terzo gradino del podio (Problemi alla Mercedes permettendo) molto interessante. Appuntamento a domani alle ore 11 per le Prove Libere 3! 

@GFiduci 

Gianmarco Fiduci

About Gianmarco Fiduci

Subscribe to this Blog via Email :

8 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
22 agosto 2014 17:17 delete

A lato si legge il commento secondo il quale il problema Ferrari sarebbe dato dal fatto di non avere un recupero di energia efficace ed efficiente.Ma dicendo cio' o si sottointende che un ritmo gara almeno buono non sia sostenibile per questione di consumo carburante,oppure si da per probabile problemi di efficienza/surriscaldamento delle batterie.Il fatto che per alcuni giri la F14T riuscirebbe ad avere un ritmo buono dimostrerebbe come in realta' quantitativamente il recupero di energia Ferrari non sarebbe molto distante da Mercedes,altrimenti su una pista come Spa il distacco sarebbe maggiore.Ma cio' implicherebbe anche che dimensioni turbocompressore ed efficienza MGU-H non sarebbero cosi' critiche come si pensa.
Non é affatto da escludere quindi che i problemi principali risiedano proprio nel scarso rendimento e nel surriscaldamento delle batterie.Cio' sarebbe piuttosto curioso ed incomprensibile a 5 anni dall'esordio del KERS sulle F.1.
Faccio notare una cosa:come si sa,da poco,la F14T ha la MGU-K alloggiata nella scatola del cambio.Una posizione piu' periferica rispetto a quella solita,a lato del basamento motore.In questo caso i cavi elettrici raddoppiano la lunghezza.Forse ad essere poco efficiente é proprio la MGU-K,piuttosto che la H,per surriscaldamento dei cavi che portano alle batterie e relativo aumento della resistenza degli stessi.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
22 agosto 2014 18:07 delete

Inoltre,statisticamente,questo é uno dei distacchi minori subiti dalla F14T nelle libere.7 decimi in un giro percorso in 1 minuto e 50 circa,quando generalmente i decimi erano anche di piu' in giri che si concludevano in 20 secondi in meno.
Naturalmente non sappiamo se oggi i piloti hanno girato con lo stesso impegno, ma cosa significa questo,se teniamo conto che i tecnici dicono che la carica massima ammessa di 4MJ dovrebbe esaurirsi circa a Blanchimont?
Che se complessivamente l'efficienza dei sistemi di recupero dell'energia di Mercedes e Ferrari rispecchiasse quanto visto,ma soprattutto quanto affermato nei mesi scorsi,ovvero che il sistema Ferrari é inferiore,avremmo distacchi di molto maggiori rispetto ai gp precedenti,non uguali o addirittura minori.
Da Blanchimont in poi le due P.U. potrebbero utilizzare solo la potenza endotermica e (forse) quella della MGU-H.
Tenuto conto che da Stavelot in poi il circuito é "roba" per chi ha cavalleria da vendere,per quanto visto oggi si potrebbe dire:

-che Mercedes ha passeggiato (ma perche'?)
-che Mercedes ha sbagliato completamente gli assetti
-che non é vero che la MGU-H Mercedes é di molto superiore a quella Ferrari (se da Stavelot in poi si puo' usare)
-che il motore endotermico Ferrari non é cosi' meno potente di quello Mercedes come si sente dire da mesi e che quindi il turbocompressore non é affatto sottodimensionato (se da Stavelot in poi la MGU-H non si puo' usare)

In pratica il punto di Stavelot corrisponde all'inizio del terzo settore.Ferrari é la prima non Mercedes in tutti i tempi fatti registrare nei 3 intertempi,segno che forse non é vero che é motoristicamente dietro a Renault (almeno ora con gli scarichi coibentati).
Nel primo settore Alonso (7°) prende 32 centesimi da Button,31 da Hamilton.Nel secondo é 2° e becca 12 centesimi scarsi da Hamilton.Nel terzo é 4° ed é distante 20 centesimi da Hamilton,ma solo 7 centesimi scarsi da Rosberg (2°):un'inezia.
La speed trap ufficiale non ci aiuta a capire dove i piloti potrebbero aver utilizzato l'energia del recupero a disposizione a naso si potrebbe dire che Alonso abbia sfruttato il surplus soprattutto nel fatidico tratto la source-radillon-eau rouge-kemmel,ma comunque sia,essendo l'energia a disposizione limitata,almeno sul giro secco,non mi pare che in questo caso si possa parlare di un motore 059/3 mediocre,visti i distacchi nei settori "di sua competenza".
Non si puo' nemmeno dire che tali prestazioni siano dovute ad un assetto particolarmente scarico:per via del fatto che Alonso ha il minor distacco proprio nel settore intermedio e per il fatto che se si volesse insistere su cio',si dovrebbe ammettere che la F14T,almeno a Spa,avrebbe un rendimento nel misto veloce semplicemente da paura.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 agosto 2014 03:01 delete

...esprimito decentemente...

Reply
avatar
23 agosto 2014 09:05 delete

A me sembra, dagli on board di Fernando, che sulla PU della Ferrari abbiano lavorato molto sulla gestione elettronica riuscendo ad avere una erogazione meno brusca

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 agosto 2014 09:58 delete

Ma non dimentichiamo anche la questione assetti,nel valutare lo speed Trap.
infatti Mercedes, Ferrari e McLaren, hanno,scelto un assetto più carico sacrificando la velocità di punta,in funzione del fatto che oggi è prevista pioggia e un assetto estremamente scarico sarebbe penalizzante

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 agosto 2014 10:47 delete

Beh,l'anonimo delle 0.07 (sara' stata l'ora?) é stato veramente inappuntabile nelle sue argomentazioni.Quanto totalmente confutabile.
Comunque,lo ripeto,riferendomi al linguaggio medio che si puo' riscontrare nei siti che trattano di agonismo motoristico (fra i quali quello di Cristiano é il piu' immacolato):
complimenti per l'acculturatezza e l'Italiano erudito,specchio del livello attuale dell'Italia.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
23 agosto 2014 10:50 delete

C'é qualcuno che sa dove trovare le velocita' massime al Kemmel?Tempo fa avevo trovato molto interessante il sito Mclaren dal punto di vista della reperibilita' dei dati simili a quelli che vengono mostrati da Sky,su intertempi e velocita' massime nei singoli settori,ma ieri non riportava nemmeno i risultati della 2 prove libere...

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.