Test Silverstone: Ferrari raccoglie dati e collauda una modifica nei deviatori di flusso a ponte - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
Questo sito contribuisce alla audience di

Test Silverstone: Ferrari raccoglie dati e collauda una modifica nei deviatori di flusso a ponte

In casa Ferrari oltre al lavoro fatto per raccogliere dati preziosi nella zona degli pneumatici anteriori (vedi foto in basso) è stata provata una piccola modifica tecnica nella zona dei deviatori di flusso a ponte collocati davanti alle fiancate. 

Rispetto alla versione utilizzata durante il GP di Silverstone è stata posizionato un flap sul bordo d'entrata del deviatore di flusso. Gli aerodinamici Ferrari stanno ancora lavorando per migliorare il flusso d'aria diretto verso il posteriore della vettura.

 La soluzione sembra un po' posticcia e capiremo solo in Germania se avrà dato anche in pista i risultati sperati e riscontrati in galleria del vento.
Anche il supporto degli specchietti retrovisori è stato modificato rispetto a quanto visto nel recente GP di Gran Bretagna


Posted via Blogaway


Posted via Blogaway

Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

10 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
10 luglio 2014 02:01 delete

Con questi sensori intorno allo pneumatico raccolgono dati per una nuova e più efficiente ala anteriore?! Che Dio sia lodato!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 luglio 2014 11:15 delete

Ma questi sensori mi sa che hanno in qualche maniera a che fare con il principio di indeterminazione di Heisenberg.E' chiaro che la struttura va a modificare l'andamento dei flussi e quindi i sensori stessi misurano l'andamento modificato,non quello reale.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 luglio 2014 11:38 delete

ecco...qualcuno c'è arrivato!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 luglio 2014 12:00 delete

Leggo questo blog da tempo e con molto interesse ma a volte trovo dei commenti veramente esilaranti! cosa c'entra il indeterminazione di Heisenberg con delle misurazioni di pressione e velocità di un flusso?!. Spero sia una battuta.

Reply
avatar
Kris
AUTHOR
10 luglio 2014 12:28 delete

Hahahah il "principio di indeterminazione di Heisenberg"....il fisico si sta rivoltando nella tomba, vomitando pure! Hhaahah....che comunque ti ricordo riguardava l'impossibilità di misurare allo stesso istante ad esempio la posizione e la velocità di un elettrone!.... Ho cmq "intuito" a cosa il commentatore allude, beh si è vero che gli strumenti di misura, alterano la misura stessa, ma chiaramente si cerca di limitare ciò, come vedi dalle foto, facendo protrarre in avanti i sensori! la misura viene fatta sulle punte (quasi) dei piccoli Pitot, quando la corrente raggiunge la struttura di sostegno retrostante, beh si viene alterata di brutto, ma la misura è già stata effettuata. Se proprio vogliamo spaccare il pelo, potremmo dire che la perturbazione di dietro inficia la misura fatta qualche cm prima....ma questi sono ordini di grandezza ininfluenti.....fidati.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 luglio 2014 15:22 delete

Kris,ma la misura a valle dei sostegni é modificata dalla presenza fisica di cio' che si trova a monte.Se parzializziamo una tubatura con un restringimento o con una valvola che dir si voglia,la misurazione nel ramo pre-parzializzato non sara' mai la stessa rispetto alla stessa tubatura non parzializzata.
Nel caso specifico,immagino che il supporto rallenti e devii il flusso (per non parlare delle turbolenze create) non permettendo una misurazione accurata.Dire il contrario é come dire che il flusso d'aria sotto il fondo della vettura é uguale,in presenza o meno del diffusore posteriore.Ma se fosse cosi',a cosa servirebbe il diffusore stesso?
Trovo scorretto e semplicistico pensare che solo cio' che sta avanti possa influenzare cio' che sta dietro e non viceversa.

Reply
avatar
Giovanni
AUTHOR
10 luglio 2014 20:19 delete

Il valore esatto di una qualsiasi grandezza è impossibile da trovare, ci si può solo avvicinare!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10 luglio 2014 22:12 delete

E piu' gli stumenti di misura interferiscono nella realta' in cui devono indagare,piu' le misurazioni fatte saranno lontane dalla realta'.Ora,guardiano all'arco che sostiene i sensori (per tralasciare i rastrellini) non ha nemmeno una forma a profilo alare neutro.Mi pare sia a sezione tonda.Che dire poi dei cavi fasciati con in nastro adesivo,che assumono una forma e una sezione variabile a seconda del punto che viene considerato?Checche' se ne dica mi pare lampante che tutta la struttura,posta a pochi cm dal battistrada,influenzi il percorso dei flussi deviati dal pneumatico stesso.
Quasi sicuramente a Maranello hanno studiato in galleria il fattore di correzione dei dati acquisiti,altrimenti l'esperimento non credo avrebbe troppo senso.

Reply
avatar
Giovanni
AUTHOR
11 luglio 2014 18:46 delete

Beh con gli anemometri difficile poter fare di meglio.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
14 luglio 2014 20:27 delete

Ha ragione Kris. Ti stai incasinando inutilmente.

Reply
avatar

FUnoAnalisiTecnica. Powered by Blogger.