GP Germania: configurazione base per la Ferrari F14 T - FUNOANALISITECNICA F1ANALISITECNICA
FUNOAnalisitecnica fa parte del network di

giovedì 17 luglio 2014

GP Germania: configurazione base per la Ferrari F14 T

Ferrari con classiche due versioni di ala anteriore che si differenziano tra di loro per il numero di soffiature sul mainplane, dalla diversa forma del bordo d'entrata e per la feritoia sull'endplate. Nelle ultime gare (dalla Spagna in poi) entrambi i piloti hanno sempre utilizzato  quella con le due soffiature sul mainplane.


 Al posteriore, visto la diverse caratteristiche tecniche della pista di Hockenheim rispetto a quella di Silverstone è stata portata un'ala più carica e lo si nota dalla forma del bordo d'entrata del profilo principale che in questo fine settimana è molto più arcuato rispetto a quello utilizzato in Gran Bretagna.

Nonostante le alte temperature previste per questo fine settimana, la Ferrari ha presentato la nuova carrozzeria posteriore che aveva creato non pochi problemi in Canada. Questo dimostra che a Maranello, lavorando sulla fluidodinamica interna, sono riusciti a risolvere i problemi di surriscaldamento.Questa nuova carrozzeria posteriore è studiata appositamente per migliorare lo scorrimento dei flussi al retrotreno e per migliorare l'efficienza aerodinamica della monoposto.Gli aerodinamici di Maranello, allungando le pance, hanno ridotto l'estrazione d'aria calda dall'interno del cofano motore migliorando notevolmente la qualità del flusso riducendo, quindi, il bloccaggio e incrementando l'efficienza aerodinamica globale della vettura (efficienza aerodinamica= rapporto tra lift e drag).




Cristiano Sponton

About Cristiano Sponton

Subscribe to this Blog via Email :

Powered by Blogger.